Millefoglie, ricetta facile e deliziosa

15 Febbraio 2019
Oggi vi presentiamo la deliziosa ricetta del millefoglie, che potete preparare facilmente un pomeriggio in cui avete voglia di qualcosa di dolce.

Se c’è una ricetta che mette tutti d’accordo in pasticceria, è il millefoglie. Un dolce protagonista di molti compleanni e occasioni speciali, che combina sapori deliziosi, fra uno strato e l’altro, per la gioia del palato.

L’ideale è mangiare il millefoglie freddo e umido, è così che si esaltano i sapori. Volete sapere come si prepara? Scoprite la nostra semplice ricetta.

L’origine del millefoglie

Prima di iniziare, vogliamo raccontarvi la storia che si nasconde dietro questa creazione dolciaria eccezionale. Inizialmente, si pensava che l’origine di questa torta fosse francese. Tuttavia, è un dolce molto comune anche in diversi paesi sudamericani.

Il millefoglie, come abbiamo già accettano, è una torta a strati, ma di cosa sono fatti? Di pasta sfoglia! La struttura di questo dolce è costituita da strati di pasta sfoglia precedentemente cotti al forno, fra i quali viene aggiunta la farcia. Una torta che non lascia indifferenti e che vi piacerà ancora di più dopo aver letto la nostra ricetta.

Ma attenzione: dobbiamo sempre tenere d’occhio la salute. Il consumo di dolci deve sempre essere moderato, in questo modo non sarà certo un problema concedersi un peccato di gola ogni tanto!

Leggete anche: 4 dolci fatti in casa con poche calorie

Di cosa avete bisogno per preparare un delizioso millefoglie?

Ingredienti per la crema pasticcera

Crema pasticcera

Ingredienti

  • 2 tazze di margarina senza sale (360 g)
  • 6 uova
  • 1/2 tazza di latte (125 ml)
  • 1 cucchiaio di pisco (15 ml)
  • 2 rettangoli di pasta sfoglia (300 g)
  • 1 cucchiaio di essenza di vaniglia (15 ml)
  • 6 cucchiai di zucchero (90 g)
  • 3 cucchiai di zucchero a velo (45 g)
  • 3 cucchiai di maizena (45 g)

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparate il ripieno di crema pasticcera. Iniziate mescolando la maizena con una spruzzata di latte e mettetela da parte.
  2. Sbattete le uova con la margarina e lo zucchero. Noterete che il composto tenderà a raggiungere una consistenza spumosa.
  3. A parte, unite il resto del latte con il pisco e l’essenza di vaniglia e scaldate fino a raggiungere il punto di ebollizione.
  4. Raggiunto il bollore, spegnete il fuoco e incorporate il composto di uova, margarina e zucchero.
  5. Successivamente, rimettete la pentola sul fuoco, a fiamma lenta e infine aggiungete la maizena con il latte.
  6. Continuate a mescolare senza sosta fino a ottenere la consistenza ideale della crema. Deve essere senza grumi e completamente omogenea.
  7. Quando avrete preparato la crema, lasciatela raffreddare e mettetela in frigorifero, per usarla successivamente per completare il dolce.

Potete leggere anche: Ricetta della crema al cacao spalmabile: deliziosa e nutriente!

Pasta sfoglia

Pasta sfoglia fatta in casa

Preparazione

  1. Tagliate i rettangoli di pasta sfoglia a metà e mettete da parte il resto per usarlo in seeguito.
  2. Prendete una teglia, copritela con della carta da forno, e mettete i rettangoli di sfoglia.
  3. Assicuratevi che siano ben appoggiati alla teglia, picchiettando la sfoglia con una forchetta, per evitare che si sollevino durante la cottura.
  4. Spolverate la sfoglia con lo zucchero.
  5. Ripetete questo processo fino a usare tutti gli strati della confezione.
  6. Preriscaldate il forno a 185 ºC, a forno statico.
  7. Fate cuocere per 15 minuti.
  8. Trascorso questo tempo, tirate fuori la pasta sfoglia e lasciatela raffreddare sulla grata del forno.
  9. Prendete la crema pasticcera dal frigorifero, mescolatela per assicurarvi che sia del tutto omogenea e trasferitela in una sac à poche.
  10. Ora iniziate a montare il millefoglie. Usate uno strato di sfoglia, poi uno di ripieno, un altro di sfoglia, e finite con lo zucchero a velo.
  11. Ripetete questo procedimento fino a usare tutta la sfoglia.
  12. Infine, spolverate il millefoglie con lo zucchero a velo.
  13. Ricordate di conservare in frigorifero, per mantenerlo fragrante.