Prevenire le lesioni sportive: 7 consigli

L'attività fisica a tutti i livelli presenta sia vantaggi sia rischi. In questa occasione offriamo alcuni consigli per prevenire le lesioni sportive.
Prevenire le lesioni sportive: 7 consigli

Ultimo aggiornamento: 13 settembre, 2021

Lo sport offre numerosi benefici in termini di qualità della vita, gode dunque di enorme popolarità. Ciononostante, esiste un’altra faccia della medaglia, ovvero le difficoltà fisiche. Ecco perché è importante sapere come prevenire le lesioni sportive.

Nella maggior parte dei casi, le lesioni sportive sono strettamente legate a tecniche di esecuzione scorrette, sforzi esagerati realizzati per un periodo di tempo prolungato, brusche variazioni di intensità e l’esecuzione di movimenti innaturali.

È possibile esprimere alcune considerazioni riguardo ai limiti che il corpo è in grado di sopportare e all’impiego dell’attrezzatura più adeguata per ogni attività. È giunto il momento di scoprire le pratiche migliori da adottare per ridurre il rischio di lesioni. Continuate a leggere!

Consigli per prevenire le lesioni sportive

I consigli che offriamo per prevenire le lesioni sportive non sono isolati. In altre parole, aumentano le proprie probabilità di essere efficaci quando vengono applicati congiuntamente.

Inoltre, bisogna considerare che le donne sono esposte a probabilità maggiori di subire inconvenienti fisici, perché in generale (ma non necessariamente le singole atlete) presentano le seguenti caratteristiche:

  • Maggiore instabilità articolare.
  • Rischio superiore di presentare bassi livelli di calcio e di vitamina D, soprattutto durante la menopausa.
  • Bacino più largo.
  • Spazio ridotto per il legamento crociato anteriore del ginocchio.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Stiramento muscolare: sintomi e trattamento

1. Eseguire un riscaldamento adeguato

Il primo consiglio utile per prevenire le lesioni sportive consiste nella realizzazione rigorosa di un processo di riscaldamento. Per quanto si tratti di un aspetto basilare, a volte l’essersi dedicati per molto tempo a una disciplina provoca un eccesso di fiducia.

La durata media del riscaldamento deve essere di 15 minuti. Inoltre, si consiglia in particolar modo di eseguire degli stiramenti muscolari, di correre ad andatura moderata e di effettuare una serie graduale di esercizi di resistenza. Gli effetti di un processo di preparazione corretto sono i seguenti:

  • Miglioramento del flusso sanguigno e del trasporto di ossigeno versi i muscoli.
  • Adattamento ai movimenti competitivi.
  • Incremento dell’estensione del movimento dovuto all’aumento di flessibilità.
  • Aumento della concentrazione.
Prevenire le lesioni sportive: ragazza che fa stretching.
Il riscaldamento è fondamentale. l’organismo si prepara in anticipo a svolgere un’attività che gli richiederà un certo sforzo.

2. Eseguire la tecnica corretta

Aver accumulato anni e anni nella pratica di un’attività sportiva non significa che si stia utilizzando la meccanica di esecuzione ideale. Potrebbero infatti essersi accumulate tensioni indesiderate in aree che prima o poi possono provocare la comparsa di una lesione.

Fate molta attenzione a ognuno dei movimenti che eseguite prima di aumentare il livello di difficoltà. Il preparatore atletico deve osservare con attenzione le esecuzioni e fornire le indicazioni adeguate che consentano di perfezionare la tecnica.

3. Mantenere il livello di idratazione per prevenire le lesioni sportive

L’idratazione è fondamentale, perché durante l’allenamento si verifica una perdita evidente di liquidi. Questa condizione diventa più acuta quando ci si trova in un ambiente caldo. Il consiglio è quello di rimpiazzare i liquidi perduti, per mantenere l’omeostasi e favorire il successivo recupero.

