Parassiti nel corpo: 9 sintomi nel indicano la presenza

31 Agosto 2020
Al di là dei sintomi specifici, i parassiti nel corpo possono causare sintomi o problemi di salute che non sempre sono ricollegati alla presenza di questi microrganismi. Ne parliamo in questo articolo.

Per molte persone, la presenza di parassiti nel corpo non è considerata un problema frequente. Pensano, piuttosto, che si tratti di un problema che riguarda esclusivamente i paesi più poveri. In realtà, questi organismi sono presenti in più di 3000 milioni di persone nel mondo; almeno secondo le stime dall’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS).

A seconda del tipo, tali organismi possono nutrirsi di globuli rossi, causando anemia, del cibo ingerito, causando denutrizione e ansia; o persino impedire che l’organismo elimini le tossine accumulate.

In accordo con quanto affermato dal Centers for Disease Control and Prevention, CDC, si possono contrarre attraverso il consumo di acqua o alimenti contaminati, il contatto con il sangue e le punture d’insetti.

Ad ogni modo, quando infettano l’organismo producono una serie di sintomi che, se non trattati, tendono a peggiorare. Motivo per cui, è importante imparare a individuare la presenza di parassiti nel corpo così da intervenire tempestivamente mediante terapia medica.

Parassiti nel corpo: i sintomi

Prima di tutto, occorre sottolineare che i parassiti sono organismi che vivono e si nutrono di un altro organismo. I più comuni sono quelli intestinali, che si insediano sia nell’intestino tenue che in quello crasso. È importante evidenziare che esistono svariati tipi di parassiti. Pertanto, i sintomi di un’infezione parassitaria possono essere altrettanto vari.

Ad ogni modo, è importante fare attenzione ad alcune manifestazioni cliniche, soprattutto se si è entrati in contatto con fonti d’infezione quali animali domestici, alimenti contaminati, aree a rischio, ecc.

1. Disturbi del sonno indotti dai parassiti

Come sappiamo bene, i disturbi del sonno si devono a molteplici cause. Di fatto, le diverse condizioni fisiche o emotive influiscono in modo diretto sulla ridotta produzione di melatonina.

Tuttavia, sebbene il fenomeno possa dipendere da molteplici fattori, bisogna tenere conto anche dei parassiti.

Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Immunology Research, questi organismi possono alterare gli schemi del sonno, sia per la conseguente risposta immunitaria che per gli effetti diretti. In sostanza, possono produrre:

  • Insonnia.
  • Difficoltà nel sonno.
  • Enuresi (minzione involontaria).
  • Digrignamento dei denti durante il sonno.
disturbi-del-sonno

Leggete: Le conseguenze di dormire meno di 8 ore

2. Problemi cutanei

Molte delle malattie che colpiscono l’organismo si riflettono anche sull’aspetto della pelle, provocando diverse alterazioni cutanee.

In tal senso, è importante considerare che anche le infezioni parassitarie possono scatenare alcune manifestazioni cutanee.

Infatti, una ricerca pubblicata sul North Carolina Medical Journal sostiene che i medici dovrebbero essere più consapevoli delle manifestazioni cutanee legate alle malattie parassitarie; in modo tale da intervenire tempestivamente con il trattamento del caso. Tra i diversi sintomi troviamo:

  • Ulcere.
  • Eczema.
  • Pelle secca.
  • Orticaria.
  • Eruzioni e brufoli.

3. Affaticamento

A causa dell’indebolimento e delle carenze nutrizionali che alcuni parassiti causano nell’organismo, si possono innescare forti episodi di affaticamento o una forte sensazione di spossatezza che impediscono persino di svolgere le normali attività.

4. Sindrome del colon irritabile

La sindrome del colon irritabile è un disturbo che comporta alcuni sintomi quali dolore addominale, gonfiore e stitichezza.

Dolore-pelvico

Sebbene non se ne conosca ancora l’origine precisa, si ritiene che in molti casi sia associata alla presenza di parassiti nel corpo.

Di fatto uno studio pubblicato sul World Journal of Gastrointestinal Pharmacology and Therapeutics ha riscontrato una maggiore presenza di organismi del tipo Blastocystis, Cryptosporidium e Giardia, nei pazienti affetti da sindrome dell’intestino irritabile.

Inoltre, suggerisce che tali parassiti svolgano un ruolo importante nella patogenesi dell’IBS. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per avere conferme.

5. Problemi digestivi e parassiti nel corpo

Come riportato in questa ricerca pubblicta su Parasite Immunology, questi organismi provocano diversi danni alla mucosa intestinale, il cui ruolo è quello di assorbire i nutrienti degli alimenti per garantire la corretta digestione.

La conseguente alterazione nelle cellule che la compongono, può causare alcuni disturbi digestivi quali:

  • Infiammazione addominale.
  • Problemi di digestione.
  • Mal di stomaco ricorrente.
  • Allergie e intolleranze alimentari.

