Mela cotogna: valori nutrizionali, benefici e usi in cucina

Scopri come il consumo di mela cotogna può aiutarti a combattere i virus e i problemi gastrointestinali. Ti diciamo di più sul suo potere antiossidante.
Mela cotogna: valori nutrizionali, benefici e usi in cucina
Maria Patricia Pinero Corredor

Scritto e verificato da la nutrizionista Maria Patricia Pinero Corredor.

Ultimo aggiornamento: 20 novembre, 2022

Il più delle volte, quando si pensa alla mela cotogna, si immagina la dolcezza di questo frutto, che di solito viene mangiato ricoperto di marmellata. Quello che pochi immaginano è che questo frutto carnoso e giallo dorato abbia molteplici benefici per la salute.

Infatti, quando è naturale, ha un bassissimo valore calorico, il che lo rende interessante perché ha grandi apporti nutrizionali per pochissime calorie. Si studia da anni e, più recentemente, si è rafforzata l’idea della mela cotogna come antiossidante e antinfiammatorio.

Cos’è la mela cotogna?

La mela cotogna è un frutto che cresce su piante del genere Cydonia (Cydonia oblonga), appartenenti alla famiglia delle Rosacee. È originario della Persia settentrionale, in Asia. È duro e dolce, come una mela o una pera, anche se leggermente aspro.

Questo frutto è circondato da misticismo e leggende. Si dice che sia stato il catalizzatore della guerra di Troia. Era ai banchetti medievali nel corso della storia e oltre. Fino a quando non ha invaso l’America Latina e il Messico, per raggiungere quello che conosciamo oggi nei mercati.

Valori nutrizionali

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), 100 grammi di mele cotogne contengono quanto segue:

  • Calorie: 52.
  • Grassi: 0 grammi.
  • Carboidrati: 14 grammi.
  • Proteine: 0,3 grammi.
  • Fibra: 1,75 grammi.
  • Vitamina C: 15 milligrammi.
  • Vitamina B6: 2% del Valore Giornaliero (DV).
  • Tiamina: 1,5% del DV.
  • Rame: 13% del DV.
  • Ferro: 3,6% del DV.
  • Potassio: 4% del DV.
  • Magnesio: 2% del DV.

Si tratta di un frutto in grado di fornire una grande quantità di minerali, vitamine e fibre. Il tutto per pochissime calorie.

Mela cotogna con mela e pera.
Il sapore della mela cotogna ricorda mele e pere, ma si distingue per la sua acidità.

Benefici della mela cotogna

La mela cotogna è riconosciuta per i suoi effetti antiossidanti e per avere proprietà per la salute dell’apparato digerente. Viene utilizzato anche l’estratto dei semi della pianta. Qui esploriamo ciò che la scienza dice a riguardo.

Aiuta la salute generale dell’apparato digerente

Nel corso degli anni, la mela cotogna è stata utilizzata per cercare di trattare condizioni digestive come problemi infiammatori, colite ulcerosa, ulcere generali e reflusso gastrico.Uno studio ha dimostrato che la mela cotogna è efficace contro la colite ulcerosa.

Si è riscontrato che nell’applicazione di dosi elevate, di 500 e 800 milligrammi di estratto di mela cotogna, si riscontrava un notevole sollievo nei danni provocati al colon degli animali. Sebbene con dosi inferiori, 200 e 400 milligrammi per chilogrammo di peso, sono stati riscontrati anche risultati favorevoli.

Un altro studio ha esaminato come il succo di mela cotogna può aiutare a ridurre le ulcere allo stomaco nei ratti. Ciò è spiegato dal suo alto contenuto di antiossidanti.

Allo stesso modo sono stati studiati il ​​suo effetto contro la diarrea e la sua capacità di ridurre le malattie infiammatorie gastrointestinali. Sebbene siano necessari più studi sugli esseri umani.

Potrebbe combattere il reflusso gastrico

In un’indagine, sono stati analizzati 96 bambini con malattia da reflusso gastroesofageo. Sono stati divisi in due gruppi. Uno stava assumendo ranitidina e un altro stava assumendo ranitidina e mele cotogne. Dopo 4 settimane, il gruppo che assumeva ranitidina e mela cotogna è migliorato significativamente.

