Primo soccorso negli anziani e incidenti comuni

Conoscere le manovre di primo soccorso negli anziani è utile in caso di cadute, ustioni, malattie cardiovascolari o altri incidenti comuni. Vi spieghiamo come intervenire.
Primo soccorso negli anziani e incidenti comuni

Ultimo aggiornamento: 10 maggio, 2021

Conoscere alcune manovre di primo soccorso negli anziani è fondamentale per poter intervenire in caso di incidente. Nei Paesi industrializzati l’aspettativa di vita è molto alta, tanto è vero che gran parte della popolazione ha un’età compresa tra 70 e 80 anni.

Man mano che invecchiamo, diventiamo più vulnerabili a qualunque lesione. Proprio per questo una ferita che nelle persone giovani non rappresenta un rischio, può mettere in pericolo la vita delle persone anziane.

Il primo soccorso negli anziani riveste particolare importanza nel caso di quelle persone che accudiscono un anziano. In questo articolo spieghiamo come agire.

Quali incidenti necessitano di manovre di primo soccorso negli anziani?

Gli anziani o gli adulti più avanti con l’età in genere hanno problemi di mobilità o sono più vulnerabili a qualunque problematica. Il motivo è che aumenta l’incidenza delle comorbilità. Parliamo, ad esempio, di osteoporosi, ipertensione arteriosa e demenza.

Oltre a ciò, a partire da una certa età, le condizioni di salute rendono necessaria la conoscenza di alcune manovre di primo soccorso per le persone anziane. Questa categoria, di fatto, è più soggetta a stati confusionali, preoccupazioni o problemi di vista e di udito. Ecco perché le manovre di intervento sono diverse rispetto a quelle adatte ai giovani.

Secondo un articolo di First Aid for Life, la maggior parte degli incidenti durante la terza età è rappresentata da cadute. Quasi il 75% riporta lesioni agli arti e alla schiena.

Come afferma uno studio pubblicato su Know What To Do, le cadute in genere sono associate a perdita della vista o problemi di equilibrio. Inoltre, è importante sottolineare che la scarsa stabilità può essere conseguenza dell’assunzione di farmaci.

Un’altra condizione di cui tenere conto nel caso degli anziani sono le emorragie. Molto spesso vengono somministrati farmaci anticoagulanti per trattare patologie cardiovascolari. In caso di lesione, il rischio di emorragia aumenta.

Incidenti domestici.
Le cadute sono molto comuni nella terza età, e sono dovute a diversi fattori di rischio.

Altri incidenti comuni

Le malattie cardiovascolari sono un altro fattore di cui tenere conto da anziani. Per esempio, aumenta il rischio di soffrire di infarti o di ictus.

Il primo soccorso negli  anziani può essere anche finalizzato al trattamento delle conseguenze di diabete, intossicazioni da farmaci o convulsioni. Inoltre, è importante considerare il rischio di disidratazione o agli sbalzi estremi di temperatura.

Interventi di primo soccorso negli anziani a seconda del caso

A seconda del tipo di incidente, bisogna eseguire una serie di manovre di primo soccorso per gli anziani piuttosto che altre.

Bisogna sapere come agire di caso in caso per limitare il rischio di complicazioni. Presentiamo nelle righe che seguono le situazioni più comuni.

1. Manovre di primo soccorso negli anziani in caso di caduta

La prima cosa da fare per prestare soccorso immediato agli anziani, a prescindere dalla situazione, è chiedere aiuto. Quando una persona cade, bisogna innanzitutto calmarla e muoverla con cautela.

Se il soggetto riporta un forte dolore, una tumefazione o incapacità di movimento, bisogna evitare di muovere la parte.

Se possibile senza provocare dolore, bisogna aiutare la persona ad alzarsi. In questi casi, il consiglio è farla mettere carponi, in modo da stabilizzarla. Quindi, dovrà staccare i gomiti da terra.

Nei casi in cui la caduta abbia provocato perdita di conoscenza, sanguinamento o nausea, si consiglia di recarsi subito al pronto soccorso. Lo stesso vale in caso di difficoltà respiratorie o sospetto di frattura ossea.

