Cosa si nasconde negli ammorbidenti per vestiti

· 16 agosto 2016
Il problema dei componenti dell'ammorbidente non risiede nelle piccole quantità che esso contiene, ma nel fatto che, a causa del suo utilizzo costante, entrano in gran parte nell'organismo

L’ammorbidente per vestiti è un prodotto molto diffuso, utilizzato durante i lavaggi con lo scopo di garantire la morbidezza degli indumenti, oltre a conferire essi un gradevole profumo.

Lo si trova in quasi tutte le case, in quanto in commercio sono presenti numerose varietà e a prezzi accessibili.

Ciò nonostante, quello che i consumatori ignorano è che molti ammorbidenti sono ricchi di sostanze chimiche molto pericolose, che possono compromettere la salute, soprattutto quella dei bambini.

Il problema è che dietro alle campagne pubblicitarie, che li dipingono come articoli perfetti per la famiglia, si nascondono alcuni segreti che le imprese preferiscono non rivelare per salvaguardare al meglio i propri interessi.

Alla pari di tutti gli altri prodotti chimici per la pulizia della casa, gli ammorbidenti causano pericolose reazioni che non sempre si notano subito.

Tra questi effetti dobbiamo sottolineare i problemi respiratori e le malattie dermatologiche che si producono come reazione al contatto diretto o indiretto con gli ammorbidenti.

È stato verificato che più della metà degli ammorbidenti in commercio contiene più di due sostanze chimiche che possono provocare problemi di salute. 

In questo articolo vogliamo elencarvi le sostanze che potete trovare spesso in questi prodotti affinché possiate riconoscerle dalle etichette.  Scopritele!

 Sostanze chimiche presenti negli ammorbidenti

Alfa-terpineolo

donna che odora un asciugamano ammorbidenti

Si tratta di un liquido incolore e combustibile il cui aroma di lillà viene utilizzato per conferire una gradevole fragranza agli ammorbidenti per vestiti.  

Il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti d’America avverte che questa sostanza può influire sul nostro sviluppo provocando disturbi quali:

  • Squilibrio del sistema nervoso centrale
  • Ipotermia
  • Mal di testa frequenti
  • Depressione e ansia
  • Perdita della coordinazione muscolare
  • Irritazione delle membrane mucose

Leggete anche: Trucco per far tornare gli asciugamani come nuovi

Acetato di benzile

Questo agente è il più impiegato nella produzione di prodotti per il lavaggio dei vestiti, profuma di gelsomino ed è un liquido incolore, come il precedente di cui vi abbiamo parlato.

Nel corso degli anni la sua presenza nei prodotti per la pulizia è stata associata a:

  • Maggior rischio di cancro al pancreas
  • Irritazione degli occhi
  • Difficoltà respiratorie
  • Mal di testa

Alcool benzilico

asciugamani con ammorbidenti

Questo composto incolore ha un aroma molto gradevole che si estrae dalle piante e dai fiori. Oltre che negli ammorbidenti, è presente negli oli essenziali come l’ylang-ylang, il giacinto e il gelsomino.

Il suo contatto con l’organismo è relazionato con:

  • Disturbi del sistema nervoso centrale
  • Irritazione del tratto respiratorio superiore
  • Avvelenamento e vomito
  • Mal di testa

Acetato di etile

Questo ingrediente è un liquido dal profumo dolce utilizzato come solvente e agente aromatico in diversi prodotti per la casa.

Il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti d’America lo ha definito un elemento pericoloso che si dovrebbe evitare.

I rischi per la salute includono:

  • Problemi a reni e fegato
  • Infezioni del tratto respiratorio
  • Stanchezza e anemia

Cloroformio

donna che odora un asciugamano appena uscito dalla lavatrice ammorbidenti

Il cloroformio è un liquido denso, incolore e dal profumo leggermente dolce che si aggiunge agli ammorbidenti per vestiti come solvente aromatico.

Nell’undicesimo studio sul cancro, pubblicato dal Programma Nazionale di Tossicologia degli Stati Uniti d’America, si definisce questo composto cancerogeno. 

 L’utilizzo costante di prodotti che lo contengono può provocare problemi di salute quali:
  • Sonnolenza
  • Nausea, vomito e vertigini
  • Mal di testa
  • Problemi a reni e fegato
  • Disturbi cardiaci
  • Patologie dermatologiche
  • Infezioni del tratto respiratorio

Leggete anche: Té alla menta per il mal di testa e di stomaco

Terpinolene

Il terpinolene è un liquido incolore che dona a molti prodotti di pulizia un aroma agli agrumi. Viene utilizzato nella produzione di balsami, creme da barba, saponi ed altre varietà di articoli utilizzati in casa.

È un possibile cancerogeno in quanto aumenta la presenza delle cellule maligne nei reni e nella vescica. 

Viene relazionato anche con problemi come:

  • Irritazione agli occhi
  • Disturbi alla pelle
  • Fastidi alla gola
  • Infiammazioni dei seni nasi

Il motivo per cui gli effetti di queste sostanze si mostrano a lungo andare è perché gli ammorbidenti di solito li contengono in piccolissime quantità.

Il problema è che molti li utilizzano tutti i giorni e, quindi, questi agenti nocivi entrano nel corpo in quantità significativa. 

Per non correre rischi, è opportuno dare uno sguardo alle etichette dei prodotti oppure optare per alternative ecologiche come l’aceto di mele o il bicarbonato di sodio.

Guarda anche