5 buoni motivi per inserire l’uva rossa nella nostra dieta

21 novembre 2016
Tra i numerosi benefici che ci apporta l'uva rossa, spicca il suo gran apporto di resveratrolo, un antiossidante che ci aiuta a prevenire l'invecchiamento precoce e a frenare il danno cellulare

L’uva rossa è sinonimo di salute. Nonostante anche quella bianca abbia molte proprietà benefiche, l’uva rossa possiede una maggiore quantità di antiossidanti.

Vi sono persone che non riescono a distinguere tra i sapori delle due varietà di uva, ma i veri intenditori apprezzano soprattutto un buon grappolo di uva rossa.

Una delle meravigliose sensazioni che ci porta l’arrivo della stagione dell’uva è, senza dubbio, quella del sapore che sprigionano i suoi acini sodi quando li mettiamo in bocca e, mordendoli, sentiamo l’eccezionale combinazione tra il sapore dolce della polpa e quello asprigno della buccia.

Ovviamente, come ogni cosa che riguardi l’alimentazione, il segreto sta nell’equilibrio. Mangiando questo frutto con moderazione durante la giornata, ci guadagneremo in salute e in vigore.

Nell’articolo di oggi vi vogliamo dare cinque buoni motivi per i quali vale la pena inserire l’uva rossa nella nostra dieta.

1. L’uva rossa e il resveratrolo

L’uva rossa contiene, sia nella buccia sia nei semi, un alto livello di resveratrolo, una fitoalessina che, di solito, viene chiamata “molecola della giovinezza”.

  • Il resveratrolo svolge, nei confronti dell’uva, un’azione protettrice, agendo como barriera contro le aggressioni esterne.
  • Questa particolare proprietà ha da sempre attirato l’attenzione dell’industria farmaceutica verso i benefici dell’uva rossa.
  • L’uva rossa ci aiuta a combattere l’invecchiamento precoce, grazie al suo alto contenuto di antiossidanti.
  • Per poter sfruttare al massimo i suoi benefici, l’ideale e preparare un succo naturale. Ovviamente non dovremo limitarci ad usare la polpa della frutta, ma anche la sua buccia e i suoi semi.
  • Con l’assunzione di questo succo naturale, anche il nostro sistema cardiovascolare ne guadagnerà in salute.
  • Non va dimenticato nemmeno il grande potere antinfiammatorio di questa fitoalessina, che ci aiuta ad eliminare la presenza di batteri nel sangue.

Scoprite anche questo delizioso tè all’erba limone per combattere l’emicrania

grappolo-di-uva

2. Mangiare l’uva rossa riduce l’ipertensione

Sia la fibra solubile sia il potassio presenti nell’uva rossa aiutano a mantenere in buona salute il nostro cuore. Il grande apporto di potassio che ci dà, infatti, rende questo frutto un toccasana per chi soffre di pressione alta.

  • Mangiando una ventina di chicchi d’uva rossa al giorno, potremo ridurre il livello di sodio presente nel nostro organismo.
  • Un modo originale ed insolito di mangiare questa frutta è aggiungendola alle nostre insalate. Risulterà un piatto delizioso da provare a pranzo o a cena.

3. Uva rossa per dire addio alla stitichezza

L’uva rossa è un rimedio naturale davvero efficace contro la stitichezza.

  • Assunta a colazione è il miglior lassativo naturale che possiamo assumere.
  • Grazie agli acidi organici, agli zuccheri e alla cellulosa presenti nell’uva rossa, aiuteremo a mantenere tonici i muscoli intestinali e dello stomaco.
  • Se mangiata regolarmente, aiuta anche a combattere la stitichezza cronica e a risolvere il problema dell’intestino pigro.

Va ovviamente ricordato che chi soffre di diarrea dovrebbe evitare di mangiare uva rossa.

frullato-di-uva

4. Alzheimer e uva rossa

Secondo quanto emerso da una ricerca condotta dal Mount Sinai School of Medicine (New York, Stati Uniti), il resveratrolo potrebbe essere in grado di frenare l’Alzheimer.

  • Il potere antiossidante dell’uva rossa aumenta la memoria e ci protegge dall’Alzheimer.
  • Il resveratrolo riduce l’effetto del deterioramento cognitivo lieve, tipico della prima fase della malattia.
  • Inoltre, è in grado di controllare il metabolismo ossidativo dell’Alzheimer, con un’efficacia maggiore rispetto al tè verde.

Scoprite anche i dieci incredibili benefici del vino rosso che non conoscevate

Gli esperti, al rispetto, sono chiari: il consumo di vino rosso e di uva rossa migliora in modo notevole le nostre funzioni cerebrali.

5. Prevenire il cancro con l’uva rossa

Sembrerebbe che il consumo di uva rossa sia efficace anche in alcuni casi di tumore, come quello al seno o quello del colon rettale.

Leggete anche: La curcuma per combattere i dolori e il cancro

  • L’American Institute for Cancer Research  ha realizzato una interessante ricerca in merito.
  • È risaputo che gli antociani e le proantocianidine contenute nell’uva rossa frenano la proliferazione delle cellule cancerogene.
  • Anche i polifenoli, così come il resveratrolo, svolgono una potente azione antiossidante ed antinfiammatoria che arresta il danno cellulare causato dal cancro.
fiocco-rosa

L’uva rossa è anche particolarmente indicata per i pazienti che fanno chemioterapia.

  • Il succo d’uva è energizzante e, inoltre, rafforza il sistema immunitario, aumentando quindi l’azione del proprio trattamento.
  • Grazie al suo potere antinfiammatorio, è anche possibile alleviare i devastanti effetti collaterali della chemioterapia.

Per concludere, vorremo consigliarvi di mangiare ogni giorno uva rossa quando è di stagione. Nonostante non sia una medicina, agisce senza dubbio in modo benefico e sano sul nostro organismo.

Non dimenticatelo!

Guarda anche