Olio essenziale di menta e sindrome dell'intestino irritabile

L'olio essenziale di menta è un prodotto naturale che è stato ampiamente studiato per la sua possibile efficacia contro la sindrome dell'intestino irritabile. Cosa dicono gli studi?
Olio essenziale di menta e sindrome dell'intestino irritabile

Ultimo aggiornamento: 03 gennaio, 2021

Le proprietà dell’olio essenziale di menta sono state studiate per i loro effetti positivi su coloro che soffrono della sindrome dell’intestino irritabile.

Secondo studi recenti, come quello pubblicato su BMC Complementary Medicine and Therapies, questo prodotto è considerato sicuro ed efficace per il dolore e i sintomi di questa patologia.

Ci sono altri studi che supportano questi benefici? In questo spazio vi diciamo di più sull’argomento. Inoltre, presentiamo usi e benefici dell’olio essenziale di menta.

Benefici dell’olio essenziale di menta per la sindrome dell’intestino irritabile

La menta viene usata fin dall’antichità per vari scopi medicinali. Le sue foglie e il suo olio essenziale vengono  aggiunti a bevande, estratti e unguenti che fungono da coadiuvanti per condizioni come raffreddori, mal di testa o disturbi digestivi.

Tuttavia, di recente la scienza ha stabilito che l’olio essenziale di menta ha un potenziale terapeutico contro la sindrome dell’intestino irritabile (IBS). In particolare, aiuta a controllare sintomi come dolore, costipazione, infiammazione e formazione di gas.

Una revisione degli studi pubblicati su The BMJ ha determinato che l’olio essenziale di menta era più efficace del placebo nel trattamento della sindrome dell’intestino irritabile. I suoi effetti sembrano addirittura superare quelli delle fibre e vengono paragonati a quelli dei farmaci antispasmodici.

Ma perché è efficace? I ricercatori sostengono che questo componente ha un’attività antispasmodica. Il mentolo, uno dei composti attivi della menta, produce un effetto rilassante sulla muscolatura liscia dell’intestino. Così, riesce a ridurre la distensione addominale, il dolore, la sensazione di evacuazione incompleta, la stitichezza e la diarrea.

Uno studio condiviso su Digestive and Liver Disease evidenzia che un trattamento di quattro settimane a base di olio essenziale di menta è utile per calmare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile.

A sua volta, una ricerca pubblicata sulla rivista medica Alimentary Pharmacology & Therapeutics osserva che quest’olio presenta anche altri meccanismi d’azione contro l’IBS. Per esempio, la modulazione della sensibilità viscerale, la sua attività antimicrobica, e il suo effetto antinfiammatorio.

Donna con dolore di stomaco.
L’intestino irritabile è una condizione che causa frequenti dolori addominali, spesso legati a specifici alimenti.

L’olio essenziale di menta è un trattamento sicuro?

A oggi la maggior parte degli studi ha determinato che l’olio essenziale di menta ha un buon profilo di sicurezza. Nonostante ciò, sono necessarie ulteriori ricerche e il suo uso non deve essere preso alla leggera.

Va notato che non si tratta di un trattamento di prima scelta e il suo consumo deve essere effettuato in modo responsabile, preferibilmente sotto controllo medico.

In dosi eccessive, di fatto, la menta e i suoi derivati producono effetti negativi. Nello specifico, è stato osservato che interferisce con l’assorbimento di vitamine, minerali e farmaci. Oltre a ciò, se somministrato per via orale può provocare bruciore di stomaco, secchezza delle fauci e nausea. In rari casi, provoca anche reazioni allergiche.

Come usare l’olio essenziale di menta nel trattamento della sindrome dell’intestino irritabile?

Finora gli studi sull’olio di menta e la sindrome dell’intestino irritabile si sono concentrati sulla sua forma in capsule. Non ci sono prove degli stessi effetti quando si assume il tè preparato con le foglie della pianta. Tuttavia, questa bevanda è considerata sicura.

