Probiotici per migliorare la digestione

In molte occasioni, i disturbi digestivi derivano da uno squilibrio nel microbiota intestinale. Per questo, alcuni cibi contenenti probiotici possono migliorare la salute digestiva.
Probiotici per migliorare la digestione

Ultimo aggiornamento: 08 dicembre, 2020

La nostra alimentazione dovrebbe includere ogni giorno alimenti che favoriscono la salute del microbiota intestinale. Possiamo ricorrere ai probiotici per migliorare la digestione, ovvero cibi ricchi di microorganismi vivi che migliorano la salute dell’apparato digerente e generale.

Nelle righe che seguono presentiamo alcuni alimenti con probiotici che potranno aiutarvi a migliorare la digestione. Potete prepararli in casa sebbene debbano essere sottoposti a fermentazione.

Cosa sono i probiotici?

Gli alimenti probiotici sono formati da microorganismi vivi che restano attivi nell’intestino favorendo così il benessere del microbiota. Sono pertanto indispensabili per la corretta digestione, ma anche per la salute in generale.

A tale scopo bisognerà ricorrere ad alimenti fermentati. Un’opzione interessante potrebbe essere prepararli in casa.

A seguire trovate le ricette di alcuni dei cibi con probiotici più conosciuti. Ce ne sono per tutti i gusti, a base di latticini, frutta e ortaggi. Continuate a leggere per scoprirli!

3 probiotici per migliorare la digestione

L’intestino è ricoperto da batteri che formano il microbioma, un microsistema che collabora per mantenere la salute intestinale. Per prendersi cura del microbioma, è importante nutrire i batteri con i probiotici che vedremo a seguire.

1. Kefir

Cucchiaio di legno con kefir.

Lo yogurt, un alimento famoso in tutto il mondo, contiene probiotici in modo naturale, dato che viene prodotto tramite un processo di fermentazione. Quando è pastorizzato, può perdere una percentuale di questi batteri utili.

Un’altra interessante opzione è dunque il kefir. Questo latticino viene prodotto in casa grazie a un caglio batterico che si alimenta del lattosio del latte. Basterà aggiungere al latte un po’ di questi grani di Kefir che, con il tempo, cresceranno.

Ingredienti

  • 1 tazza di latte fresco (250 ml).
  • 2 cucchiai di grani di kefir (20 g).

Elaborazione

  • Unite il latte caldo e il kefir in un recipiente di vetro. Dovrete lasciare uno spazio di almeno due dita. Potete coprire il recipiente con un panno traspirante.
  • Lasciate fermentare a temperatura ambiente per 24 ore. Quanto più tempo trascorrerà, più acido e denso sarà il risultato. 
  • Trascorso questo tempo, filtrate il liquido. Potete addolcirlo con miele o zucchero di canna.

2. Probiotici per migliorare la digestione: bevanda di buccia d’ananas

Se vi piace l’ananas, dovete sapere che potete approfittare degli enzimi contenuti nella sua buccia per uno dei rimedi con probiotici più deliziosi.

Potete lasciarla fermentare con zucchero e ottenere una rinfrescante bevanda salutare. In alcuni paesi, è comune preparare e consumare bevande alcoliche e altre varianti a base di questo ingrediente.

Ingredienti

  • 1 ananas grande o 2 di medie dimensioni.
  • 1 tazza di zucchero (200 g).
  • 4 tazze di acqua (1 l)

Elaborazione

  • Lavate bene l’ananas e togliete la buccia.
  • Unite la buccia in un recipiente di vetro insieme allo zucchero e all’acqua.
  • Chiudete bene il barattolo, anche se dovrete aprirlo due volte al giorno.
  • Lasciate fermentare dai 4 ai 7 giorni. A partire dal quarto giorno, potete provarla. Se è ancora dolce, potete lasciarla fermentare ancora se lo desiderate.
  • Filtrate la bevanda e, se preferite, addolcitela.
  • È consigliabile berla fredda.

