Perché i reni possono fare male: varie cause

7 Maggio 2020
Di fronte alla domanda sul perché i reni possono fare male, sono possibili diverse risposte. La presenza di dolore in questi organi rappresenta una ragione sufficiente per consultare il medico, dal momento che tutte le malattie renali devono essere trattate in fretta per evitare gravi conseguenze.

Alla domanda sul perché i reni possono fare male non vi è una risposta unica. Prima di tutto, bisogna dire che non accade di frequente che questi organi provochino dolore, motivo per cui un dolore a livello dei reni deve essere preso molto seriamente.

Esiste però un gran numero di miti riguardo alle cause per cui i reni possono fare male. A livello popolare, si crede che accada quando non si tiene ben coperta la schiena, permettendo al freddo di “entrare nel corpo”. Questa e altre dicerie simili sono infondate.

A questo errore si aggiunge il fatto che in numerose occasioni non sappiamo identificare con precisione la zona nella quale si presenta il fastidio. A volte ci domandiamo perché i reni possono fare male, ma in realtà il dolore interessa un’altra zona.

Perché i reni possono fare male?

Uomo con dolore ai reni

I reni sono organi vitali che svolgono un ruolo essenziale nel nostro organismo: hanno il compito di filtrare il sangue per mantenerlo pulito ed equilibrato dal punto di vista chimico. Filtrano circa 190 litri di sangue al giorno ed eliminano approssimativamente due litri di rifiuti nello stesso lasso di tempo.

I reni si trovano nella parte posteriore dell’addome, al di sotto delle costole e a ogni lato della colonna vertebrale. Quando fanno male, la sensazione viene percepita nella zona mediana della schiena o ai lati. A volte, fa male un solo lato. Tuttavia, non tutti i dolori alla schiena coinvolgono i reni.

Molte malattie renali si sviluppano in silenzio, finché non sono in stato avanzato. I motivi per cui i reni possono fare male spaziano dalla presenza di calcoli renali fino al tumore. Quelle che seguono sono alcune delle cause più frequenti di fastidi ai reni.

Calcoli renali

I calcoli renali, noti anche come nefrolitiasi o litiasi renali, provocano un forte dolore o sindrome nefritica. Si formano in seguito all’accumulo di sostanze presenti nell’urina. A volte sono piccoli come un granello di sabbia, ma possono anche raggiungere le dimensioni di una perla.

Quando i calcoli sono molto piccoli, si muovono liberamente lungo il tratto urinario e, in genere, vengono espulsi senza che si manifesti alcun sintomo. Quando invece sono più grandi, provocano un forte dolore che si presenta a ondate, viene percepito nella schiena o nel basso addome e peggiora con il movimento.

Nei casi più frequenti il dolore interessa il costato, ma con il trascorrere delle ore discende fino a coinvolgere la zona dell’inguine e dei genitali. Il fastidio non viene alleviato dall’assunzione di una postura diversa ed è generalmente accompagnato da nausea, vomito e bruciore o fitte durante la minzione.

Infezione

Uomo con dolore ai reni

Quando ci si chiede perché i reni possono fare male, una delle risposte possibili è rappresentata dalla presenza di un’infezione. Nei casi più frequenti, questa infezione ha origine nell’uretra o nella vescica e in seguito sale fino a raggiungere i reni. L’infezione può provocare un danno permanente agli organi oppure diffondersi nel flusso sanguigno e mettere a rischio la vita del paziente.

Uno dei sintomi consiste in un dolore intenso e persistente alla schiena, accompagnato da sofferenza e bruciore durante la minzione. Si sente spesso il bisogno di andare al bagno e l’urina emette un odore piuttosto forte. Non è raro che siano presenti anche nausea, vomito, febbre e brividi.

Vi consigliamo di leggere anche: Infezioni del tratto urinario (IVU): sintomi e cause

Rene policistico o cisti

Una cisti renale può essere asintomatica, fino a quando non raggiunge un volume importante. In questo caso, compare un forte dolore alla schiena e/o nei fianchi bassi. Sono frequenti anche mal di testa e tracce di sangue nelle urine.

Il rene policistico è una malattia genetica che si manifesta attraverso la formazione di gruppi di cisti che crescono e impediscono all’organo di funzionare correttamente. Provoca dolore ai fianchi o alla schiena e, in genere, dà luogo a calcoli e infezioni frequenti.

Potrebbe interessarvi leggere anche: 8 sintomi che ci avvisano di un malfunzionamento dei reni

Altre cause di dolore ai reni

I reni possono fare male anche a causa di un’idronefrosi, ovvero un’infiammazione renale dovuta all’accumulo di urina. Provoca un profondo dolore alla schiena, oltre a urina con tracce di sangue e febbre.

Il dolore può essere motivato anche da una trombosi della vena renale, un grave problema che comporta la presenza di una forte sofferenza alla schiena, dietro la parte inferiore delle costole e alle anche.

Anche le lesioni e le contusioni possono causare dolore a livello dei reni, proprio come lo stato di gravidanza. In quest’ultimo caso, la sofferenza è dovuta ad alterazioni subite dalla colonna a causa del peso. Il dolore a un lato della schiena e all’addome, simultaneo e accompagnato da ematuria, può essere sintomo di tumore al rene.

Morata Alba, J., Pérez García, B., & Carpena Lucas, P. J. (2015). Dolor abdominal: no siempre es lo que parece. Pediatría Atención Primaria, 17(67), e189-e192.