Olio essenziale di Ravintsara: quali sono i suoi benefici?

L'olio essenziale di Ravintsara è usato come antivirale, analgesico e rilassante. Ci sono prove delle sue proprietà? Ne parliamo in questo articolo.
Olio essenziale di Ravintsara: quali sono i suoi benefici?

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre, 2022

L’olio essenziale di Ravintsara è un prodotto ottenuto dall’albero della canfora del Madagascar (chemiotipo Cinnamomum camphora cineol). Si stima che sia stato estratto per la prima volta nel 1775 dal chimico e farmacista Antoine Baumé. Tuttavia, le sue proprietà medicinali iniziarono a essere valutate solo nel secolo scorso.

Oggi è apprezzato per le sue capacità calmanti, antiossidanti, antinfiammatorie e antivirali. Uno studio pubblicato sulla rivista Molecules spiega in dettaglio che ha applicazioni cosmetiche, industriali e farmaceutiche. Inoltre, è stato tradizionalmente utilizzato per scopi spirituali e religiosi. Vuoi saperne di più?

Usi e benefici dell’olio essenziale di ravintsara

Contrariamente alla credenza popolare, la ravintsara (Cinnamomum camphora cineole chemotype) non è originaria dell’isola del Madagascar. Questo albero di canfora, un membro della famiglia delle Lauracee, proviene in realtà dall’Asia, da paesi come l’India, la Cina e la Corea del Sud.

Tuttavia, i dati storici indicano che fu introdotto in Madagascar nel XVII secolo. Da allora la sua coltivazione si diffuse e divenne popolare al punto da essere conosciuta come “albero di canfora del Madagascar”. L’olio essenziale di questo albero si ottiene in gran parte dalle sue foglie, attraverso un processo di trascinamento in una corrente di vapore.

I suoi componenti principali sono 1,8 cineolo, alfa-pinene e alfa-terpinene, che gli conferiscono qualità antisettiche, antivirali e antiossidanti. Per i suoi molteplici usi nella medicina alternativa, c’è chi lo chiama “l’olio che guarisce tutto”.

Ma è efficace come si dice? Diamo un’occhiata più da vicino ai suoi possibili benefici.

Coadiuvante contro le infezioni

Uno dei principali vantaggi dell’olio essenziale di ravintsara ha a che fare con il suo potenziale antivirale. In particolare, viene utilizzato come coadiuvante per ridurre i sintomi influenzali, raffreddore e altre infezioni virali che colpiscono le prime vie respiratorie.

Tuttavia, mancano prove cliniche di questi effetti.

Anche così, uno studio sulla rivista Molecules dettaglia che ha qualità antimicrobiche e antimicotiche che potrebbero essere utili contro le infezioni della pelle e dei polmoni. Nello specifico è stato accertato che agisce efficacemente contro i batteri Serratia marcescens e i funghi Aspergillus niger e Aspergillus fumigatus.

Olio essenziale di Ravintsara contro l'influenza.
L’uso tradizionale dell’olio di Ravintsara per influenza e raffreddore non è certificato dagli attuali studi scientifici.

Diminuzione del dolore e dell’infiammazione

Nella medicina tradizionale, questa varietà di olio essenziale è usata come rimedio per dolori muscolari, emicrania, dolore neuropatico, tra gli altri. La ragione? I suoi composti volatili rilassano il sistema nervoso e producono una sensazione di sollievo. Inoltre, è antinfiammatorio.

Uno studio sugli animali riportato nell’Indian Journal of Pharmaceutical Sciences ha valutato il potenziale di questo olio per combattere l’emicrania. Il risultato ha mostrato che i costituenti aiutano a inibire la produzione di ossido nitrico e la risposta infiammatoria neurogena, implicata in questa malattia.

Nel frattempo, la ricerca condivisa nel Journal of Ethnopharmacology supporta i suoi effetti anti-infiammatori. Uno dei suoi composti attivi, il borneolo, è alla base di questa proprietà.

Si ritiene che abbia il potenziale per lenire le condizioni infiammatorie della pelle. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per confermarlo.

Sollievo dallo stress e stimolazione della memoria

In aromaterapia, l’olio essenziale di ravintsara viene utilizzato per rilassare il sistema nervoso e ridurre i sintomi dello stress. Infatti i dati aneddotici associano il suo utilizzo alla stimolazione della concentrazione e della memoria. Anche così, non ci sono prove scientifiche che lo dimostrino.

Insetticida

Uno degli usi domestici più importanti di questo olio essenziale è come insetticida. Tradizionalmente, è stato utilizzato per scacciare gli insetti comuni in casa, come pulci, formiche e acari.

Inoltre, uno studio dell’International Journal of Molecular Sciences ha riportato che i composti di questo olio sono una risorsa naturale per la gestione degli insetti, come lo scarabeo rosso della farina (Tribolium castaneum Herbst) e lo scarabeo delle sigarette (Lasioderma serricorne Fabricius), presenti in prodotti immagazzinati.

Sicurezza e precauzioni quando si utilizza l’olio essenziale di Ravintsara

L’olio essenziale di Ravintsara deve essere utilizzato solo esternamente, tramite diffusore o localmente, in combinazione con un olio vettore. La sua ingestione può essere tossica. I sintomi dell’avvelenamento vanno da vertigini e nausea a mal di testa, confusione e irritabilità.

