Paradosso del danno da alcol: cos'è e perché succede?

Il paradosso del danno da alcol ci parla soprattutto di disuguaglianze socioeconomiche. Tuttavia, sono necessari più dati e ricerche per comprendere appieno questo fenomeno.
Paradosso del danno da alcol: cos'è e perché succede?

Ultimo aggiornamento: 29 aprile, 2022

Il paradosso del danno da alcol è un fenomeno sociale che potrebbe sembrare una contraddizione. È stato rilevato che il consumo di alcol ha effetti più gravi nei gruppi e nei paesi a basso reddito, nonostante questi segmenti non siano quelli che consumano di più la sostanza.

I dati disponibili indicano che vi è un maggiore consumo di alcol tra i settori e i paesi a reddito medio e alto. Tuttavia, le persone e le nazioni più povere hanno tassi più elevati di danno da questa sostanza. Si tratta appunto del paradosso del danno da alcol. Perché succede?

Consumo di alcol nel mondo

Attualmente si registra un alto consumo di alcol in tutto il mondo. In media, ogni persona ne consuma 6,2 litri all’anno. Tuttavia, in Europa la media è di 10,9 litri.

Le previsioni indicano che i consumi, in crescita, aumenteranno del 3% entro il 2025. 1 decesso su 17 nel mondo è dovuto ai danni causati dal consumo di alcol. Ciò rappresenta il 5,9% dei decessi totali. In Italia ogni giorno muoiono in media 48 persone a causa dell’alcol, più di 17.000 ogni anno.

Il paradosso del danno da alcol

Il fenomeno del paradosso del danno da alcol mostra che le persone con redditi più bassi consumano meno alcol rispetto a quelle a reddito più elevato, ma nonostante ciò subiscono maggiori danni alla loro salute.

Questo paradosso costituisce una vera sfida per gli epidemiologi e gli esperti di salute pubblica. Non esiste pieno consenso sulla spiegazione del fenomeno, ma la più accettata è quella che mette in relazione livello di reddito, istruzione e occupazione.

In questo modo, minore è il reddito, minore è l’istruzione e minore occupazione in una famiglia, minore è il suo livello socioeconomico. E viceversa. Su questa base, nel Regno Unito è stato riscontrato che persone con un modello di consumo simile, ma di status socioeconomico diverso, presentano effetti dissimili in termini di danni alla salute.

In Scozia è emerso che le persone più povere che bevono moderatamente subiscono più danni dal consumo di alcol rispetto alle fasce più ricche che ne fanno uso eccessivo. Ulteriori prove del paradosso del danno da alcol.

Consumo di alcol in persona ad alto reddito.
Nelle persone con reddito più elevato cambia anche il modello di consumo e il tipo di bevanda consumata.

Perché si verifica questo fenomeno?

Non esiste una risposta conclusiva sul motivo per cui si verifichi il paradosso del danno da alcol. Per ora, sono solo alcune ipotesi che potrebbero spiegare il fenomeno. Sono le seguenti.

Potrebbe interessarvi anche: Alcol e diabete: che rapporto esiste?

Comportamenti non sani

Secondo il paradosso del danno da alcol, nelle fasce più povere il consumo di alcol è accompagnato da un’altra serie di comportamenti malsani, come fumo, dieta povera, più alto stress e meno attività fisica.

Le persone più ricche sembrano seguire stili di vita più sani. Tuttavia, non esiste una ricerca scientifica che lo confermi con certezza. Molti credono che questa sia una visione stereotipata del problema.

Modelli di consumo

Un’altra possibile spiegazione potrebbe essere quella dei modelli di consumo. In questo caso, si suggerisce che le persone a basso reddito tendano a consumare quantità elevate di alcol in una singola sessione, mentre i più ricchi lo fanno in proporzioni minori, ma più regolarmente. Il primo di questi modelli di consumo sarebbe più dannoso.

Accesso alle cure

Questa è la teoria più ampiamente accettata. Le persone a basso reddito ricevono un’assistenza sanitaria più povera rispetto alle fasce medie o superiori della società.

Queste barriere fanno sì che i loro problemi di salute non vengano rilevati precocemente. Pertanto, non sono trattati correttamente.

Dati imprecisi

Molti ricercatori ritengono che i dati disponibili siano insufficienti per verificare il paradosso del danno da alcol. Presumono che ci siano rapporti imprecisi di consumo in gruppi speciali, come i senzatetto. Pertanto, non si può stabilire se i più poveri subiscono più danni, anche se consumano meno alcol.

Adolescente con alcolismo.
La maggior parte degli studi scientifici su questo fattore riguardano gli adulti, ma anche gli adolescenti sarebbero influenzati dagli stessi fattori.

Prospettive per una soluzione al paradosso del danno da alcol

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS ) ha proposto 3 misure per ridurre il consumo di alcol.

  1. Ridurre la disponibilità: è stato dimostrato che i luoghi con più siti di vendita di alcolici aumentano il consumo e sono correlati al maggiore numero di persone che riportano danni alla salute dovuti al consumo di alcol.
  2. Regolamentare il marketing: ridurre la pubblicità di bevande alcoliche o condizionarla può essere una misura efficace per scoraggiare il consumo.
  3. Alzare i prezzi: questa misura è controversa, poiché significa privare i più poveri dei consumi, riservandoli solo ai più ricchi. Di per sé, potrebbe portare all’uso di altre sostanze più economiche e forse più dannose.

Tra le possibili cause del paradosso del danno da alcol, ce ne sono due che dovrebbero essere affrontate a fondo. Il primo è l’accesso ai servizi sanitari. Tutte le persone, senza distinzione sociale, dovrebbero avere diritto a cure tempestive e complete.

Il secondo è la promozione di stili di vita sani. Le persone a basso reddito devono poter accedere a pratiche e abitudini sane. Ciò ridurrebbe il divario.

This might interest you...
Epatite alcolica: sintomi, cause e trattamenti
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Epatite alcolica: sintomi, cause e trattamenti

L'epatite alcolica è un'infiammazione del fegato dovuta al consumo di alcol. Si tratta di una lesione che può causare danni irreversibili al fegato...



  • Martínez-Sanguinetti, M. A., Leiva, A. M., Petermann-Rocha, F., Villagrán, M., Troncoso-Pantoja, C., & Celis-Morales, C. (2019). Una de cada cinco muertes en el mundo se asocian a una alimentación no saludable: ¿Cuál es la realidad chilena? Revista chilena de nutrición, 46(5), 653-655.
  • Montes-Santiago, J., and M. Roseiro-Sordo. “Las cifras del abuso de alcohol en España: cerca de 420.000 muertes en el siglo actual.” Rev. clín. esp.(Ed. impr.) (2018): 386-388.
  • Peña, Sebastián. “Socioeconomic differences in alcohol use, disorders and harm: Exploring the Alcohol Harm Paradox.” Dissertationes Scholae Doctoralis Ad Sanitatem Investigandam Universitatis Helsinkiensis (2021).
  • De La Jara, J. J. (2014). Salud del hombre, una paradoja cultural. Revista Médica Clínica Las Condes, 25(1), 11-13.
  • Pape, H., Rossow, I., Andreas, J. B., & Norström, T. (2018). Social class and alcohol use by youth: different drinking behaviors, different associations?. Journal of studies on alcohol and drugs79(1), 132-136.