Presenza di leucociti nelle urine: cosa significa?

Sono diverse le condizioni che portano a un aumento dei leucociti nelle urine. In genere, indica un avvenuto contatto con un agente patogeno o un germe.
Presenza di leucociti nelle urine: cosa significa?

Ultimo aggiornamento: 14 marzo, 2022

La presenza di leucociti nelle urine può dipendere da varie cause; di solito ci si accorge che i valori sono superiori alla norma in occasione di un controllo. In genere, indica che è avvenuto un contatto con un agente patogeno o un germe; dà, quindi, un’indicazione di una possibile infezione a carico del sistema urinario, come cistite, uretrite, prostatite, ecc.

Vediamo nel dettaglio come si determina la presenza di leucociti nelle urine, cosa significa, la diagnosi della patologia e il trattamento da seguire.

Analisi delle urine: a cosa serve?

Il test viene eseguito su un campione di urina ed è utile per rilevare vari disturbi, come un’infezione del tratto urinario o il diabete; inoltre vu su ricorre per effettuare controlli di routine, ad esempio nelle malattie renali.

Nelle analisi delle urine si valuta l’aspetto (colore delle urine, odore), il livello di acidità, la concentrazione e la presenza di varie sostanze come proteine, glucosio, sangue.

Quando vengono rilevate anomalie, ad esempio la presenza di leucociti nelle urine, possono essere necessarie analisi o test aggiuntivi; queste serviranno per capire l’origine del problema o dell’alterazione.

Cosa sono i leucociti e qual è la loro funzione?

I leucociti costituiscono un gruppo di cellule presenti nel sangue e nel tessuto linfatico. Sono anche chiamati globuli bianchi, poiché non hanno alcun tipo di pigmentazione caratteristica.

Ne esistono di vari tipi a seconda delle loro specificità e funzioni. Tra i più noti:

  • neutrofili
  • eosinofili
  • basofili
  • linfociti
  • monociti

Sono elementi del sistema immunitario, l’insieme di strutture che il corpo umano possiede come difesa dagli agenti estranei. Pertanto, se i valori sono fuori dal range, è possibile che sia in atto una malattia.

Possibili cause della presenza di leucociti nelle urine

Sono diverse le condizioni che portano ad un aumento di leucociti nelle urine. Come spiegano gli esperti, una variazione di questo parametro è espressione di un’infiammazione delle vie urinarie (causata dal contatto con agenti patogeni o germi).

La presenza di leucociti nelle urine è espressione di un'infiammazione del tratto urinario-

Tra le cause più comuni spiccano:

  • cistite. È l’infiammazione della vescica. I principali sintomi sono forte desiderio di andare in bagno, dolore e prurito; in alcuni casi febbre di moderata intensità.
  • Uretrite. È l’infiammazione dell’uretra e viene trasmessa per via sessuale. I sintomi sono disagio durante la minzione, minzione frequente, febbre moderata e dolore durante i rapporti sessuali. Inoltre, è possibile che vi sia un aumento delle perdite vaginali o prurito nel pene.
  • Vaginosi: è l’infiammazione della vagina. Di solito compaiono arrossamento e prurito e disagio durante i rapporti sessuali. Questi sintomi possono manifestarsi insieme a perdite diverse dal solito, con caratteristiche che cambiano a seconda dell’agente batterico.
  • Prostatite o infiammazione della ghiandola prostatica. È caratterizzata da disagio nella regione pelvica e nelle aree vicine, difficoltà nei rapporti sessuali (come eiaculazione precoce o infertilità) e sintomi urinari.
  • Pielonefrite: infezione e infiammazione dei reni e dell’uretra. Il paziente può avvertire mal di schiena, mal di testa, nausea, vomito, febbre, brividi e disagio nel basso tratto urinario. In quest’ultimo caso, è possibile avvertire anche i sintomi citati per le altre condizioni.

Diagnosi

La valutazione dei leucociti nelle urine viene effettuata attraverso un esame di routine. Il paziente raccoglie 40-50 millilitri di urina, scartando il primo getto. Pertanto, le possibili impurità dall’uretra vengono eliminate.

In laboratorio, il campione viene centrifugato e analizzato; si valuta la presenza di sostanze chimiche o altri elementi; si esaminano le cellule e le caratteristiche dell’urina.

Trattamento

Farmacista e cliente.

Il trattamento mira a eliminare la causa che provoca questa alterazione. I principali approcci sono:

  • Assunzione di farmaci specifici (antibiotici) per neutralizzare i patogeni e prevenire l’aggravamento del disturbo; antinfiammatori, se necessario.
  • Maggiore controllo dell’igiene, sia nella zona interessata che nel resto del corpo. Ad esempio, verificare che il paziente (specie nel caso dei bambini) abbia le mani pulite quando va in bagno, indossare abiti larghi per evitare irritazione, ecc.
  • Migliorare lo stile di vita, soprattutto la dieta, che deve essere sana ed equilibrata.

Presenza di leucociti nelle urine: che fare?

È importante risolvere ogni dubbio in sede di visita medica, seguire con scrupolo le indicazioni e cercare di migliorare lo stile di vita.

Soprattutto è necessario seguire alla lettera il trattamento antibiotico prescritto, per evitare che l’infezione si aggravi o si diffonda e possa provocare condizioni rischiose come la sepsi.

Potrebbe interessarti ...
Analisi del sangue a digiuno: perché?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Analisi del sangue a digiuno: perché?

Le analisi del sangue sono tra gli esami medici più comuni, in quanto forniscono molte informazioni sullo stato di salute di una persona.