Pietra pomice: possibili usi e benefici

La pietra pomice è una roccia vulcanica che ha proprietà utili per la pulizia. Sono molteplici i benefici nella cosmetica e in casa, di cui parleremo in questo articolo.
Pietra pomice: possibili usi e benefici

Ultimo aggiornamento: 12 luglio, 2021

L’uso della pietra pomice è diventato popolare grazie ai suoi numerosi benefici. È presente in tutte le forme, dimensioni e colori. Questa roccia vulcanica è anche conosciuta come pomice e il suo impiego risale a migliaia di anni fa.

Gli ingegneri romani, per esempio, la aggiungevano al calcestruzzo per ottenere un materiale da costruzione molto resistente. Viene ancora impiegato con questo fine, di fatto, e si cercano nuovi modi per migliorare il cemento a partire dai suoi componenti.

È un materiale talmente resistente da poter essere esposto al freddo, al fuoco e all’umidità senza danni. È duro e abbastanza leggero da poter galleggiare in acqua. Abrasivo, ma delicato a contatto con la pelle; motivo per cui molti suoi usi sono legati alla cosmetica.

Benefici per la pelle

Come anticipato, la pietra pomice è diventata popolare grazie alle sue numerose applicazioni per la pelle. Nelle righe che seguono mostriamo come può essere usata in casa.

Elimina i peli

La pietra pomice viene usato per la depilazione di qualsiasi parte del corpo. Tale uso risale agli antichi egizi, greci e romani. Queste civiltà mescolavano la pomice a unguenti e oli di origine naturale per eliminare i peli e realizzare riti di bellezza.

Oggi, migliaia di anni dopo, continuiamo a usare questa pietra, il cui punto forte è quello di rimuovere i peli superflui, lasciando la pelle morbida e rinnovata. Va ricordato, tuttavia, che non è adatta per pelli molto secche.

D’altro canto, è sempre necessario utilizzare un sapone o una schiuma che faciliti i movimenti circolari che devono essere effettuati per ottenere i risultati desiderati.

Pietra pomice.
La pietra pomice può essere acquistata sul mercato in pratici formati.

Esfolia la pelle

Possiamo sfruttare le proprietà abrasive di questa pietra per esfoliare la pelle. Sempre sul mercato è possibile trovare saponi liquidi o saponette fatte con polvere di pietra pomice.

Il peeling artigianale risale popolo indiano con l’obiettivo di rimuovere il primo strato di pelle. Tenendo in considerazione che l’obiettivo non è ferirla, si raccomanda di utilizzare la pietra pomice umida e unita a oli di origine naturale.

Ammorbidisce aree dure

L’uso della pomice è molto comune nei centri estetici per rimuovere grossi pezzi di pelle morta come quella che tende a formarsi nei piedi e nelle mani. Oltre a eliminare i calli, ammorbidisce l’area.

Per ottenere i risultati desiderati, si deve immergere, preferibilmente in acqua tiepida, l’area da esfoliare. In seguito si applica un sapone che permette di muovere la pietra dolcemente. Tramite i movimenti circolari e delicati, la pelle ammorbidita nell’acqua inizia a staccarsi.

Rende più bianche le aree scure

Le macchie nelle articolazioni mobili, come le ascelle e i gomiti, sono prodotte dall’abrasione generata dalla depilazione con rasoi, dall’esposizione a determinati prodotti e da condizioni come il linchen planus pigmentoso.

Una volta scartato un disturbo dermatologico che richiede attenzione medica, si può usare la pietra pomice. Le sue proprietà aiutano a rimuovere la pelle pigmentata, facendo emergere la cute nuova e molto più chiara. Usatela con un po’ di olio di oliva per aumentare l’effetto.

Pulire i denti

È vitale avere i denti puliti. Non sorprendono, dunque, le numerose alternative che includono l’uso di questa roccia nel processo di microabrasione dello smalto, tecnica odontoiatrica che rimuove macchie o pigmentazioni dei denti.

Altri usi della pietra pomice

Questa roccia risulta utile in diversi ambiti della vita quotidiana. La si può usare per salvare un indumento, rendere un paio di jeans alla moda, rimuovere i peli degli animali domestici, rimuovere le impurità e lo sporco da alcuni utensili domestici.

Pietra pomice per eliminare le macchie dai vestiti

Le macchie sui vestiti appaiono in punti su cui si è generato molto attrito, a causa di un cattivo lavaggio o perché il materiale è propenso a macchiarsi. In questi casi, si può inumidire la pietra pomice e strofinarla con molta attenzione sui capi che si desidera salvare.

Si stende bene l’indumento e con l’aiuto delle mani lo si mantiene teso mentre si strofina la pietra. È importante farlo con calma e attenzione, in quanto si rischia di strappare il capo. Proprio per questo, la pietra pomice risulta estremamente utile per trasformare un pantalone rovinato in uno alla moda.

Rimuove i peli degli animali domestici

Se avete animali domestici, la desidererete con tutto il vostro cuore. Non è bello indossare abiti pieni di peli o avere mobili ricoperti di peli. Anche in questi casi, questa roccia vulcanica è ideale in quanto intrappola i peli nei suoi pori.

