Piante medicinali per ridurre il colesterolo

· 3 settembre 2014
Sarà sufficiente preparare due tazze di tè al dente di leone e berle dopo i pasti principali per equilibrare i livelli di colesterolo.

Vi è mai successo di andare dal medico e sentirvi dire che avete il colesterolo alto? Se vi è successo, vi avrà spiegato che avete un eccesso di grasso nel sangue che può essere molto pericoloso se si sedimenta nelle vene e nelle arterie. Bisogna prendere dei provvedimenti per ridurlo, per ritrovare l’equilibrio di questo elemento base dell’organismo. Come farlo? Che ci crediate o meno, esistono molte piante medicinali che possono venire in nostro aiuto.

Piante che aiutano a ridurre il colesterolo

colesterolo

Innanzitutto bisogna avere chiara una cosa: il colesterolo è necessario per il nostro corpo perché grazie a questo vengono portati a termine molti compiti, vengono sintetizzate nuove cellule e nuovi ormoni fondamentali per svolgere diverse funzioni. Il problema è che di norma, a causa di abitudini di vita scorrette, si tende a produrne in eccesso. C’è troppo colesterolo nel corpo e il fegato non è capace di eliminarlo.

A volte ci sono persone che, sebbene conducano uno stile di vita sano e stiano attente all’alimentazione, presentano lo stesso un tasso elevato nelle analisi. In altre parole il corpo stesso può produrre questo eccesso così dannoso. Per questo la cura è essenziale. Vi consigliamo, dunque, di fare sempre attenzione all’alimentazione, di fare attività fisica e di seguire sempre i consigli del vostro medico. Se includete nella vostra dieta i seguenti infusi, inoltre, vi assicuriamo che anche questi vi saranno d’aiuto.

1. Dente di leone

dente di leone

Facile da reperire, si tratta di una pianta meravigliosa per l’apparato digerente e per ridurre il livello di colesterolo nel sangue. Desiderate sapere come funziona? Il dente di leone permette di controllare l’incidenza dei lipidi nel corpo regolando il metabolismo. È perfetto! Potete assumerlo due volte al giorno, la mattina e a metà pomeriggio. Mettete a bollire una tazza d’acqua con un cucchiaino di questa pianta. Ricordate: bevetelo dopo i due pasti principali.

2. Infuso di alpiste

alpiste

Avete mai sentito parlare dell’alpiste? È deliziosa e un rimedio fantastico per tenere sotto controllo il peso e per ridurre il colesterolo. Secondo gli esperti si tratta di una delle soluzioni più efficaci, accessibili e potenti per regolare il colesterolo. Agisce direttamente sul grasso nel sangue favorendone l’eliminazione. Volete sapere come prepararlo? È molto facile, non dovete far altro che comprare l’alpiste per il consumo umano e metterne un cucchiaio in un bicchiere d’acqua da far bollire 10 minuti. Bevete senza filtrare due volte al giorno. Vi stupirà!

3. Tè all’aglio con tè verde

aglio

Sorpresi? Molto probabilmente sì, ma ricordatevi delle grandi proprietà curative dell’aglio. Già sapete che è un fantastico vasodilatatore, dilata le arterie favorendo così la circolazione sanguigna, regola la pressione arteriosa e possiede effetti diuretici. Se lo unite al tè verde, la loro combinazione è semplicemente perfetta. Per preparare l’infuso non dovete far altro che bollire due teste d’aglio crude e schiacciate in una tazza di tè verde per 10 minuti. In seguito spegnete il fuoco e lasciate riposare per 5 minuti. Filtrate l’infuso e aggiungete il succo di mezzo limone spremuto. Dovete berlo a digiuno e poi una seconda volta prima di andare a dormire.

4. Cardo mariano

cardo-mariano

Si tratta di un classico, non c’è dubbio. È eccellente per prendersi cura del fegato e per regolare il colesterolo. Questa pianta favorisce l’eliminazione dei grassi e dei lipidi aiutando a mantenere il corretto metabolismo del corpo. Si tratta di un semplice alleato che non bisogna farsi scappare. Riduce il colesterolo e i trigliceridi. Nei negozi naturali potete trovarlo sia in compresse che sotto forma di infusi in bustina già pronti per essere utilizzati. Potete berlo due volte al giorno dopo i pasti principali, ma ricordate soprattutto di essere costanti nel suo consumo perché se lo bevete una volta ogni tanto non otterrete risultati.

5. Ultima curiosità: scorza d’arancia

scorza d'arancia

Lo sappiamo, l’arancia non è una pianta, ma un frutto. Tuttavia, non abbiamo potuto fare a meno di parlarvi di questo semplice rimedio. Secondo uno studio condotto da diverse università statunitensi, la scorza d’arancia contiene dei fantastici flavonoidi per combattere il colesterolo (la buccia d’arancia, infatti, contiene più flavonoidi che il succo stesso, fino al 20%). Dunque, come resistere? Dovete provare! Non dovete far altro che grattugiare la scorza di un’arancia, l’equivalente di un cucchiaio e mezzo. Fatela bollire in una tazza d’acqua e aggiungete un cucchiaino di miele. Il sapore è sensazionale e il risultato magnifico. Vi consigliamo di bere un infuso di scorza d’arancia due volte al giorno dopo i pasti principali. Non dubitate!

Guarda anche