Prevenire il dolore fisico: suggerimenti di base

Alcune abitudini sono decisive al fine di prevenire il dolore fisico. Contribuiscono, inoltre, a una buona qualità della vita.
Prevenire il dolore fisico: suggerimenti di base

Ultimo aggiornamento: 29 luglio, 2021

In molte occasioni il trambusto quotidiano ci trascina verso il basso e trascuriamo l’aspetto più importante: prenderci cura di noi stessi! Ciò ha diverse conseguenze a livello fisico e mentale. Nelle righe che seguono vediamo in che modo è possibile prevenire il dolore fisico.

La comparsa di dolore fisico

Donna con torcicollo.
Il dolore di solito si manifesta con l’aumentare dell’età, ma alcuni fattori ne anticipano la comparsa.

Di solito il dolore fisico si manifesta con il passare degli anni e, sebbene sia associato a molteplici fattori che non possiamo sempre controllare, possiamo contrastarlo in vari modi.

Un’ampia varietà di studi scientifici descrivono la percezione del dolore come un tandem corpo – mente. Quando il dolore è leggero e temporaneo, può essere sufficiente cambiare certe abitudini.

Di fronte al dolore cronico, invece, sarà necessario un approccio più completo che includa la gestione dello stress o l’adozione di tecniche di meditazione. Prima di tutto, in presenza di dolore che persiste nel tempo, bisogna consultare il medico.

In secondo luogo, si può provare a calmare il dolore o impedire che peggiori adottano abitudini di vita sane. Siete pronti a cambiare la vostra routine?

Abitudini per prevenire il dolore fisico

Attività fisica regolare

Donna che fa sport per prevenire il dolore fisico.
L’esercizio fisico è una delle abitudini più consigliate per prevenire il dolore fisico. Al contrario, uno stile di vita sedentario aumenta il rischio di disturbi e malattie.

Generazione dopo generazione, stiamo cambiando i nostri ritmi quotidiani. Gli adulti svolgono lavori sempre più sedentari e i bambini danno la priorità ai dispositivi elettronici rispetto ai giochi fisici nel parco con gli amici.

Qual è il problema? Il corpo umano è pensato per essere in costante movimento. La National Library of Medicine degli Stati Uniti sottolinea che la mancanza di attività fisica può causare diversi problemi di salute, tra cui il temuto dolore fisico.

Per questo motivo, è importante essere consapevoli dell’impatto che la mancanza di attività ha sul corpo e regolare le proprie abitudini il prima possibile. I piccoli gesti possono fare la differenza! Per esempio, possiamo:

  • Parcheggiare l’auto più lontano e andare al lavoro a piedi.
  • Non utilizzare l’ascensore e accompagnare i bambini al parco.
  • È il fine settimana? Un piccolo giro in bici con la famiglia!

Esiste una moltitudine di sport a basso impatto: escursionismo, nuoto, ciclismo, danza, ginnastica ritmica, ecc. L’ideale è trovare quello che ci piace di più e che ci fa sentire meglio. Nel tempo, il dolore fisico dovrebbe iniziare a diminuire.

Seguire una dieta sana

Donna che cucina.
Si consiglia di mantenere corrette abitudini alimentari e orari regolari.

Una buona dieta equivale a saper mangiare. Se non ingeriamo calorie, vitamine e minerali a sufficienza, il corpo non potrà lavorare bene.

Curiosamente, in molti casi, prestiamo più attenzione al nostro aspetto fisico che alla salute dei nostri organi… Lo specchio la fa da padrone! Tuttavia, sapevate che un aspetto sano all’esterno inizia con una dieta equilibrata?

La società ci spinge a consumare cibo veloce, calorico e delizioso. Sta diventando sempre più complicato, ma conviene trovare il tempo per cucinare. In questo modo, potremmo aumentare il consumo di frutta e verdura, oltre a ridurre al minimo le modalità di cottura meno salutari.

Esistono molte definizioni di “dieta salutare”. L‘Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) spiega che “l’esatta composizione di una dieta varia, equilibrata e sana sarà determinata dal fabbisogno della singola persona, dal contesto culturale, dagli alimenti disponibili localmente e dalle abitudini alimentari”.

Tuttavia, si potrebbe dire che la base di una dieta salutare sono le verdure, la frutta e le proteine ​​magre. Quando andiamo al supermercato, dovremmo dare la priorità agli alimenti stagionali, locali e non trasformati.

Corretta gestione dello stress per prevenire il dolore fisico

Donna con mal di testa.
Una corretta gestione dello stress è essenziale per prevenire il dolore fisico.

Qual è il legame tra stress e dolore fisico? Non è facile rispondere, poiché le cause del dolore sono multifattoriali. Vivere con lo stress, di qualsiasi tipo, può indebolirci a lungo termine. Non importa se il problema è lavorativo, emotivo o fisico. Essere stressati significa che il sistema nervoso centrale è costantemente in “modalità di allerta”.

Questa costante attivazione del sistema nervoso rende il corpo più sensibile alla sofferenza. Ma non solo ci rende “più consapevoli del nostro dolore”, lo stress può anche renderci più inclini agli infortuni.

Una ricerca pubblicata su Physical Therapy spiega che un corpo stressato rilascia più cortisolo, un ormone che mette il nostro corpo in allerta, più reattivo e meno efficiente nei movimenti.

Inoltre, il cortisolo in quantità elevate inibirebbe la riparazione muscolare e la funzione del sistema immunitario. Il risultato? Non ci riprendiamo dall’esercizio fisico come dovremmo e il sonno è solitamente meno rigenerate.