Ottima anche per la pulizia di tappeti, tende e sedili della macchina. Basta strofinarla con movimenti circolari sulla superficie desiderata. Per i tessuti delicati, conviene inumidirla.

Combatte l’accumulo di grasso nel forno

Se il forno è pieno di grasso indurito dalle numerose preparazioni, possiamo usare la pietra pomice. Basterà strofinarla con delicatezza, senza esagerare.

Questa pulizia va accompagnata da un po’ di sapone o sgrassatore. In alternativa, passare un po’ di bicarbonato sulla superficie grassa e dopo pulire con la pietra pomice inumidita.

Pietra pomice per rimuovere le impurità del bagno

Le macchie della tazza del wc sono indesiderate. L’aspetto peggiore è che non tutti i prodotti per la pulizia riescono a eliminarle del tutto. In questo caso basterà usare guanti, inumidire la pietra in acqua bollente e strofinarla nei punti interessati.

Per questo uso sono reperibili sul mercato diverse opzioni che hanno un manico in plastica per agganciare la pietra e migliorare la pulizia.

Pietra pomice su mattonelle.
Possiamo pulire meglio la casa grazie alla pietra pomice, in particolar modo il bagno.

Come pulire la pietra pomice?

Anche se questa pietra è famosa per la sua durezza, è necessario pulirla quando la si usa in casa, specialmente sulla pelle. In questo modo, non solo si estende il suo tempo di vita, ma si protegge anche il corpo.

Si raccomanda di lavare la pietra con acqua calda, usare uno spazzolino per i denti con cui sfregarla ed eliminare qualsiasi impurità presente nei pori. In seguito, va lavata nuovamente con acqua calda. Dopodiché, la si può sterilizzare immergendola in acqua bollente per cinque minuti.

Per farla asciugare, metterla su un panno asciutto ed esporla al sole o lasciarla all’aria aperta per farla asciugare in modo naturale. Non dovrebbe mai essere mantenuta umida per evitare la proliferazione di funghi e batteri.

Una soluzione economica

La pietra pomice è una grande alleata di bellezza e pulizia. Non fa male avere questo prodotto in casa, che può aiutare in molti modi a un prezzo molto basso. Un altro punto forte di questa roccia vulcanica, di fatto, è che si trova sul mercato a prezzi molto convenienti.

Potrebbe interessarti ...
Usi alternativi dell’aceto di mele: salute, bellezza e casa
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Usi alternativi dell’aceto di mele: salute, bellezza e casa

Oltre il suo uso culinario, l'aceto di mele è un prodotto molto utile per salute, bellezza e casa. Scoprite glu usi alternativi dell'aceto di mele.



  • Natera G, Alfredo E., Peraza Urrutia, Irene, & Uzcátegui Giannattasio, Gladys M. (2005). microabración del esmalte técnica para la remoción de manchas dentales. Acta Odontológica Venezolana43(3), 318-322. Recuperado en 17 de noviembre de 2020, de http://ve.scielo.org/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0001-63652005000300019&lng=es&tlng=es.
  • Myrna Rodríguez Acar, Fermín Jurado Santa Cruz, Maribet González González, Leticia Paulina Alfaro Orozco, Miguel Ángel Cardona Hernández. Liquen plano pigmentado invertido:
    revisión del tema a propósito de un caso. Rev Cent Dermatol Pascua • Vol. 22, Núm. 3 • Sep-Dic 2013. Disponible en: https://www.medigraphic.com/pdfs/derma/cd-2013/cd133f.pdf
  • Amaguaya Gushqui, Byron; Ruíz Cárdenas, Kerly. Estudio comparativo de la terapia de Exfoliación química y Exfoliación mecánica en el tratamiento de pacientes de 20 a 25 años de edad que presentan secuelas cicatriciales post acné atendidos en el Laboratorio de Clínica Estética de la Universidad Católica Santiago de Guayaquil, año 2016. Universidad Católica de Santiago de Guayaquil (Trabajo de grado en línea). Disponible en: http://192.188.52.94/bitstream/3317/7569/1/T-UCSG-PRE-MED-NUTRI-232.pdf
  • Jiménez González, Tatiana. Eber. Proyecto de Artes Pásticas, Universitas Miguel Hernández de Elche (2014 – 2015). Disponible en: http://dspace.umh.es/bitstream/11000/2325/1/TFG%20Jimenez%20Gonz%C3%A1lez,%20Tatiana.pdf
  • GONZÁLEZ CUERVO, CLAUDIA PAULINA, & MONTAÑO ANGARITA, ÁNGELA MARCELA, & CASTRO RODRÍGUEZ, DIANA CATALINA (2012). Obtención y caracterización de geopolímeros, sintetizados a partir de ceniza volante y piedra pómez, utilizados para el desarrollo y mejoramiento del concreto. El Hombre y la Máquina, (38),59-65. ISSN: 0121-0777. Disponible en: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=478/47823946007