Parlare con i figli adolescenti: 4 utili consigli

· 9 agosto 2018
Durante l’adolescenza, i figli possono sperimentare molti cambiamenti ormonali, sociali, fisici e psicologici che influenzano la loro personalità e possono rendere difficile la comunicazione con i genitori. Vediamo alcuni consigli per parlare con i figli adolescenti.

Parlare con i figli adolescenti non è un compito facile. Di solito per i genitori è problematico riuscire a comunicare con loro semplicemente perché si usano linguaggi diversi. Sarà necessario caricarsi di pazienza e guidarli fin dove possibile.

Quando i vostri figli devono affrontare un problema, dovete orientarli, ma facendo in modo che lo risolvano da soli. Devono mettere in pratica la loro capacità di raziocinio. Analizzate insieme il problema e lasciate che siano i vostri figli a trovare la soluzione. Dite loro una frase incoraggiante come: “Pensa a quello di cui abbiamo parlato e prendi la decisione che reputi migliore e ricorda che dovrai assumertene le conseguenze responsabilmente”.

A seguire vi offriamo alcuni consigli che possono aiutare i genitori a parlare con i figli adolescenti.

Consigli per parlare con i figli adolescenti

Durante l’adolescenza si sperimentano cambiamenti fisici, psicologici, ormonali e sociali. Ciò rende la comunicazione con i genitori piuttosto complessa. Questi cambiamenti portano i ragazzi a desiderare di parlare di più con i loro coetanei e in molti casi ascoltano consigli che possono farli sbagliare.

Madre che parla con la figlia

Per questo motivo di seguito vi proponiamo alcuni consigli da mettere in pratica per parlare con i figli adolescenti.

1. Essere ragionevoli e mantenersi sulle proprie posizioni

Gli adolescenti sanno come convincere i loro genitori per raggiungere i loro scopi. Quando i genitori evitano di dare una punizione, possono risolvere il problema solo temporaneamente. Con questo atteggiamento dimostrano ai figli che, se insistono, faranno quello che vogliono loro. Per questo è importante mantenere le proprie posizioni.

Bisogna senz’altro essere ragionevoli e lasciare che i figli espongano le ragioni per cui hanno infranto una regola. Per esempio, possiamo suggerire loro di chiedere il permesso di tornare dopo l’ora stabilita normalmente. In questo caso, se acconsentite e date il permesso, agirete in modo ragionevole senza cedere a un’insistenza.

Per rinforzare queste norme, si consiglia di riunire la famiglia per discuterne, in particolare dell’orario stabilito per rincasare. Potete anche valutare tutti i fattori prima di prendere una decisione. Dimostrerete ai vostri figli adolescenti che siete disposti a cedere se non viene violata nessuna regola.

2. Essere assertivi

Essere genitori assertivi è di grande aiuto, perché saprete difendere i vostri diritti ed esprimere le vostre opinioni senza offendere i vostri figli né permettendo che lo facciano loro. Attraverso le parole, si può ottenere una mediazione grazie alla quale entrambe le parti saranno soddisfatte dei risultati ottenuti.

Madre e figlia

Consigliamo di leggere anche: Adolescenza: l’importanza di non gettare la spugna

Assumere un atteggiamento assertivo nei confronti dei propri figli aumenterà le possibilità di ottenere l’obiettivo desiderato. E l’adolescente si sentirà più tranquillo e sicuro perché saprà che i genitori lo ascoltano e che i suoi sentimenti e opinioni contano per loro.

3. Essere un buon esempio

Non ci sono regole, manuali o segreti per parlare con i figli adolescenti. Per questo motivo è necessario avere tanta pazienza, comprensione e dare l’esempio con le parole. Il modo migliore è comportarsi come un modello esemplare quando dovete parlare con i vostri figli di argomenti che vi preoccupano.

In questa fase i figli iniziano a maturare sotto ogni punto di vista e vivono in una continua lotta per rendersi indipendenti dai genitori. Preferiscono trascorrere più tempo con gli amici mettendo in secondo piano la famiglia.

Si consiglia ai genitori di coinvolgere i giovani nella presa di decisioni che riguardino tutta la famiglia, che si tratti di un viaggio, l’acquisto di oggetto nuovo, cambiamenti a scuola, pianificare un trasloco, ecc. È importante considerare la loro opinione perché tutti insieme possano scegliere l’opzione migliore.

4. Trovare il posto e il momento adatto

Se pensate che i vostri figli abbiano un problema di condotta, dovete scegliere un momento e un luogo dove poter conversare tranquillamente, privo di interruzioni. Quando sarete rilassati, soprattutto i figli, potrete iniziare una comunicazione assertiva.

Madre e figlia

Iniziate a parlare dell’argomento descrivendo il problema in maniera semplice e diretta. Si tratta di dire come vi sentite nei confronti del comportamento dei vostri figli, ma senza giudicare direttamente la sua personalità. Si tratta di correggere il comportamento. Deve essere chiaro che ad avervi infastiditi è stato il suo atteggiamento, non la sua personalità.

Consigliamo di leggere anche: La frustrazione dei genitori dinanzi al mutismo dell’adolescenza

Sappiamo che non è facile parlare con i figli adolescenti e in molte occasioni non si può evitare di litigare. Tuttavia, se si alterano o cominciano ad alzare la voce, dovete mantenere la calma. Dovrete riuscire a tranquillizzarli e dire loro che quando riprenderete la discussione quando saranno più calmi.

Ricordate che noi adulti siamo tenuti a dare l’esempio, così la conversazione sarà fruttuosa ed entrambe le parti otterranno diversi vantaggi.

Guarda anche