Dormire 8 ore

Dormire bene per prevenire il dolore fisico.
Il sonno è essenziale per avere un corpo sano.

Il corpo umano può sopravvivere per giorni senza cibo, ma non senza dormire. Le ore di sonno e, soprattutto, la sua qualità sono determinanti per la salute fisica, come si evince dai risultati dello studio The association of sleep and pain: An update and a path forward.

Mentre dormiamo, i tessuti si rigenerano. Numerosi studi collegano la prolungata mancanza di riposo a un aumento del rischio di malattie cardiache, ipertensione, diabete o obesità. Anche questo fattore è collegato allo stress.

Il sonno è fondamentale nella fase di crescita e sviluppo. Il sonno profondo, di fatto, permette al corpo di secernere l’ormone che promuove la normale crescita nei bambini e negli adolescenti.

Questo ormone aumenta anche la massa muscolare e aiuta a riparare cellule e tessuti, a qualsiasi età, in misura maggiore o minore. Il sistema immunitario dipende dal sonno per mantenersi in salute.

L’equilibrio emotivo è fondamentale per prevenire il dolore fisico

Donna felice in mezzo alla natura.
Molte volte la nostra salute mentale e fisica dipende dagli occhiali con cui guardiamo il mondo.

L’equilibrio emotivo dona un senso di pace interiore, consente di controllare le emozioni e ci aiuta a capire l’importanza amare se stessi e vivere in un ambiente sociale sano.

Il pessimismo ha gli effetti contrari. Quando vediamo tutto grigi, ci ossessioniamo con il dolore e i nostri pensieri si rivolgono a tutto quello che non possiamo fare.

Questi pensieri influenzano negativamente il modo in cui percepiamo noi stessi. Per questo motivo, è spesso consigliabile concentrarci su quello che possiamo fare per ottenere una visione più realistica delle nostre capacità.

Attività semplici come la meditazione regolare e alcuni esercizi di respirazione possono aiutare a raggiungere l’equilibrio e la concentrazione necessari per mantenere il dolore lontano dalla propria vita.

È possibile prevenire il dolore fisico

Il dolore fisico è inseparabile dalle emozioni, dalle sensazioni e dalle esperienze. Oltre a condurre una vita sana, è importante prendersi cura dell’equilibrio interiore.

Se non siamo in pace con noi stessi, il corpo può provare disagio, fastidio e persino dolore. Per prevenire il dolore fisico, dobbiamo prima prevenire il dolore emotivo.

Potrebbe interessarti ...
Dolore e tensione muscolare dovuti allo stress
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Dolore e tensione muscolare dovuti allo stress

Dolore e tensione muscolare causati dallo stress sono fenomeni riconosciuti dalla scienza solo di recente. Ne parliamo in questo articolo.



  • Hannibal KE, Bishop MD. Chronic stress, cortisol dysfunction, and pain: a psychoneuroendocrine rationale for stress management in pain rehabilitation. Phys Ther. 2014;94(12):1816–1825. doi:10.2522/ptj.20130597
  • Finan PH, Goodin BR, Smith MT. The association of sleep and pain: an update and a path forward. J Pain. 2013;14(12):1539–1552. doi:10.1016/j.jpain.2013.08.007
  • Medic G, Wille M, Hemels ME. Short- and long-term health consequences of sleep disruption. Nat Sci Sleep. 2017;9:151–161. Published 2017 May 19. doi:10.2147/NSS.S134864
  • Darbor KE, Lench HC, Carter-Sowell AR. Do People Eat the Pain Away? The Effects of Acute Physical Pain on Subsequent Consumption of Sweet-Tasting Food [published correction appears in PLoS One. 2017 Feb 24;12 (2):e0173165]. PLoS One. 2016;11(11):e0166931. Published 2016 Nov 18. doi:10.1371/journal.pone.0166931
  • González K, Fuentes J, Márquez JL. Physical Inactivity, Sedentary Behavior and Chronic Diseases. Korean J Fam Med. 2017;38(3):111–115. doi:10.4082/kjfm.2017.38.3.111
  • McCaffrey, R., Frock, T. L., & Garguilo, H. (2003). Understanding chronic pain and the mind‐body connection. Holistic Nursing Practice17(6), 281–289. https://doi.org/10.1097/00004650-200311000-00002
  • Holist Nurs Pract. Nov-Dec 2003;17(6):281-7; quiz 288-9. Understanding chronic pain and the mind-body connection. doi: 10.1097/00004650-200311000-00002.
  • MedlinePlus. Riesgos de una vida sedentaria. https://medlineplus.gov/spanish/healthrisksofaninactivelifestyle.html
  • Phys Ther. 2014 Dec; 94(12): 1816–1825. Chronic Stress, Cortisol Dysfunction, and Pain: A Psychoneuroendocrine Rationale for Stress Management in Pain Rehabilitation. Published online 2014 Jul 17. doi: 10.2522/ptj.20130597
  • J Pain. Author manuscript; available in PMC 2014 Dec 1.
    Published in final edited form as: J Pain. 2013 Dec; 14(12): 1539–1552. The association of sleep and pain: An update and a path forward. doi: 10.1016/j.jpain.2013.08.007
  • Nat Sci Sleep. 2017; 9: 151–161. Published online 2017 May 19. Short- and long-term health consequences of sleep disruption. doi: 10.2147/NSS.S134864