Prevenire e trattare le emorroidi

· 27 luglio 2015

Le emorroidi sono molto fastidiose e possono persino arrivare a essere molto dolorose; ci sono persone che ne soffrono troppo spesso e in silenzio.

In questo articolo vi proponiamo alcuni semplici rimedi, del tutto naturali, per prevenire le emorroidi o trattarle in maniera veloce e senza effetti collaterali nel caso in cui ne stiate già soffrendo.

Che cosa sono di preciso?

Le emorroidi sono varici o infiammazioni delle vene di retto e ano. Tutti hanno queste vene, ma vengono considerate patologiche quando si dilatano e si ingrossano. In alcuni casi possono persino uscire dalla cavità anale. Questa infiammazione provoca prurito, dolore e a volte perdite di sangue.

Più della metà delle persone sopra i trenta anni di solito soffre di questo disturbo di frequente, sebbene in genere si consulti il medico solo quando provoca un forte dolore o sanguinamento.

Ci sono fattori che influiscono su questo problema di salute come la stitichezza, la sedentarietà, il sovrappeso o la gravidanza. Ci sono anche persone che soffrono di debolezza congenita dei tessuti, condizione che provoca indebolimento dello sfintere anale.

gravidanza

Trattamento generale

Il trattamento di base per prevenire e trattare le emorroidi in maniera naturale consiste in una alimentazione perlopiù ricca di frutta e verdura, ossia alimenti ricchi di acqua e fibre. Dovete fare attenzione agli alimenti raffinati ed aumentare il consumo di legumi, cereali integrali, frutta secca e semi.

Tuttavia, è tanto importante consumare questi alimenti quanto bere acqua a sufficienza fuori dai pasti, poiché una alimentazione ricca di fibre richiede anche molta acqua per digerirle correttamente.

Dovreste anche praticare attività fisica e muovervi ogni giorno, in particolare se avete un lavoro o una routine molto sedentari.

Infine, ogni volta che sentite lo stimolo di andare in bagno fatelo senza aspettare. Sebbene ci siano molte persone che non vogliono farlo fuori casa, dovete sapere che reprimere questo bisogno può peggiorare la stitichezza.

A seguire vi presentiamo alcuni rimedi naturali per potenziare gli effetti di questo trattamento.

Alimenti medicinali

Oltre a seguire le linee guida generali riguardo una alimentazione sana, potete includere nella vostra dieta alcuni di questi cibi che facilitano il transito intestinale e diminuiscono dolore e irritazione.

  • Psillio: è una fonte naturale di fibra solubile e insolubile che agisce da regolatore intestinale. Prendetelo mescolato in un bel bicchiere d’acqua prima di colazione e di cena.
  • Agar agar: questa alga, che si usa per fare la gelatina, facilita la funzione intestinale. Potete utilizzarla per preparare ogni tipo di dolce e ricetta in cui avete bisogno di addensare. Più agar agar aggiungete, più la pietanza si addenserà e si indurirà.
  • Semi di lino: i semi di lino sono un rimedio per la stitichezza, ma devono essere preparati nel seguente modo. Prima di andare a letto, mettete un cucchiaino di semi in un bicchiere d’acqua e lasciatelo riposare tutta la notte. Il mattino seguente bevete a digiuno tutto il bicchiere di acqua con i semi e aspettate 15 minuti prima di fare colazione.
semi di lino

Dente di leone

Secondo la medicina naturale, quando si soffre di emorroidi, il fegato è congestionato a causa di un eccesso di cibo che agisce da fattore scatenante.

Il dente di leone è una pianta medicinale molto depurativa che elimina le tossine che si accumulano nel fegato e nei reni. Bevete tre infusi al giorno di questa erba fino a che non vedete miglioramenti.

Potete anche prenderlo sotto forma omeopatica: Taraxacum officinale 15 CH (tre pastiglie sotto la lingua, tre volte al giorno, lontano dai pasti e dai sapori forti e mentolati come quelli del dentifricio e delle gomme da masticare).

Acqua fredda

acqua fredda

Applicare acqua molto fredda direttamente sulla zona anale dona un sollievo immediato per il dolore causato dalle emorroidi. Alcuni bidet hanno un getto verticale ideale in questi casi. Ciononostante, potete anche fare un bagno seduti e immergervi in un secchio con acqua fredda senza bagnarvi la parte bassa della schiena.

Immagini per gentile concessione di: Susan, Brian Yap e digiyesica.

Guarda anche