3. Crauti, un classico tra i probiotici per migliorare la digestione

Crauti in barattolo.
Questo tradizionale metodo di conservazione si è rivelato ideale per ottenere un salutare alimento probiotico.

Per ultimo, non può mancare uno degli alimenti fermentati più famosi del centro di Europa, i crauti (cavolo fermentato). Con questo metodo di conservazione, le persone si assicuravano di poter mangiare verdure durante tutto l’anno.

Attualmente, gli esperti hanno scoperto che questo alimento contiene probiotici, come è possibile leggere nell’articolo pubblicato sulla rivista Global Advances in Health and Medicine.

Ingredienti

  • 1 cavolo grande e molto fresco.
  • 1 cucchiaio di sale (15 g) per ogni chilo di cavolo.

Elaborazione

  • Lavate il cavolo e togliete le foglie che non sono in buon stato. Poi, tagliatele a julienne.
  • In un recipiente di vetro piuttosto capiente, aggiungete il cavolo e il sale a strati. Schiacciate il tutto affinché il cavolo rilasci il succo e non si formino spazi d’aria. 
  • Deve rimanere un po’ di spazio libero nel barattolo e il succo del cavolo deve coprire la miscela. Andranno fatte verifiche man mano che passano i giorni e, se necessario, schiacciare il cavolo.
  • I crauti saranno pronti in uno o due mesi. 

Consumo di probiotici per migliorare la digestione

I probiotici sono necessari per mantenere la buona salute dell’intestino, quindi di tutto l’organismo. Non dubitate e includeteli nella vostra dieta.

Volete provare questi rimedi con probiotici? Scoprirete sapori intensi e deliziosi il cui consumo quotidiano aiuterà a mantenere il microbiota in perfette condizioni, facendoci godere di ottima salute.

Potrebbe interessarti ...
Probiotici per i neonati: sono indicati?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Probiotici per i neonati: sono indicati?

I probiotici per i neonati o i bambini molto piccoli sono appropriati o si corre il rischio di modificarne la flora batterica intestinale?consiglia...



  • Butel, M.-J. (2014). Probiotics, gut microbiota and health. Medecine et Maladies Infectieuses. https://doi.org/10.1016/j.medmal.2013.10.002
  • Tuohy, K. M., Probert, H. M., Smejkal, C. W., & Gibson, G. R. (2003). Using probiotics and prebiotics to improve gut health. Drug Discovery Today.
  • Leite, A. M. de O., Miguel, M. A. L., Peixoto, R. S., Rosado, A. S., Silva, J. T., & Paschoalin, V. M. F. (2013). Microbiological, technological and therapeutic properties of kefir: A natural probiotic beverage. Brazilian Journal of Microbiology. https://doi.org/10.1590/S1517-83822013000200001
  • Taussig, S. J., & Batkin, S. (1988). Bromelain, the enzyme complex of pineapple (Ananas comosus) and its clinical application. An update. Journal of Ethnopharmacology. https://doi.org/10.1016/0378-8741(88)90127-4
  • Beganović, J., Kos, B., Leboš Pavunc, A., Uroić, K., Jokić, M., & Šušković, J. (2014). Traditionally produced sauerkraut as source of autochthonous functional starter cultures. Microbiological Research. https://doi.org/10.1016/j.micres.2013.09.015
  • ISRN Nutr. 2013; 2013: 481651. Published online 2013 Jan 2. Health Benefits of Probiotics: A Review. doi: 10.5402/2013/481651
  • Critical Reviews in Food Science and Nutrition. Volume 51, 2011 – Issue 3. Review: Functional Properties of Kefir. https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/10408390903579029
  • Braz. arch. biol. technol. vol.56 no.6 Curitiba Nov./Dec. 2013. Isolation and purification of bromelain from waste peel of pineapple for therapeutic application. https://www.scielo.br/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S1516-89132013000600012&lang=en
  • Glob Adv Health Med. 2014 Nov; 3(6): 12–18. Published online 2014 Nov 1. Regular Consumption of Sauerkraut and Its Effect on Human Health: A Bibliometric Analysis. doi: 10.7453/gahmj.2014.038