In questo senso, l’assenza della quantità necessaria di liquidi all’interno dell’organismo provoca debolezza e mancanza di coordinazione e di concentrazione, portando a una riduzione del controllo dei movimenti, con il rischio di causare lesioni.

4. Riconoscere i propri limiti

Gli sport presentano una componente emotiva. Spesso la volontà domina le capacità effettive, facendo sì che i movimenti superino le possibilità reali e provocando così la comparsa di lesioni.

Di conseguenza, un altro dei consigli utili per prevenire le lesioni sportive consiste nel saper identificare il limite massimo del proprio corpo e sviluppare questa sensibilità nei confronti dei segnali che indicano il suo raggiungimento.

5. Adottare una dieta adatta all’attività sportiva

Non si può aspirare a ottenere un grande rendimento e a evitare le lesioni senza adottare un’alimentazione caratterizzata da un equilibrio ottimale.

In questo caso, la dieta presenta alcune caratteristiche generiche che riguardano la proporzione di idrati di carbonio, grassi, proteine, vitamine e minerali. Ciononostante, la vera differenza risiede nella personalizzazione della dieta.

Per questa ragione, lo sportivo ha bisogno di un professionista che modelli la sua dieta in base alle sue esigenze specifiche. Inoltre, ognuno manifesta necessità differenti da quelle che devono essere effettivamente soddisfatte. Tenendo in considerazione questo aspetto, sarà possibile mantenere sotto controllo le lesioni ricorrenti.

6. Massaggi dopo la pratica sportiva

I massaggi rappresentano uno strumento molto efficace per difendersi dai problemi muscolari. Quindi, applicare le varianti tradizionali e quelle che si occupano della muscolatura profonda dopo l’esecuzione dell’esercizio fisico consente di liberare le tensioni muscolari.

Un massaggio decontratturante praticato una volta alla settimana riduce i possibili rischi. Al di là di questo aspetto, esistono ulteriori possibilità, come quelle che seguono:

  • Svedese.
  • Con pietre calde.
  • Automassaggio.
  • Massaggio ayurvedico.
  • Lomi Lomi o massaggio hawaianao.
  • Massaggio dei trigger point.
Massaggio.
I massaggi professionali sono più specifici e sono rivolti a dolori specifici o alla prevenzione di problemi futuri. Sono di uso comune negli sport da competizione.

Vi consigliamo di leggere anche: Crampi muscolari: possibili cause

7. Riposare fino a completa guarigione

Forse il consiglio più efficace per prevenire le lesioni sportive è proprio il riposo. In teoria, quest’ultimo dovrebbe concludersi quando il recupero muscolare è ormai completo e lo sportivo gode di una completa libertà di movimento senza percepire alcun fastidio.

Naturalmente, si tratta di un risultato molto difficile da ottenere nella pratica professionale, a causa dei tempi serrati imposti dai calendari sportivi.

Se una persona pratica sport a orari flessibili, è necessario che alterni dei giorni dedicati al riposo, facendo sì che quelli di allenamento non siano troppo vicini tra loro. Altrettanto utile è allenare differenti gruppi muscolari durante ogni giornata.

Prevenire le lesioni sportive migliora l’esperienza

Prevenire le lesioni sportive aiuta a ridurre al minimo le probabilità di subire un infortunio fisico. Tuttavia, esistono comunque eventi imprevedibili in presenza dei quali è necessario agire con rapidità, ricorrendo al riposo, al freddo localizzato, alla compressione e all’elevazione.

Come considerazione conclusiva, possiamo dire che quando si avverte fastidio durante l’esecuzione di alcuni movimenti richiesti dall’allenamento sportivo, si consiglia di rivolgersi subito a uno specialista, in modo da poter identificare tempestivamente la causa. Evitate le complicazioni!

Potrebbe interessarti ...
Lesione del muscolo ileopsoas: tipico nei calciatori
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Lesione del muscolo ileopsoas: tipico nei calciatori

La lesione del muscolo ileopsoas è un infortunio comune nei calciatori e di recente ha colpito l'attaccante del Real Madrid, Eden Hazard.