Problemi alla cervicale

23 marzo 2014
Mantenere una postura corretta è fondamentale per la salute della colonna vertebrale. Potete anche praticare alcune tecniche come lo yoga o la meditazione se il vostro dolore cervicale è frutto di problemi emotivi.

Vi è di certo successo di non poter muovere il collo o di provare molto dolore alla nuca come risultato di uno sforzo o delle vostre attività quotidiane. Per poter non solo trattare i problemi alla cervicale, bensì anche evitarlo, è utile che sappiate alcuni dati riguardanti i problemi alla cervicale.

Localizzazione della cervicale

Innanzitutto dovete sapere che il rachide cervicale si compone di sette vertebre che sono situate nella parte più alta della colonna vertebrale, cioè all’altezza della nuca. Ognuna di queste è collegata all’altra mediante delle articolazioni e a distanziarle sono i dischi intervertebrali. Le ossa della cervicale sono le più piccole di questa regione e si muovono grazie ai legamenti. Sono fondamentali perché hanno il compito di permettere i movimenti della testa e, soprattutto, il suo sostegno.

cervicale2

Il dolore alla cervicale può scatenarsi nella zona della nuca, ma può anche irradiarsi alla schiena e alle spalle, poiché il sistema è strettamente collegato.
Tale dolore limita il corretto funzionamento di ogni osso e di ogni vertebra e non permette di muoversi correttamente. In sostanza non ci si riesce a girare in uno dei due lati o “tira” muovendosi.
Nei casi più gravi questo dolore insorge insieme a formicolio, intorpidimento, nausea o mal di testa.

Quali sono le cause dei dolori cervicali?

Questi problemi sorgono principalmente a causa di movimenti inadeguati della testa, del collo e della schiena. I più frequenti sono:

  • una scorretta postura mentre si legge o si guarda la televisione
  • avere lo schermo del PC troppo alto o troppo basso
  • dormire scomodi, con un materasso o un cuscino inadeguati
  • chinarsi a raccogliere un oggetto da terra in modo brusco
  • girare il collo di scatto quando si fa un esercizio
  • una scorretta postura nel camminare o nell’usare il PC, come ad esempio incurvare le spalle o la schiena in avanti
  • accumulare molta tensione nella zona
  • una vita sedentaria
  • traumi o colpi
  • passare molte ore seduti o con una scorretta postura per lassi di tempi prolungati
  • l’obesità
  • l’artrosi cervicale
  • la debolezza muscolare
  • dolori cronici e non trattati al collo, alle spalle, alla nuca e alla schiena
  • la depressione, lo stress o l’ansia

Come prevenire il dolore cervicale?

Se tendete a soffrire di dolori al collo, alle spalle o alla schiena, è innanzitutto necessario che stiate molto attenti a come vi sedete, camminate o dormite. La postura è fondamentale per la salute della colonna vertebrale. Accertatevi sempre che la vostra colonna vertebrale segua una linea verticale che va dalla testa ai piedi. Controllate sempre come vi sedete, non incurvate la schiena, non piegate il collo in avanti, non fate “cadere” le spalle in avanti. Tutti questi fattori accumulano una grande tensione nell’area.

cervicale3

La postura ideale si ottiene tirando l’addome e allineando la colonna con la schiena e le spalle leggermente all’indietro, in modo che sia un movimento naturale, non forzato. Un’alternativa può essere appoggiare un libro sulla testa (meglio se pesante) e fare in modo che non cada. Potete camminare alcuni minuti con il libro in testa e fate molta attenzione a come vi sedete, vi coricate o camminate.
Se i vostri dolori cervicali si devono a problemi emotivi, che di norma creano tensione nella zona del collo, vi consigliamo di prendere le cose con più calma, di analizzare le situazioni e che non vi lasciate sopraffare dai problemi. Se il nervosismo vi fa stare male, cercate delle attività che vi tranquillizzino, come lo yoga o la meditazione. Questo vi servirà per calmare le vostre emozioni e per rilassare tutto il corpo.

Come trattare i problemi cervicali?

Alcuni rimedi fatti in casa possono aiutarvi molto ad alleviare i dolori cervicali:

  • Applicate del ghiaccio o del calore nell’area. È più consigliato applicare prima il freddo (nei tre giorni successivi all’insorgenza del dolore) e poi il caldo, che può essere tramite docce o cuscinetti. Non dormite con il cuscinetto per evitare di bruciarvi.
  • Interrompete l’attività fisica per poter calmare i sintomi e fare in modo che l’infiammazione si riduca.
  • Muovete il collo lentamente, verso i lati, dall’alto verso il basso, facendo piccoli cerchi, avvicinando l’orecchio alla spalla e così via. Tutto ciò serve per allungare i muscoli e allentare la tensione e di conseguenza ridurre il dolore.
  • Andate da un fisioterapista.
  • Dormite su un materasso più stabile e duro (alcune persone collocano una tavola di legno al di sotto) e con un cuscino fatto apposta per il collo (di quelli che hanno curve e rientranze).

cervicale4

Immagini per gentile concessione di: Simon James, Frank Kovalchek, Michael Dorausch, Averdeen proving ground.

Guarda anche