Logoterapia: cos’è e a cosa serve?

23 Novembre 2019
Sembra sempre più difficile vivere in armonia. A volte è come se la nostra vita non andasse da nessuna parte; se è il vostro caso, continuate a leggere questo articolo sulla logoterapia.

Forse state vivendo un momento in cui sentite che, pur possedendo molte cose, vi ritrovate con un vuoto interiore. Imparare qualcosa di più sulla logoterapia potrebbe esservi d’aiuto. Talvolta, sembra che per quante cose abbiamo intorno, esse non siano sufficienti a farci sentire completi, ma cosa si può fare in questi casi?

La logoterapia è un approccio che può rivelarsi utile per gestire queste situazioni. È un metodo psicoterapico che aiuta le persone a ritrovare il significato della propria vita. Consente a chi avverte un vuoto esistenziale di superarlo per riprendere nuovamente le redini della propria vita.

La maggior parte dei paradigmi terapeutici tradizionali ignora una parte della dimensione psicologica dell’uomo, come ad esempio la volontà di senso, ed è proprio questa che intende recuperare la logoterapia.

Un breve ripasso per comprendere la logoterapia

La logoterapia è un approccio psicoterapico teorizzato a Vienna dallo psichiatra e neurologo Viktor Frankl, negli anni successivi alla psicoanalisi freudiana e alla psicologia individuale di Adler Alfred. L’approccio di Frankl si basa sulla “volontà di senso”, in contrapposizione alla dottrina di Adler che promuove la “volontà di potere”.

Questo approccio si propone di provare che l’esistenza umana ha un significato, e ciò assume più forza se consideriamo che il suo ideatore, Viktor Frankl, fu prigioniero in quattro campi di concentramento.

Frankl, come egli affermava, riuscì a sopravvivere a tale triste esperienza soprattutto perché trovò il modo di dare un senso alla sua esistenza. Ciò equivale a dire che trovò un logos, termine greco per indicare il significato o il senso di qualcosa.

Donna felice all'aperto
La logoterapia è un metodo psicoterapico volto ad aiutare le persone a ritrovare il significato della propria vita.

L’atteggiamento è tutto

Non potrebbe esserci persona migliore per affermare che le difficoltà possono essere superate. La sua permanenza nel campo di concentramento di Auschwitz è stata terribile, come potete ben immaginare. Ma fu la sua posizione di fronte alla vita e a quell’avvenimento che gli permise di sopravvivere.

Aver assunto il giusto atteggiamento nei confronti della difficile esperienza vissuta durante la seconda guerra mondiale gli ha permesso di trasformare tali circostanze traumatiche in lezioni di vita.

Leggete anche: Trovare la felicità: 7 modi per farlo quando tutto va male

I pilastri della logoterapia

Nella logoterapia esistono tre aspetti: uno antropologico, un altro di origine psicoterapicae uno filosofico. Dall’antropologia, riprende la libertà di volontà per affermare che l’uomo è in grado di prendere le sue decisioni ed è libero di scegliere il suo destino.

“Le rovine sono spesso quelle che aprono le finestre per vedere il cielo.”

-Viktor Frankl-

A partire dalla psicoterapia viene promossa la libertà di senso e attraverso la filosofia viene ribadito il significato della vita, impossibile da perderen secondo i postulati della logoterapia.

Un’esperienza vissuta

Viktor Frankl conobbe realmente il significato di vivere secondo i postulati della sua stessa teoria, giacché sviluppò tale prassi nei campi di concentramento. Fu in quei luoghi che Frankl si rese conto della necessità di lasciare andare tutto quello che aveva nella vita e di rimanere solo con la propria essenza.

Si tratta dell’unico modo per vedere delle risorse dentro di noi che nemmeno immaginiamo e che sono molto importanti. Quando iniziamo a intravedere le qualità proprie dell’essenza, la nostra vita torna a riacquistare significato e noi ci sentiamo felici.

Può interessarvi anche: Non serve essere perfetti per essere felici

Logoterapia
Attraverso la logoterapia si aiuta la persona a rilasciare gli ostacoli e a recuperare il senso della vita, ponendo l’accento sulle risorse caratteristiche della sua vera essenza.

La pratica in terapia

Da quanto esposto, si comprende perché gli psicodrammi siano così importanti in terapia. In altre parole, svolgere delle drammatizzazioni con i pazienti affinché riconoscano la propria essenza.

Se ciascuno di noi si prendesse un minuto per pensare che la vita finisce proprio in questo istante, andrebbe incontro a cambiamenti realmente significativi. Questi cambiamenti devono essere immessi nella propria vita per riuscire a vedere la differenza e raggiungere il proprio significato di vita o logos. Frankl ha affermato:

“Alla ricerca del significato non è un titolo geniale per un libro. È una definizione dell’essere umano. L’essere umano è un cercatore di significato”.

Le esperienze di Frankl nei campi di concentramento lo hanno portato a condensare tutte le sue idee in un libro intitolato Alla ricerca di un significato della vita. Una delle frasi più enigmatiche che racchiude il pensiero di questo autore, e che appartiene al filosofo Friedrich Nietzsche, dice:

“Chi ha un perché per vivere può sopportare quasi ogni come.”

La dimensione in cui interviene la logoterapia è quella esistenziale. Le persone che vivono conflitti di valori o attraversano crisi esistenziali possono dunque trarne grandi benefici.

  • Dalgleish, T., Williams, J. M. G. ., Golden, A.-M. J., Perkins, N., Barrett, L. F., Barnard, P. J., … Watkins, E. (2007). Psicoterapias contemporáneas. In Journal of Experimental Psychology: General.
  • Gengler, J. (2009). Análisis Existencial y Logoterapia: Bases Teóricas para la Práctica Clínica. Psiquiatría y Salud Mental.
  • Frankl, V., Schlupp, W. O., & Abeline, C. C. (2006). Em busca de sentido. Logoterapia.
  • Frank, V. (2005). Conceptos de Logoterapia extraídos de “El Hombre en busca de Sentido” de Viktor Frankl. – Logoforo – Logoterapia, Sentido de Vida y Análisis Existencial de Viktor Frankl. In Blog.