In un altro studio, su 137 donne in gravidanza con reflusso, è stata analizzata l’attività della ranitidina e dell’estratto di mela cotogna. Un gruppo ha preso l’estratto e un altro gruppo ha ingerito il farmaco.

2 settimane dopo, la mela cotogna si è rivelata avere un’attività simile alla ranitidina. In effetti, la conclusione dei ricercatori è stata di suggerire la mela cotogna alle donne in gravidanza prima del farmaco, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche su questo.

Un ulteriore studio sui bambini ha mostrato un risultato simile. Sono stati analizzati 80 bambini. Un gruppo ha assunto omeprazolo e un altro mela cotogna. Si è scoperto che il gruppo della mela cotogna ha ridotto i sintomi del reflusso, quasi con la stessa efficacia dell’omeprazolo, dopo 7 settimane.

In una revisione di 22 indagini su piante medicinali in grado di ridurre il reflusso gastroesofageo, la mela cotogna è risultata essere la pianta con gli effetti più marcati, e persino paragonabile ai farmaci comunemente usati per la condizione. Sebbene siano suggeriti ulteriori studi sull’argomento.

Antiossidante con presunta capacità antivirale

La mela cotogna contiene antiossidanti, come fenoli, steroidi, flavonoidi, terpenoidi, catechina ed epicatechina, tannini e acido ascorbico (vitamina C). Estratti fenolici della variante cinese, della variante comune e del frutto della mela sono stati analizzati e confrontati in uno studio.

La mela cotogna cinese si è rivelata avere la più alta quantità di composti fenolici. Invece, la mela ne aveva di meno. Le funzioni antivirali della mela cotogna cinese e degli estratti fenolici della mela cotogna erano superiori. L’alto contenuto di vitamina C ha favorito questo risultato.

Pertanto, è stato determinato che ha la più alta attività virale contro l’influenza. Infatti è stato effettuato un test di laboratorio in cui è stato dimostrato.

Oltre a quanto sopra è stata studiata l’attività antiossidante delle diverse parti della mela cotogna. Sono stati preparati estratti per analizzare l’attività di ciascuna parte. Ogni estratto è stato frazionato. I valori degli estratti di polpa, scorza e confettura di mele cotogne sono stati correlati al contenuto totale di acidi caffeilchinici, acido ascorbico e acido citrico.

Un altro studio ha tentato di determinare il ruolo di ciascun antiossidante. Sono stati isolati acidi chinico e clorogenico, acidi vanillico e siringico, quercetina e kaempferolo, diidrocalconi e flavoni che sono risultati correlati alla loro attività antiossidante.

Inoltre, gli acidi fenolici, i flavonoli e l’epicatechina hanno generato un effetto antinfiammatorio. Lo studio suggerisce che l’estrazione selettiva da parte dell’industria farmaceutica potrebbe ridurre lo stress ossidativo o i processi infiammatori. Anche se può essere consumato anche naturalmente, come nutraceutico (alimenti che hanno dimostrato benefici per la salute).

Usi in cucina

Questo frutto viene utilizzato per preparare marmellate, composte e budini. Anche per bibite.

La maggior parte degli studi mostra una maggiore efficacia se consumata sbucciata e cruda o arrostita. Può anche essere un condimento per torte di mele o altre marmellate.

Frullato di pere e mele cotogne.
Puoi combinare le pere con le mele cotogne per fare un frullato rinfrescante in estate.

Come preparare la marmellata di mele cotogne?

Per prepararla vi serviranno i seguenti ingredienti:

  • 1 litro d’acqua.
  • 2 chiodi di garofano.
  • 200 grammi di zucchero.
  • Un po’ di succo di limone.
  • 1,5 chilogrammi di mele cotogne.
  1. Per prima cosa, sbucciare e togliere il torsolo alle mele cotogne. Tagliare a pezzi e mettere in pentola.
  2. Poi aggiungere il succo di limone, l’acqua e lasciare bollire. Quando ciò accade, abbassare la fiamma e far sobbollire per 1 ora.
  3. Aggiungere lo zucchero e farlo sciogliere. Poi, aggiungere i chiodi di garofano e cuocere per un’altra ora. Mescolare continuamente per non farla attaccare.