In generale, è considerato sicuro per la maggior parte delle persone. Tuttavia, dovrebbe essere evitato nei seguenti casi:

  • Bambini sotto i 2 anni.
  • Ferite aperte.
  • Persone con malattie del fegato.
  • Donne in gravidanza o in allattamento.
  • Pazienti con malattie come il morbo di Parkinson o l’epilessia.
Epilessia che controindica l'olio essenziale di ravintsara.
Per chi soffre di epilessia questo olio è controindicato a causa della sua capacità di alterare il funzionamento neuronale. Per precauzione, non è raccomandato in questi casi.

Come si usa l’olio essenziale di Ravintsara?

Questo olio viene utilizzato per l’aromaterapia in un diffusore di aromi. Si applicano 15 o 20 gocce di prodotto, da sole o in combinazione con oli di agrumi, come limone, pompelmo o arancia.

L’ideale è diffondere l’aroma per circa 30 minuti. Questo è utile per calmare i sintomi respiratori e lo stress.

Tuttavia, per uso topico deve essere combinato con un olio vettore (cocco, lavanda, mandorla o oliva). Nello specifico, ad un cucchiaio (15 ml) dell’olio base scelto si aggiungono 4 gocce di olio. Questo viene solitamente applicato ad aree come il collo, i polsi e il torace. Può essere utilizzato 2 o 3 volte al giorno.

Per i casi di insonnia, stress, ansia o qualsiasi mancanza di controllo emotivo, può essere combinato con olio di lavanda più un olio vettore. Idealmente, aggiungi proporzioni di 5 gocce di ciascun olio essenziale per ogni 15 millilitri di olio base.

Se l’obiettivo è ridurre i dolori muscolari o articolari, basta aggiungere 5 gocce del prodotto a un cucchiaio di olio di arnica. Questo viene applicato mediante massaggi nelle aree desiderate.

Da ricordare

L’olio essenziale di Ravintsara è usato nella medicina tradizionale per le sue qualità immunomodulatorie, antiossidanti, antivirali e analgesiche. Di solito è un complemento contro le infezioni respiratorie e cutanee. Inoltre, aiuta ad alleviare i disturbi muscolari.

In ogni caso, l’evidenza sulle sue proprietà rimane limitata. Per ora, gli studi sono stati condotti principalmente in vitro e negli animali.

Pertanto, si suggerisce un uso prudente come rimedio per uso esterno. Non deve essere ingerito perché provoca intossicazione.

Potrebbe interessarti ...
Olio essenziale di Litsea cubeba: proprietà e per cosa usarlo
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Olio essenziale di Litsea cubeba: proprietà e per cosa usarlo

L'olio essenziale di Litsea cubeba viene usato per favorire il benessere fisico e mentale. Esaminiamo le sue principali applicazioni.



  • Lee SH, Kim DS, Park SH, Park H. Phytochemistry and Applications of Cinnamomum camphora Essential Oils. Molecules. 2022 Apr 22;27(9):2695. doi: 10.3390/molecules27092695. PMID: 35566046; PMCID: PMC9102863.
  • Shi, S., Wu, Q., Su, J., Li, C., Zhao, X., Xie, J., Gui, S., Su, Z., & Zeng, H. (2013). Composition analysis of volatile oils from flowers, leaves and branches ofCinnamomum camphorachvar.Borneolin china. In Journal of Essential Oil Research (Vol. 25, Issue 5, pp. 395–401). Informa UK Limited. https://doi.org/10.1080/10412905.2013.809323
  • Poudel DK, Rokaya A, Ojha PK, Timsina S, Satyal R, Dosoky NS, Satyal P, Setzer WN. The Chemical Profiling of Essential Oils from Different Tissues of Cinnamomum camphora L. and Their Antimicrobial Activities. Molecules. 2021 Aug 24;26(17):5132. doi: 10.3390/molecules26175132. PMID: 34500567; PMCID: PMC8434199.
  • FAN, L. & LIN, Q. & YANG, N. & CHEN, L.. (2020). Analgesic Effects of the Essential Oil from Cinnamomum camphora Against Nitroglycerin-induced Migraine in Mice. Indian Journal of Pharmaceutical Sciences. 82. 10.36468/pharmaceutical-sciences.634.
  • Xiao, S., Yu, H., Xie, Y., Guo, Y., Fan, J., & Yao, W. (2021). The anti-inflammatory potential of Cinnamomum camphora (L.) J.Presl essential oil in vitro and in vivo. In Journal of Ethnopharmacology (Vol. 267, p. 113516). Elsevier BV. https://doi.org/10.1016/j.jep.2020.113516
  • Jeannot, V., Roger, B., Chahboun, J., & Baret, P. (2007). Ravintsara (Cinnamomum camphora (L.) Presl.) essential oil and hydrolat in therapeutics. International Journal of Essential Oil Therapeutics, 1(1), 35–38.
  • Guo S, Geng Z, Zhang W, Liang J, Wang C, Deng Z, Du S. The Chemical Composition of Essential Oils from Cinnamomum camphora and Their Insecticidal Activity against the Stored Product Pests. Int J Mol Sci. 2016 Nov 4;17(11):1836. doi: 10.3390/ijms17111836. PMID: 27827929; PMCID: PMC5133837.
  • Xiao S, Yu H, Xie Y, Guo Y, Fan J, Yao W. Evaluation of the analgesic potential and safety of Cinnamomum camphora chvar. Borneol essential oil. Bioengineered. 2021 Dec;12(2):9860-9871. doi: 10.1080/21655979.2021.1996149. PMID: 34699310; PMCID: PMC8810075.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.