Le capsule di menta piperita hanno di solito un rivestimento enterico che impedisce ai succhi gastrici di romperlo. Così, non si dissolvono fino a quando non raggiungono l’intestino. In questo modo, si evitano gli effetti collaterali come il bruciore di stomaco. Le dosi consigliate sono le seguenti:

  • Adulti: da 0,2 ml a 0,4 ml di olio di menta, 3 volte al giorno.
  • Bambini dagli 8 anni in su: da 0,1 ml a 0,2 ml di olio essenziale di menta, 3 volte al giorno.

Va sottolineato, che non devono essere assunte in concomitanza degli antiacidi, che potrebbero romperne il rivestimento. Inoltre, le capsule devono essere inghiottite intere. Non è conveniente usare da solo l’olio essenziale di menta ed è necessario assumere la dose corretta già misurata nelle capsule.

Capsule a base di olio essenziale di menta.
L’efficacia del composto nell’intestino irritabile è stata dimostrata nella forma della capsula.

Vi potrebbe interessare anche: Intestino irritabile: 10 alimenti indicati

Raccomandazioni per i pazienti con sindrome dell’intestino irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile è una malattia che richiede un approccio multidisciplinare. Pertanto, anche se gli integratori a base di olio di menta calmano i sintomi, il consulto medico risulta essenziale.

Medici, nutrizionisti e psicologi possono guidare nell’adozione di metodi efficaci per calmare i sintomi e prevenire spiacevoli complicazioni. Inoltre, può essere necessario modificare la dieta e adottare uno stile di vita sano. Alla luce di ciò, vale la pena di considerare quanto segue:

  • Garantire un’assunzione ottimale di fibre.
  • Evitare il glutine.
  • Adottare un piano dietetico speciale, noto come dieta a basso contenuto di FODMAP.
  • Fare sport.
  • Evitare fonti di stress.
  • Riposare bene.
  • Consumare acqua e bevande salutari.
  • Seguite il trattamento suggerito dal vostro medico.
  • Prendere in considerazione una terapia psicologica.

La ricerca sui trattamenti integrativi per la sindrome dell’intestino irritabile è ancora in corso. Per questo motivo, è ora possibile assumere integratori, come l’olio essenziale di menta, che aiutano a gestire i sintomi. Tuttavia, è bene consultare il proprio medico prima di sceglierli.

Potrebbe interessarti ...
Sindrome dell’intestino irritabile e il ruolo della dieta
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Sindrome dell’intestino irritabile e il ruolo della dieta

La sindrome dell'intestino irritabile è una delle malattie gastrointestinali più frequenti. Numerosi studi affermano che la dieta esercita un ruolo...



  • Alammar N, Wang L, Saberi B, et al. The impact of peppermint oil on the irritable bowel syndrome: a meta-analysis of the pooled clinical data. BMC Complement Altern Med. 2019;19(1):21. Published 2019 Jan 17. doi:10.1186/s12906-018-2409-0
  • Cash BD, Epstein MS, Shah SM. A Novel Delivery System of Peppermint Oil Is an Effective Therapy for Irritable Bowel Syndrome Symptoms. Dig Dis Sci. 2016;61(2):560-571. doi:10.1007/s10620-015-3858-7
  • Khanna R, MacDonald JK, Levesque BG. Peppermint oil for the treatment of irritable bowel syndrome: a systematic review and meta-analysis. J Clin Gastroenterol. 2014 Jul;48(6):505-12. doi: 10.1097/MCG.0b013e3182a88357. PMID: 24100754.
  • Cappello G, Spezzaferro M, Grossi L, Manzoli L, Marzio L. Peppermint oil (Mintoil) in the treatment of irritable bowel syndrome: a prospective double blind placebo-controlled randomized trial. Dig Liver Dis. 2007 Jun;39(6):530-6. doi: 10.1016/j.dld.2007.02.006. Epub 2007 Apr 8. PMID: 17420159.
  • Chumpitazi BP, Kearns GL, Shulman RJ. Review article: the physiological effects and safety of peppermint oil and its efficacy in irritable bowel syndrome and other functional disorders. Aliment Pharmacol Ther. 2018;47(6):738-752. doi:10.1111/apt.14519