È possibile lasciare la consistenza così com’è o liquefarla quando si raffredda, in modo che il composto sia omogeneo. Quindi distribuire in barattoli di vetro puliti, che chiudono bene. In questo modo durerà più a lungo.

La mela cotogna nella dieta

La mela cotogna è un’importante fonte di minerali, che possono essere consumati senza ingrassare troppo. Inoltre, mangiarlo crudo, invece di mangiarlo dolce, è più salutare. Pertanto, ti consigliamo di sbucciarla, tagliarla a pezzi e gustarla come uno sfizioso spuntino.

Potrebbe interessarti ...
Calmare il bruciore di stomaco con rimedi a base di mela
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Calmare il bruciore di stomaco con rimedi a base di mela

Sapevate che è possibile calmare il bruciore di stomaco con alcuni rimedi a base di mela? Continuate a leggere per saperne di più!



  • USDA. Quince. 2019. https://fdc.nal.usda.gov/fdc-app.html#/food-details/168163/nutrients
  • M MinaiyanA GhannadiM EtemadP Mahzouni. A study of the effects of Cydonia oblonga Miller (Quince) on TNBS-induced ulcerative colitis in rats. Res Pharm Sci. 2012 Apr;7(2):103-10.
  • Yasunori Hamauzu, Takanori Inno, Chihiro Kume, Miho Irie, Kohzy Hiramatsu. Antioxidant and antiulcerative properties of phenolics from Chinese quince, quince, and apple fruits. J Agric Food Chem. 2006 Feb 8;54(3):765-72. doi: 10.1021/jf052236y.
  • Muhammad U Ashraf, Gulzar Muhammad, Muhammad A Hussain, Syed N A Bukhari. Cydonia oblonga M., A Medicinal Plant Rich in Phytonutrients for Pharmaceuticals. Review Front Pharmacol. 2016 Jun 21;7:163. doi: 10.3389/fphar.2016.00163. eCollection 2016.
  • Maryam Naeimi y col. Comparison of the efficacy of ranitidine and quince syrup on gastroesophageal reflux disease in children. Randomized Controlled Trial Complement Ther Med. 2019 Aug;45:215-221. doi: 10.1016/j.ctim.2019.06.007. Epub 2019 Jun 17.
  • Afsaneh Shakeri. Effects of Quince syrup on clinical symptoms of children with symptomatic gastroesophageal reflux disease: A double-blind randomized controlled clinical trial. Randomized Controlled Trial Complement Ther Clin Pract. 2015 Nov;21(4):268-76. doi: 10.1016/j.ctcp.2015.09.005. Epub 2015 Sep 25.
  • Mehdi Salehi y col. Medicinal Plants for Management of Gastroesophageal Reflux Disease: A Review of Animal and Human Studies. J Altern Complement Med. 2017 Feb;23(2):82-95. doi: 10.1089/acm.2016.0233. Epub 2016 Dec 20.
  • Yasunori Hamauzu y col. Phenolic profile, antioxidant property, and anti-influenza viral activity of Chinese quince (Pseudocydonia sinensis Schneid.), quince (Cydonia oblonga Mill.), and apple (Malus domestica Mill.) fruits. J Agric Food Chem. 2005 Feb 23;53(4):928-34. doi: 10.1021/jf0494635.
  • Branca M Silva. Quince (Cydonia oblonga Miller) fruit (pulp, peel, and seed) and Jam: antioxidant activity. J Agric Food Chem. 2004 Jul 28;52(15):4705-12. doi: 10.1021/jf040057v.
  • Karen Marlenne Herrera-Rocha y col. Phenolic Acids and Flavonoids in Acetonic Extract from Quince ( Cydonia oblonga Mill.): Nutraceuticals with Antioxidant and Anti-Inflammatory Potential. Molecules. 2022 Apr 11;27(8):2462. doi: 10.3390/molecules27082462.