Onicomicosi di mani e piedi: quali rimedi?

28 Maggio 2020
Alcuni rimedi per l'onicomicosi di mani e piedi sono diventati piuttosto popolari. Ma quali sono davvero efficaci? In queste sede desideriamo rispondere a questo interrogativo. Stiamo per spiegarvi cosa dicono gli esperti e come trattare queste infezioni micotiche.

I rimedi per l’onicomicosi di mani e piedi sono piuttosto ricercati. Questo disturbo, che si manifesta con depigmentazione bianca o giallastra, oltre che con prurito e altri sintomi che colpiscono le unghie, rappresenta un terzo delle infezioni micotiche della pelle.

Secondo il rapporto pubblicato dal Journal of Fungi, questa infezione è causata da funghi dermatofiti insediatisi nella placca ungueale, il che ne rende difficile il trattamento. Si tratta spesso di una condizione difficile da eliminare e i cui sintomi tendono a ricomparire con il passare del tempo. Qui di seguito riportiamo tutte le informazioni in merito.

Onicomicosi: cosa sapere

L’onicomicosi è un’infezione micotica che colpisce le unghie delle mani e dei piedi, sebbene questi ultimi in misura minore. Non è da considerare una malattia grave, ma si tratta di un problema di salute pubblica caratterizzata da un’elevata incidenza, una risposta inadeguata alla terapia e un impatto clinico non indifferente.

Come spiegato dall’American Academy of Dermatology, condizioni di caldo umido – tipiche di piscine e spogliatoi pubblici- favoriscono la comparsa di onicomicosi. Tale condizione è associata anche alla mancanza di igiene, alla sudorazione e alle calzature chiuse o a qualsiasi altra situazione che esponga le unghie a un ambiente umido per un tempo prolungato. Tra i sintomi spiccano:

  • Macchie bianche o diversa colorazione delle unghie.
  • Ispessimento delle unghie.
  • Unghie fragili, che si spezzano o che si sollevano dal dito.
  • Superficie delle unghie irregolare.
  • Prurito e cattivo odore (in pochi casi)
Onicomicosi di piedi e mani
L’onicomicosi colpisce le unghie delle mani e dei piedi

La maggior parte dei casi sono lievi e si limitano all’aspetto estetico. Tuttavia, quando l’infezione si complica può provocare dolore e causare danni irreversibili all’unghia.

Al tempo stesso, l’infezione richiede un’attenzione speciale nei soggetti diabetici o affetti da malattie immunitarie.

È importante garantire assistenza medica in questi casi, visto che qualsiasi lesione ai piedi -onicomicosi inclusa- può portare a serie complicazioni a causa della scarsa risposta immunitaria o dei problemi di circolazione di cui soffrono.

Leggete anche: Unghie nere dei piedi: come trattarle?

Rimedi per l’onicomicosi di mani e piedi: funzionano?

La tradizione popolare ha descritto un’ampia varietà di rimedi per l’onicomicosi di mani e piedi, ma il loro uso è ancora messo in dubbio dagli esperti. Nello studio pubblicato sul Journal of Fungi citato, vengono menzionate soluzioni come il tee tree oil e la pianta agerantina pichinchensis, dalle proprietà antimicotiche.

Anche altre sostanze come il propoli e il Vicks Vaporub hanno dato effetti interessanti contro l’onicomicosi in alcuni studi pilota. I risultati, tuttavia, non sono definitivi e sono necessarie ulteriori prove per determinare l’efficacia di questi trattamenti.

Ciononostante, il loro uso in quanto trattamento complementare è accettabile, visto che non sono stati evidenziati effetti indesiderati rilevanti negli esseri umani, il che suggerisce che potrebbero essere sicuri e tollerabili. Nella misura del possibile, andrebbero applicati in concomitanza al trattamento medico.

Tea tree oil
In alcuni studi, il tea tree oil ha dimostrato efficacia antimicotica ed è per questo considerato un possibile trattamento per l’onicomicosi.

Rimedi farmacologici in caso di onicomicosi

Allo stato attuale i rimedi maggiormente accettati nel trattamento dell’onicomicosi sono quelli di tipo farmacologico, sebbene siano ancora oggetto di studi. Secondo una pubblicazione dell’Indian Journal of Pharmaceutical Sciences queste opzioni terapeutiche sono disponibili in forma topica e orale.

Gli agenti topici includono formulazioni in spray, come l’amorolfina 5% e il ciclopirox 8%. Le pomate, le formule in polvere e altre ad applicazione topica di solito non sono particolarmente efficaci perché non penetrano con facilità.

Al contempo, il trattamento orale può prevedere griseofulvina, terbinafina, itraconazolo e ketoconazolo. Questi ultimi richiedono un periodo di somministrazione più prolungato e presentano un maggiore rischio di effetti collaterali, quali mal di testa, disturbi gastrointestinali ed eruzioni cutanee.

Sulla base di quanto appena detto, il dosaggio e i tempi di somministrazione devono essere indicati dal professionista. Bisogna considerare che entrambe le opzioni vanno somministrate con costanza se si desiderano ottenere risultati. In caso contrario, l’infezione potrebbe persistere e persino peggiorare.

Potrebbe interessarvi anche: Micosi della cute: 15 rimedi per trattarle

Cos’altro può essere utile contro l’onicomicosi di mani e piedi?

Dinnanzi a un problema come l’onicomicosi, è importante consultare il dermatologo per ricevere una diagnosi e un trattamento a seconda del caso.

Oltre a ciò, è possibile applicare alcune semplici misure per la cura di sé, ad esempio optare per calzature traspiranti, asciugare bene i piedi e indossare le ciabatte in luoghi umidi, come piscine, docce e spogliatoi.

  • Christenson JK, Peterson GM, Naunton M, et al. Challenges and Opportunities in the Management of Onychomycosis. J Fungi (Basel). 2018;4(3):87. Published 2018 Jul 24. doi:10.3390/jof4030087
  • Hammer, K. A. (2002). In vitro activity of Melaleuca alternifolia (tea tree) oil against dermatophytes and other filamentous fungi. Journal of Antimicrobial Chemotherapy50(2), 195–199. https://doi.org/10.1093/jac/dkf112
  • Romero-Cerecero, O., Román-Ramos, R., Zamilpa, A., Jiménez-Ferrer, J. E., Rojas-Bribiesca, G., & Tortoriello, J. (2009). Clinical trial to compare the effectiveness of two concentrations of the Ageratina pichinchensis extract in the topical treatment of onychomycosis. Journal of Ethnopharmacology126(1), 74–78. https://doi.org/10.1016/j.jep.2009.08.007
  • Veiga, F. F., Gadelha, M. C., da Silva, M. R. T., Costa, M. I., Kischkel, B., de Castro-Hoshino, L. V., … Svidzinski, T. I. E. (2018). Propolis extract for onychomycosis topical treatment: From bench to clinic. Frontiers in Microbiology9(APR). https://doi.org/10.3389/fmicb.2018.00779
  • Derby, R., Rohal, P., Jackson, C., Beutler, A., & Olsen, C. (2011). Novel treatment of onychomycosis using over-the-counter mentholated ointment: A clinical case series. Journal of the American Board of Family Medicine24(1), 69–74. https://doi.org/10.3122/jabfm.2011.01.100124
  • Shirwaikar AA, Thomas T, Shirwaikar A, Lobo R, Prabhu KS. Treatment of onychomycosis: an update. Indian J Pharm Sci. 2008;70(6):710–714. doi:10.4103/0250-474X.49088