Preparare i crauti in casa in maniera facile

18 Marzo 2020
Oltre a essere un cibo probiotico, i crauti sono ricchi di antiossidanti, vitamine, ferro e magnesio. Non dimentichiamo, poi, che anche il loro sapore è ottimo.

I crauti sono una ricetta tipica delle gastronomie centroeuropee, famosa in tutto il mondo. Si tratta di un prodotto probiotico ottenuto dal cavolo fermentato. Scoprite come preparare i crauti in casa in pochi e semplici passaggi.

Dl momento che preparare i crauti in casa è semplice ed economico, è possibile godere delle loro proprietà probiotiche. Nelle righe che seguono vi spieghiamo come prepararli passo dopo passo, in modo chiaro e semplice.

Crauti

Vasetto con crauti
I crauti sono un alimento probiotico a base di cavolo, di origine tedesca.

I crauti altro non sono che cavolo fermentato. La parola “crauti”, infatti, deriva dal tedesco sauerkraut, che significa “cavolo acido”. Per questo motivo, la loro preparazione richiede solamente cavolo e sale.

Si tratta, infatti, del risultato della fermentazione delle foglie di cavolo cappuccio immerse in acqua e sale.

Molto più che un alimento probiotico

Gli effetti dei crauti sulla digestione
I crauti offrono batteri intestinali sani, oltre a vitamine e minerali.

I crauti sono un prodotto dalle proprietà probiotiche. In altre parole, contengono microrganismi vivi che possono offrire diversi benefici alla salute del nostro intestino, stimolando gli enzimi digestivi e agevolando la digestione. Inoltre, rafforzano le difese immunitarie della mucosa intestinale.

I probiotici si sviluppano in maniera naturale nei prodotti fermentati. Per questa ragione, possiamo trovarli in un’ampia varietà di alimenti, come:

  • Yogurt
  • Kefir
  • Tempeh
  • Alcuni tipi di formaggio

Anche se i tipi di probiotici maggiormente studiati sono i bifidobatteri e i lactobacilli (L. CaseiB. Bifidus, ecc.), ne esistono molti altri.

D’altra parte, le proprietà dei crauti non si limitano al loro contenuto di probiotici. Contengono anche vitamine C, B e K. Inoltre, si tratta di una fonte di ferro e di magnesio. Infine, contengono antiossidanti come luteina e zeaxantina, importanti per la salute degli occhi.

Infine, presentano anche un alto contenuto di sodio. Se, pertanto, per motivi di salute siete tra le persone che devono limitarne il consumo, vi consigliamo di evitare il consumo di crauti.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Cibi probiotici per il benessere della flora intestinale

Come preparare i crauti a casa

Ingredienti

Come abbiamo già detto , per preparare i crauti in casa vi serviranno solamente:

  • 1 cavolo verde (potete utilizzare anche del cavolo verza violaceo, anche se la ricetta tradizionale prevede l’uso del cavolo verde).
  • Sale (15 grammi di sale per ogni chilo di cavolo). Il sale da tavola non rappresenta la scelta migliore. Optate per il sale marino.
  • 2 o 3 carote (facoltativo).

Dovrete munirvi anche di un recipiente o di un barattolo di vetro in cui conservare i crauti.

Vi consigliamo di leggere anche: Il cavolo viola per migliorare la flora intestinale

Come preparare i crauti

Come preparare i crauti a casa
Un passaggio fondamentale consiste nello schiacciare bene il miscuglio per estrarre il succo del cavolo.

1- Tagliare la verdura

  • Per prima cosa, pulite bene il cavolo. Per una migliore fermentazione, vi consigliamo di scegliere solo le foglie che si trovano in buono stato. A questo scopo, rimuovete dalle foglie qualunque pezzetto nero e scartate il fusto e la grande parte bianca del cuore.
  • Dopodiché, tagliate il cavolo in strisce molto sottili. A questo punto, potrete pesare il cavolo per sapere di quanto sale avrete bisogno.
  • Se scegliete di aggiungere anche della carota, seguite lo stesso procedimento. Prendete 2 carote e pulitele bene, togliendo la buccia. Poi tagliatele in strisce sottili e mescolatele con il cavolo.

2- Aggiungere il sale e ottenere la salamoia per preparare i crauti

  • Successivamente, dividete in diversi mucchietti la quantità di cavolo che avete ottenuto e iniziate a prepararne uno. Mettete il primo mucchietto di cavolo in una ciotola e aggiungete il sale.
  • Poi, con il mortaio oppure a mano, dovete strizzare con forza il cavolo oppure mescolarlo vigorosamente per alcuni minuti. L’obiettivo è quello di far uscire un po’ del succo del cavolo, in modo che si accumuli sul fondo della ciotola. La fermentazione sarà possibile proprio grazie a questo succo o salamoia.
  • Fate lo stesso con i mucchietto di cavolo successivi: aggiungete il sale e strizzate. Continuate così fino a quando non avete terminato con tutto il cavolo.

3- Conservare nel barattolo

  • Quando avrete finito, mettete il cavolo in un barattolo di vetro. Mentre lo inserite, dovete premere molto bene, in modo che non rimanga aria. Deve essere molto compresso.
  • A questo punto, la salamoia o succo deve essere sufficiente per coprire il cavolo nel barattolo. In caso contrario, potete colmare lo spazio rimanente mescolando 3 cucchiai di sale per ogni litro di acqua fino a coprire il cavolo nel barattolo.
  • Non riempite il barattolo di vetro fino al limite massimo, ma solo fino al collo.
  • Infine, chiudete molto bene il barattolo e lasciate fermentare il cavolo a temperatura ambiente in un luogo buio per un periodo compreso tra le 2 e le 4 settimane.

Facile, vero? Dopo le necessarie settimane di fermentazione, i crauti saranno pronti per essere serviti sulle vostre tavole.