Mal di denti: rimedi naturali da preparare in casa

2 giugno 2018
Diversi fattori contribuiscono allo sviluppo dei batteri in bocca, formando la placca dentale e causando dolore. Vi mostriamo alcuni rimedi casalinghi per contrastare questo problema.

Una cattiva alimentazione, la mancanza di igiene orale e le infezioni sono i principali fattori che contribuiscono allo sviluppo di batteri nella bocca che, a loro volta, portano allo sviluppo della placca dentale e, infine, al mal di denti.

In termini medici ciò è noto come ipersensibilità dentinale. Consiste in un intenso dolore che dura pochi secondi causato da stimoli esterni, come i cambiamenti di temperatura o mangiare cibi o bevande molto zuccherati.

Tuttavia, questa sensazione non è sempre segno che di un problema patologico, può essere semplicemente una reazione a certi fattori.

Mal di denti: quali possono essere le cause?

  • Carie
  • Frattura
  • Incrinatura
  • Irritazione dopo un trattamento dentale
  • Radici esposte
  • Ascesso
  • Gengive infiammate
  • Ulcera
  • Gonfiore nelle fosse nasali

Conseguenze del mal di denti

Donna con denti sani

Se non viene trattato, il mal di tenti può causare un’infezione che può avere gravi conseguenze quando si diffonde sul viso o su una parte del collo. In caso di infezione, il paziente avrà problemi ad aprire la bocca e persino a respirare per via dell’infiammazione.

Le persone che soffrono di disturbi cronici devono essere doppiamente caute, perché le infezioni possono essere fatali.

Leggete anche: Ecco perché i monaci tibetani hanno denti bianchi e forti

Tipi di mal di denti

  • A livello della mucosa: è un dolore superficiale che colpisce la mucosa orale.
  • Orale: il dolore più frequente. Si presenta in seguite a una carie nei denti. È un intenso dolore che può essere causato da pulpite acuta o cronica e parodontite.
  • Parodontale: fastidio intenso, di solito continuo e opprimente. Di solito è localizzato in una singola area e il dolore aumenta quando si preme sul dente interessato.

A seguire presentiamo alcuni efficaci rimedi naturali, facili da preparare e alla portata delle nostre tasche per combattere il mal di denti.

Rimedi naturali

1. Chiodi di garofano

Chiodi di garofano

I chiodi di garofano sono considerati un analgesico naturale. Hanno proprietà antibatteriche in grado di attaccare i possibili germi che causano dolore.

Ingredienti

  • Chiodi di garofano (30 g)
  • 1 tazza di acqua (125 ml)

Preparazione

  • Fate bollire l’acqua.
  • Versate i chiodi di garofano.
  • Aspettate che il tutto si intiepidisca.

Modalità d’uso

  • Inumidite un batuffolo di cotone con l’infuso e applicate sulla zona interessata.

Altri impieghi

  • Mettete uno o due chiodi di garofano nella zona in cui provate dolore.
  • È possibile utilizzare l’olio di chiodi di garofano e diluirlo con olio di mandorle.

2. Assafetida

La resina che si trova all’interno di questa spezia diminuisce il mal di denti e il sanguinamento gengivale.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di assafetida (10 g)
  • Succo di un limone (50 ml)
  • 1 tazza di acqua (145 ml)

Preparazione

  • Mettete a scaldare l’acqua.
  • Versate il succo di limone e aggiungete l’assafetida.
  • Applicate il tutto.

Modalità d’uso

  • Applicate direttamente sulla zona interessata.

3. Estratto di vaniglia

Vaniglia contro il mal di denti

La vaniglia contiene eugenolo, un derivato fenolico impiegato da secoli in odontoiatria per le sue proprietà analgesiche e antisettiche. Inoltre, combatte il deterioramento dentale.

Ingredienti

  • Gocce di estratto di vaniglia

Preparazione

  • Imbevete un batuffolo di cotone con 5 gocce di estratto di vaniglia.

Modalità d’uso

  • Applicate sul dente. Potete ripetere la procedura tutte le volte che è necessario fino alla scomparsa del dolore.

Da non perdere: Olio commestibile per combattere placca, gengivite e alito cattivo

Consigli

  • Lavate i denti spazzolandoli da ogni lato con movimenti circolari e brevi, in senso orizzontale. Lavateli dopo ogni pasto.
  • È importante spazzolare le gengive almeno per un minuto. Altrimenti la placca batterica non viene rimossa.
  • Bisogna mantenere lo spazzolino da denti in buone condizioni. L’ideale è cambiarlo ogni 3 mesi.
  • È indispensabile passar il filo interdentale per rimuovere il cibo tra i denti. Usatelo una volta al giorno, preferibilmente prima di andare a dormire.
  • Bisogna ridurre l’assunzione di zuccheri o cibi molto appiccicosi come gomme da masticare o caramelle.
  • Aumentate il consumo di alimenti ricchi di fibre.
  • Evitate di fumare perché il fumo danneggia le gengive e lo smalto dei denti.

Se dopo aver seguito i consigli e i rimedi non vi è alcun miglioramento entro le prime 72 ore, non esitate ad andare dal medico.

Guarda anche