Olio di lavanda: preparazione e usi

· 5 aprile 2018
Il profumo dell'olio di lavanda può risvegliare molteplici sensazioni. Oltre al suo aroma, questo olio apporta anche grandissimi benefici

Grazie alle sue molteplici proprietà, l’olio di lavanda è uno degli oli maggiormente utilizzati sia in campo medico che nella cosmesi. Gran parte delle sue potenzialità è nota sin dall’antichità e al giorno d’oggi, grazie alla ricerca scientifica, se ne conoscono altre.

Il caratteristico colore viola è uno degli attributi che rendono l’olio di lavanda così speciale. Si tratta, inoltre, di uno degli oli puri e naturali usati per massaggi rilassanti e per diversi trattamenti nel campo dell’aromaterapia.

Olio di lavanda: come prepararlo?

La lavanda è una pianta aromatica e stimolante che aiuta a combattere le coliche, i disturbi digestivi e i problemi di natura nervosa.

L’olio di lavanda può essere acquistato in profumeria o erboristeria, dove però si trova a un prezzo piuttosto elevato. Le versioni più economiche sono molto leggere e presentano una bassa concentrazione dell’essenza. Per questi motivi, potete prepararlo da soli. Si tratta di un procedimento molto semplice ed economico che vi consentirà di tenere a portata di mano questo olio e sfruttarne al massimo i benefici.

Ingredienti

Lavanda

  • Fiori secchi di lavanda.
  • Olio di oliva o di girasoli.
  • 1 barattolo di vetro.

Procedimento

  • Lasciare macerare  i fiori di lavanda e l’olio d’oliva nel barattolo per 3 giorni.
  • Dopo 3 giorni, scuotete il contenuto e travasatelo in un altro barattolo per mezzo di un colino a maglia fine o con un filtro per caffè.
  • Fatto ciò, è pronto per l’uso.

Ricordate che gli oli essenziali non devono mai essere ingeriti. È meglio fare una prova versando qualche goccia su un batuffolo di cotone e strofinandolo sull’avambraccio, per verificare di non essere allergici al prodotto.

I benefici estetici dell’olio di lavanda

Bellezza della pelle

Bellezza

L’olio di lavanda rende la pelle morbida, dandole un aspetto più liscio e giovane. Per questo motivo, le aziende cosmetiche lo scelgono per i principali trattamenti di bellezza.

Poiché possiede una grande capacità rigeneratrice, l’olio di lavanda previene le rughe e attenua i segni dell’invecchiamento cutaneo. È un ingrediente importante per attivare il tessuto cellulare, visto che è dotato di un grande potere idratante.

Bellezza dei capelli

Rigenera il cuoio capelluto, e pertanto anche il capello più danneggiato e consumato è in grado di rigenerarsi e mostrarsi sano e brillante. Sul mercato è possibile trovare molti shampoo e balsami a base di olio di lavanda. È possibile anche applicare l’olio essenziale sui capelli dopo averli lavati con un normale shampoo.

Benefici terapeutici

Combatte l’ansia e calma i nervi

Ansia

È uno dei principali oli dotati di proprietà rilassanti e calmanti. Il metodo di utilizzo più comune consiste nell’inalazione del suo aroma in un bruciatore di essenza o nell’aggiungere una goccia d’olio di lavanda nell’acqua della vasca da bagno. Migliora anche la qualità del sonno attenuando i sintomi dell’insonnia.

Funzione antisettica

L’olio di lavanda può servire a curare le infezioni cutanee, poiché è in grado di combattere virus e batteri. Ottimo anche per trattare le scottature o qualsiasi tipo di infezione.

Funzione analgesica

L’olio di lavanda riduce il dolore e l’infiammazione causati dalle malattie dermatologiche.

Funzione antinfiammatoria

Infiammazione alle estremità

È in grado di ridurre tutti i sintomi causati dalle infezioni o dalla congestione, e per questo motivo viene utilizzato nella cura delle ustioni.

Disturbi respiratori

L’olio di lavanda può dare sollievo in caso di problemi respiratori come quelli causati da influenza, raffreddore, infezioni alla gola, tosse e asma. Può essere spalmato sul collo o inalato tramite un vaporizzatore.

Usi e applicazioni

  • Versarlo nella vasca da bagno o nella doccia per alleviare i dolori muscolari.
  • Massaggiare la pelle per ridurre i dolori muscolari e articolari, e anche per problemi cutanei come acne, ustioni o ferite.
  • Inalare o vaporizzare aggiungendo alcune gocce a un recipiente di acqua calda e respirare i vapori.
  • Può essere usato per idratare mani e piedi. Versare una goccia in una bacinella di acqua tiepida e lasciare ammollo le mani e i piedi. Calma il dolore e attenua l’infiammazione.
  • Può essere utilizzato come impacco. Imbevete un asciugamano in un recipiente d’acqua e aggiungete alcune gocce di olio di lavanda. Utilizzatelo in caso di distorsioni o di lesioni muscolari.

Consigli

  • Si usa diluito o nell’aromaterapia.
  • Non è consigliabile usarlo con i bambini.
  • Non strofinare gli occhi o altre mucose con questo olio.
  • Prima di usarlo, bisogna testarlo, versando una goccia d’olio sul braccio per verificare di non esserne allergici.
  • Le donne in stato interessante o che allattano devono evitare di usare questo olio.
Guarda anche