Olio di lavanda: preparazione e usi

5 Aprile 2018
L'olio di lavanda è un olio essenziale estratto dalle sommità fiorite della pianta. È ricco di linalolo, geraniolo, linalina, saponine e borneolo, tutte sostanze dalle proprietà benefiche.

L’olio di lavanda è un prodotto popolare per le sue interessanti applicazioni sia in campo cosmetico che nella medicina naturale. È anche uno dei preferiti nelle sessioni di aromaterapia. Sapevate che potete anche prepararlo a casa?

Sebbene l’olio di lavanda sia facilmente reperibile nelle erboristerie, negozi di cosmetici e farmacie, in molti preferiscono prepararlo a casa per sfruttare direttamente la pianta. Pertanto, vi invitiamo a scoprire come prepararlo e le principali sue applicazioni.

Caratteristiche della lavanda

La lavanda è una pianta di fiori violacei e colorati. Essi vengono usati per estrarre l’olio essenziale ricco di linalolo, geraniolo, linalina, saponine e borneolo, che lo rendono un ingrediente fondamentale in campo cosmetico e in medicina naturale tradizionale.

Secondo le informazioni pubblicate su Phytotherapy Research, sebbene gli studi non siano del tutto conclusivi, a questo prodotto sono attribuite proprietà antinfiammatorie, antisettiche, carminative, antimicotiche e sedative. Può anche rivelarsi utile in caso di ustioni e punture di insetti.

Leggete anche: Idratare i capelli secchi con trattamenti naturali

Olio di lavanda: come prepararlo?

Olio essenziale di lavanda

Secondo gli agricoltori, la lavanda dovrebbe essere raccolta in mazzi, all’inizio del periodo di fioritura. Potete lasciarli seccare in una stanza fresca e buia fino a quando necessario.

Ingredienti

  • Fiori secchi di lavanda.
  • Olio di oliva o di girasoli.
  • 1 barattolo di vetro.

Procedimento

  • Lasciare macerare  i fiori di lavanda e l’olio d’oliva nel barattolo per 3 giorni.
  • Dopo 3 giorni, scuotete il contenuto e travasatelo in un altro barattolo per mezzo di un colino a maglia fine o con un filtro per caffè. Fatto ciò, è pronto per l’uso.

Ricordate che gli oli essenziali non devono mai essere ingeriti. È meglio fare una prova versando qualche goccia su un batuffolo di cotone e strofinandolo sull’avambraccio, per verificare di non essere allergici al prodotto.

Leggete anche: Lavanda, 10 modi per usarla a casa, in cosmesi e in medicina

Come utilizzare l’olio di lavanda?

Le applicazioni dell’olio di lavanda sono tra le più svariate, dato che in genere viene utilizzato per problemi di pelle, problemi di ansia e altri disturbi. Tuttavia, è fondamentale tenere presente che non è un rimedio che sostituisce i trattamenti prescritti dal medico e, possibilmente, dovrebbe essere usato sotto controllo professionale.

Accelerare la guarigione delle ferite

Una ricerca pubblicata su BMC Complementary and Alternative Medicine, ha sostenuto i benefici dell’olio di lavanda sul processo di cicatrizzazione della pelle.

Secondo i risultati, l’applicazione topica di questo prodotto ha aiutato nella sintesi del collagene e nella differenziazione dei fibroblasti, il che favorisce una migliore cicatrizzazione nelle fasi iniziali.

Per la bellezza dei capelli

L’applicazione topica di olio di lavanda abbinato ad altri oli essenziali può contribuire al trattamento della caduta dei capelli.

Secondo uno studio pubblicato su Archives of Dermatology, gli individui che hanno effettuato frizioni con olii essenziali quali lavanda, timo, rosmarino e legno di cedro, hanno ottenuto una rigenerazione dei capelli per un periodo di 7 mesi, riducendo l’eccessiva perdita.

Olio di lavanda contro l’ansia

Ansia e nervi

Come evidenziato dal Clinical Health Clinician, l’olio essenziale di lavanda ha una lunga storia aneddotica di benefici sull’ansia e che è attualmente supportata da numerosi studi clinici.

Secondo il testo, questo olio essenziale mostra diverse proprietà da agente ansiolitico, incluso l’effetto calmante senza sedazione. Pertanto, risulta essere un valido complemento per i pazienti con disturbi d’ansia.

Tuttavia, data la mancanza di studi sulle dosi e sulla sicurezza, va comunque usato con cautela. In questo caso, la formula d’uso più frequente è l’aromaterapia.

Olio di lavanda contro il dolore

L’applicazione topica dell’olio essenziale di lavanda è beneficare per il sollievo di alcuni disturbi comuni. Ad esempio, una ricerca pubblicata su The Journal of Alternative and Complementary Medicine, ha stabilito che, combinato con salvia e rosa, può alleviare i crampi mestruali.

Per concludere

Ricordate di evitare l’uso dell’olio essenziale direttamente sulla pelle. Se volete sfruttare le sue proprietà come trattamento complementare, mescolatelo con un olio vettore, come quello di mandorle o oliva. Potete anche aggiungere qualche goccia nell’acqua della vasca, prima di un bagno.

Inoltre, non dimenticare che le evidenze scientifiche sull’olio di lavanda sono ancora limitate e non ne stabiliscono un uso sicuro. Pertanto, è necessario utilizzarlo con cautela, solo come complemento a un trattamento convenzionale.

  • Mori HM, Kawanami H, Kawahata H, Aoki M. Wound healing potential of lavender oil by acceleration of granulation and wound contraction through induction of TGF-β in a rat model. BMC Complement Altern Med. 2016;16:144. Published 2016 May 26. doi:10.1186/s12906-016-1128-7
  • Hay, I. C., Jamieson, M., & Ormerod, A. D. (1998). Randomized trial of aromatherapy: Successful treatment for Alopecia areata. Archives of Dermatology134(11), 1349–1352.
  • Malcolm BJ, Tallian K. Essential oil of lavender in anxiety disorders: Ready for prime time?. Ment Health Clin. 2018;7(4):147–155. Published 2018 Mar 26. doi:10.9740/mhc.2017.07.147
  • Han, S. H., Hur, M. H., Buckle, J., Choi, J., & Lee, M. S. (2006). Effect of aromatherapy on symptoms of dysmenorrhea in college students: A randomized placebo-controlled clinical trial. Journal of Alternative and Complementary Medicine12(6), 535–541. https://doi.org/10.1089/acm.2006.12.535
  • Cavanagh, H. M. A., & Wilkinson, J. M. (2002). Biological activities of lavender essential oil. Phytotherapy Research. https://doi.org/10.1002/ptr.1103
  • Cavanagh, H. M. A., & Wilkinson, J. M. (2005). Lavender essential oil: a review. Australian Infection Control. https://doi.org/10.1071/HI05035