2. Come comportarsi in caso di incidente stradale

Gli incidenti stradali sono comuni. Secondo quanto spiegato in alcune riviste specialistiche di primo soccorso, nel caso degli anziani va seguita la strategia PAS: proteggere, avvisare e soccorrere.

La prima cosa da fare, dunque, è togliere dal centro della strada la persona o proteggerla. Bisogna chiamare subito i soccorsi. Fatto questo, bisogna fare tutto il possibile per liberare le vie aeree e per bloccare qualunque emorragia.

Potrebbe interessarvi anche: Trauma cranio-encefalico: in cosa consiste?

3. Primo soccorso negli anziani in caso di intossicazione

L’intossicazione negli anziani può insorgere per diverse cause. Come a qualunque età, bisogna considerare che potrebbe trattarsi di un tentativo di suicidio. Tuttavia, va anche tenuto conto che potrebbe trattarsi di un errore di assunzione di un farmaco.

In caso di intossicazione, bisogna risalire alla causa. Una volta individuata, l’ideale è chiamare il pronto soccorso per sapere come comportarsi esattamente.

Non provocate il vomito e non offrite al paziente alcun liquido o farmaco. Se l’intossicazione è dovuta a inalazione di gas -come diossido di carbonio o vernici- bisogna portare la persona in uno spazio con aria pulita.

4. Intervenire in caso di soffocamento

Il soffocamento può avvenire a qualunque età. Il primo soccorso negli adulti anziani non è poi così diverso da quello delle altre fasce di età. In assenza di problemi respiratori, bisogna invitare la persona a tossire e tranquillizzarla al massimo.

In caso di difficoltà respiratoria bisogna chiamare il pronto soccorso e iniziare delle manovre per disostruire le vie respiratorie.

Stiamo parlando della cosiddetta manovra di Heimlich. Da evitare il tentativo di estrazione dell’oggetto o dell’alimento con le mani o battendo il petto.

Kit di pronto soccorso

Per poter attuare le manovre di primo soccorso negli anziani è fondamentale contare su un buon kit da tenere in casa. L’ideale sarebbe averne uno in casa ma è ancora più importante che un anziano li tenga in casa. Dovrebbe poter contare su una serie di elementi fondamentali.

Dovreste tenere garze, forbici, cerotti e pinzette. Inoltre, è importante conservare nastro, tovagliolini antisettici e disinfettante per le mani. Ancora meglio è avere a disposizione borse del ghiaccio da tenere nel congelatore e un termometro.

D’altra parte, in casa dovreste tenere una serie di farmaci generici di base. Per esempio, antinfiammatori, analgesici, antipiretici e persino pomate antisettiche. Il dosaggio varia a seconda delle condizioni di salute della famiglia.

Ad esempio, se la persona in questione è un diabetico in terapia con insulina, sarà necessario poter contare su un dosaggio extra. Inoltre, si consiglia di monitorare la pressione arteriosa o un misuratore di insulina.

Cassetta di primo soccorso.
Un kit di primo soccorso deve essere presente in tutte le case, soprattutto se in casa è presente un adulto anziano.

Bisogna agire con determinazione e in fretta

Conoscere le misure basilari di primo soccorso per gli anziani previene diverse complicazioni e può persino salvare la vita. Bisogna avere ben chiaro come agire in ogni situazione.

L’ideale è che chiunque accudisce una persona affetta da un disturbo sia consapevole dei rischi a cui va in contro questa persona. A seconda della malattia, sarà più soggetto a un problema piuttosto che a un altro.

Ecco perché il consiglio per i familiari è quello di interessarsi alla patologia dei propri cari e di approfondire i veri rischi cui questi vanno in contro.

Se si agisce velocemente e con determinazione si riducono le probabilità che la persona incorra in lesioni gravi e irreversibili.

Potrebbe interessarti ...
Bendaggi e tutto quello che c’è da sapere
Vivere più saniLeggilo in Vivere più sani
Bendaggi e tutto quello che c’è da sapere

I bendaggi sono una procedura che si basa sull'avvolgere una parte del corpo ferita. In genere si usano garze, stoffa, bende o altri materiali.