Perché è difficile amare chi non si ama

Chi non si ama crede di non essere degno dell'amore altrui. La sua paura dell'abbandono lo rende più propenso allo stesso. 

Innamorarsi delle persone che non amano se stesse può essere davvero difficile.

Il motivo principale è che, quando si ama qualcuno, gli si vuole sempre ricordare quanto è incredibile. Per una persona che non si ama, però, è difficile accettare questo tipo di commenti.

Le persone che non si amano di solito rifiutano i complimenti senza rendersi conto di quanto possa essere doloroso per gli altri. Per questo motivo, cerchiamo tutti un partner che sappia valorizzare se stesso.


Tuttavia, quanto appena detto non è l’unico motivo che rende difficile amare chi non ama se stesso. A seguire altri motivi:

La comunicazione è difficile

La comunicazione può divenire una vera odissea se si sta con qualcuno che non sa amare se stesso.

Queste persone sono solite interpretare male le cose dette e capire sempre il peggio.

Per molti, è davvero frustrante vivere situazioni del genere. Nella maggior parte dei casi, chi non si ama proietta i suoi difetti sul partner.

È difficile prendersi cura di chi non si preoccupa di sé

coppia-che-si-lascia

Per qualsiasi persona, può essere frustrante amare qualcuno che non ama se stesso e non si preoccupa di sé. Questo trasforma frasi spontanee come “stai benissimo oggi” in una discussione a causa della bassa autostima di uno dei componenti.

A causa dei suoi problemi di insicurezza, è probabile che la persona inizi a rimproverarvi per tutto quello che dite.

È stancante sprecare il proprio tempo e le proprie energie nel tentativo di far sorridere la persona che si ama e non ottenere il risultato sperato. Dopo tutto, per quanto vi sforzate, è poco probabile che si fidi di voi o che valorizzi le vostre parole.

Le persone che non si amano tendono a dipendere troppo 

È normale, in giusta misura, che se il vostro partner è triste o negativo, possa fidarsi e contare su di voi per essere incoraggiato e per stare meglio. Di certo vi aspettate lo stesso dall’altra persona.

Questo smette di essere sano quando si dipende dal partner per essere felici. L’estrema dipendenza può condurre una persona ad essere troppo asfissiante

Inizierete a pensare di lasciarlo. Con il tempo, vi convincerete che non è poi un’idea così cattiva e il motivo della sua felicità svanirà.

Chi non si ama di solito rifiuta l’aiuto altrui 

Quando si ama qualcuno, lo si vuole aiutare a trovare il proprio benessere. Tuttavia, dovete ricordare che il suo rifiuto verso se stesso esiste da prima di conoscervi, elemento che indica che non vuole ricevere aiuto da nessuno.

Questo complicherà le cose poiché, anche se credete che prima o poi accetterà il vostro aiuto, in realtà è davvero poco probabile che accada.

Dovete ricordare che non si possono cambiare le persone. Nessuno è capace di trasformare la sua essenza per essere chi vogliamo o ottenere quello che ci aspettiamo. 

La fiducia nel rapporto verrà meno

bacio-sul-collo

Quando qualcuno non si ama, non capisce perché è amato da altre persone. È sempre preoccupato che il suo partner “si accorga” di come è davvero e che lo lasci.

Questo atteggiamento rende molto difficile stabilire un vincolo di fiducia con il proprio partner

Una persona che è perennemente angosciata o preoccupata che l’altra se ne vada è solita avere comportamenti negativi. Per ironia della sorte, sarà proprio questo timore ad allontanare il partner.

Cosa sapere se si ama una persona che non ama se stessa

Se vi trovate accanto a qualcuno che non ama se stesso, significa che siete persone affettuose e protettive. Tuttavia, non dovete pensare che una conversazione aggiusterà tutto.

Se siete davvero disposti ad aiutare il vostro partner a non rifiutarsi, dovete sapere che, per prima cosa, deve essere la persona in questione a voler cambiare davvero e ad accettare l’aiuto offerto.

Dovete fare attenzione, perché quando vi sentite spossati fisicamente ed emotivamente a causa della relazione, probabilmente si tratta di una situazione dalla quale dovete uscire.

In questo caso, dovete farvi alcune domande:

  • Credo davvero che il mio partner possa cambiare?
  • Il mio partner è consapevole della mia insoddisfazione?
  • È davvero interessato a cambiare?

Quando avrete le risposte, vi renderete conto se vale la pena continuare a provare.

Dopotutto, non dovete sacrificare la vostra felicità con una persona che non vuole smettere di essere infelice.

Ricordate che gli unici responsabili della vostra felicità siete voi stessi, così come il vostro partner deve esserlo della sua.