6. Anemia

Alcuni casi di anemia possono dipendere da infezioni parassitarie. Secondo una ricerca pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, i parassiti che causano una perdita di sangue e portano all’anemia includono:

  • Anchilostomi (Necator americanus e Ancylostoma duodenale).
  • Infezione da vermi (Trichuris trichiura).
  • Schistosomiasi (Schistosoma mansoni, haematobium e japonicum).

7. Problemi di peso

Perdere peso senza ragioni apparenti può essere visto da molti come un beneficio. Tuttavia, dietro un evento simile può celarsi un problema legato dai parassiti.

Come afferma questo studio pubblicato su Archives of Medical Science, le parassitosi nell’infanzia sono associate a: anemia, anoressia, perdita di appetito, ritardi nella crescita e nello sviluppo.

Inoltre, sono altrettanto collegate ad alterazioni della secrezione di leptina e di adiponectina. Pertanto, la somma di tutti questi fattori contribuisce alle variazioni dell’indice di massa corporea e all’eccessiva perdita di peso.

8. Squilibri mentali e parassiti nel corpo

Quando questi patogeni invadono il corpo, possono compromettere i processi mentali, così come il funzionamento del sistema nervoso.

Come indica questo studio pubblicato sul Journal of Food Protection, alcuni parassiti di origine alimentare, come i metacestodi della Taenia solium e le cisti del tessuto Toxoplasma gondii (bradyzoites); possono influenzare la salute mentale infettando direttamente il cervello.

Inoltre, la stessa ricerca afferma che tali organismi possono contribuire alle malattie mentali attraverso il sistema immunitario o influenzando i percorsi di neurotrasmissione. Tra i vari sintomi che si possono manifestare, abbiamo:

9. Problemi riproduttivi

La parassitosi è anche collegata a problematiche riproduttive come l’infertilità.

In una revisione pubblicata nel 2016 sulla rivista Parasitology Research, si è evidenziato che tali infezioni, in particolare quelle causate dai protozoi, possono causare infertilità attraverso la compromissione dei sistemi riproduttivi sia maschili che femminili.

Leggete: Che cos’è la malattia infiammatoria pelvica?

Parassiti nel corpo: quando consultare il medico?

In caso di sospetta parassitosi è necessario consultare un medico. Oltre ai sintomi appena descritti, possono verificarsi anche altre manifestazioni comuni come diarrea, vomito, febbre, prurito anale o vaginale e dolore addominale.

In ogni caso, sarà il medico a condurre una serie di esami diagnostici per confermare il tipo d’infezione e, su questa base, scegliere il trattamento più appropriato.

  • CDC. (2014). CDC – Parasites – About Parasites. Centers for Disease Control and Prevention. Retrieved from http://www.cdc.gov/parasites/about.html#infections
  • Ibarra-Coronado EG, Pantaleón-Martínez AM, Velazquéz-Moctezuma J, et al. The Bidirectional Relationship between Sleep and Immunity against Infections. J Immunol Res. 2015;2015:678164. doi:10.1155/2015/678164
  • Feldmeier H, Heukelbach J. Epidermal parasitic skin diseases: a neglected category of poverty-associated plagues. Bull World Health Organ. 2009;87(2):152–159. doi:10.2471/blt.07.047308
  • Caumes, E., & Bourée, P. (2008). Parasitic skin diseases. Revue Francophone Des Laboratoires. Elsevier Masson SAS. https://doi.org/10.1016/s1773-035x(08)70182-5
  • Jadallah KA, Nimri LF, Ghanem RA. Protozoan parasites in irritable bowel syndrome: A case-control study. World J Gastrointest Pharmacol Ther. 2017;8(4):201–207. doi:10.4292/wjgpt.v8.i4.201
  • Haque, R. (2007). Human intestinal parasites. Journal of Health, Population and Nutrition. https://doi.org/10.1128/CMR.00033-10
  • Shea-Donohue T, Qin B, Smith A. Parasites, nutrition, immune responses and biology of metabolic tissues. Parasite Immunol. 2017;39(5):10.1111/pim.12422. doi:10.1111/pim.12422
  • Perry, G. H. (2014). Parasites and human evolution. Evolutionary Anthropology. https://doi.org/10.1002/evan.21427
  • Yahya RS, Awad SI, Kizilbash N, El-Baz HA, Atia G. Enteric parasites can disturb leptin and adiponectin levels in children. Arch Med Sci. 2018;14(1):101–106. doi:10.5114/aoms.2016.60707
  • Nourollahpour Shiadeh, M., Niyyati, M., Fallahi, S., & Rostami, A. (2016, February 1). Human parasitic protozoan infection to infertility: a systematic review. Parasitology Research. Springer Verlag. https://doi.org/10.1007/s00436-015-4827-y