Mango in caso di stitichezza: benefici e come consumarlo

· 21 novembre 2018
Grazie al suo contenuto di fibre e polifenoli, il mango è uno dei frutti più indicati in caso di stitichezza; non avremo bisogno di assumere lassativi chimici.

Il mango è uno dei frutti ideali per combattere i sintomi della digestione lenta. Grazie al suo apporto di fibra alimentare, migliora la digestione e facilita l’eliminazione delle sostanze di scarto rimaste nel colon. Ma come possiamo consumare il mango in caso di stitichezza?

In molti ricorrono ai lassativi sintetici per far fronte a questo disturbo, eppure le alternative naturali come il mango non sono da escludere. Questo frutto non produce effetti collaterale e può essere mangiato ogni giorno.

Si tratta anche di una buona alternativa per dare una dose di energia extra al corpo, dato che gli zuccheri che rilascia sono ad assorbimento lento e, quindi, non aumentano i livelli di glucosio nel sangue.
A seguire vi descriviamo le proprietà di questo frutto e alcune ricette per trarre i massimi benefici dal mango in caso di stitichezza.

Effetti positivi del mango in caso di stitichezza

Donna con il mal di stomaco

Il mango è un delizioso frutto dal sapore dolce, che nasce da un albero appartenente alla famiglia delle Anacardiacea, del genere della Mangifera. Questo frutto è disponibile in diverse varietà e può presentarsi con una colorazione rossa, gialla o verde. La forma è rotonda, mentre la buccia è spessa e liscia.

Sin dall’antichità, il mango si è distinto in quanto alimento ricco di proprietà per la salute umana, visto che è fonte di vitamine A, B e C, nonché di minerali come potassio, calcio e magnesio. Inoltre, contiene una considerevole quantità di fibre alimentari e antiossidanti.

Proprio il suo apporto di fibre lo rende un ottimo alleato contro la stitichezza. Queste sostanze, insieme al suo contenuto di acqua, ottimizzano le funzioni dell’apparato digerente e aiutano a regolare la peristalsi intestinale.

Altri benefici del mango in caso di stitichezza si devono ai suoi polifenoli. Si tratta di sostanze ad azione antiossidante che aiutano a calmare l’infiammazione. Quando vengono assorbiti dall’organismo, migliorano la composizione del microbiota intestinale ed eliminano le tossine.

Si tratta, inoltre, di un buon integratore per rafforzare le difese immunitarie, in quanto la sua vitamina C può coprire fino al 41% del fabbisogno dell’organismo. Questo nutriente inibisce gli effetti dei radicali liberi e aumenta la presenza di anticorpi. 

Leggete anche: Come combattere la stitichezza infantile

Come consumare il mango in caso di stitichezza?

Nella maggior parte dei casi il mango viene mangiato maturo e al naturale. Una piccola dose o 3/4 di tazza di mango tagliato a pezzetti è la porzione indicata per trarre beneficio dalle sue proprietà.

Possiamo intensificarne gli effetti mescolandolo ad altri ingredienti. Anche se quest’ultima opzione comporta l’aggiunta di un certo apporto calorico alla nostra dieta, è una valida alternativa per trattare la stitichezza senza dover ricorrere a lassativi sintetici. Provatelo!

Frullato di mango e avena

Frullato di mango

Mescolando mango e fiocchi di avena otterremo un frullato ricco di fibre dietetiche, ideali per combattere la stitichezza. Si tratta di una bevanda saziante, che controlla la fame nervosa senza aggiungere troppe calorie.

Ingredienti

  • 1 mango maturo
  • 2 cucchiai di fiocchi d’avena (30 g)
  • 1 bicchiere di acqua (200 ml)
  • 2 cucchiai di miele (50 g)

Preparazione

  • Sbucciate il mango.
  • Mettete la polpa nel frullatore, aggiungete l’avena e il bicchiere di acqua.
  • Frullate per qualche minuto fino a ottenere una bevanda omogenea.
  • Servite e addolcite con il miele.

Modalità di consumo

  • Bevete il frullato a digiuno o a colazione.
  • Ripetete l’assunzione almeno 3 volte a settimana.

Potrebbe interessarvi anche: Frullato per depurare l’apparato digerente 

Mousse nutriente al mango

Questa mousse è una ricetta salutare per godere a pieno dei benefici del mango in caso di stitichezza. Si tratta di una buona opzione, adatta ai bambini in quanto risulta deliziosa e appetitosa. Può essere consumata a colazione o a merenda.

Ingredienti

  • 1 foglio di gelatina insapore
  • 1/2 tazza di acqua (125 ml)
  • 4 manghi maturi
  • 1 bicchiere di yogurt bianco a basso contenuto di grassi (200 ml)

Preparazione

  • Sciogliete la gelatina insapore in mezza tazza di acqua bollita.
  • Tagliate la frutta a pezzetti e mettetela nel frullatore.
  • Aggiungete lo yogurt, la gelatina sciolta e frullate per qualche minuto.
  • Versate in un recipiente in vetro e conservate in frigo.

Modalità di consumo

  • Quando il dolce sarà pronto, mangiatene una piccola porzione a colazione. Se preferite, mangiatene un’altra fetta non appena avvertite fame tra un pasto e l’altro.

Frullato di mango con latte di cocco

Frullato al mango

Un altro frullato a base di mango da bere in caso di stitichezza è quello preparato con latte di cocco. Grazie al suo apporto di acidi grassi e amminoacidi, rappresenta una bevanda energetica che migliora anche il rendimento sportivo. 

Ingredienti

  • 2 manghi maturi
  • 1 bicchiere di latte di cocco (200 ml)
  • Cubetti di ghiaccio (q.b.)

Preparazione

  • Sbucciate la frutta e tagliatela a pezzi.
  • Mettete nel frullatore e frullate insieme al latte di cocco.
  • Aggiungete ghiaccio a vostro piacimento e servite.

Modalità di consumo

  • Bevete questo frullato a metà mattinata, almeno 3 volte a settimana.

Avvertite una sensazione di pesantezza allo stomaco? Avete difficoltà di digestione e soffrite di stitichezza? Non esitate a sfruttare i benefici del mango come rimedio per combattere il problema. Come avrete notato, questo frutto è molto nutriente e può essere incluso nella dieta di tutti i giorni in diversi modi.

Guarda anche