6 prodotti naturali contro i sintomi della menopausa

28 Gennaio 2021
Esiste un'ampia gamma di prodotti farmaceutici in grado di alleviare i sintomi della menopausa, ma è sempre consigliabile ricorrere alle alternative naturali che provocano minori effetti collaterali.

Con l’arrivo della menopausa – fase che sopraggiunge tra i 45 e i 54 anni di età – in genere si tende a mettere su qualche chilo in più. Per frenarne gli effetti, mantenere la linea e prenderci cura della pelle, occorre apportare alcuni cambiamenti alla dieta.

Gli integratori naturali possono essere di grande aiuto per recuperare energia e vitalità e vivere al meglio questa fase.

Cambiamenti metabolici e sintomi della menopausa

Con la fine del ciclo mestruale, le donne tendono ad andare incontro a cambiamenti ormonali che sono accompagnati da maggiore sudorazione, irritabilità, vampate di calore e talvolta depressione e ansia.

È molto comune, dopo i 45 anni di età, cominciare a perdere parte della massa muscolare e, viceversa, acquistare volume sulla pancia. 

In questo caso, è sempre una buona idea seguire i consigli di un nutrizionista specializzato.

  • È bene adottare una dieta che aiuti a mantenere la massa muscolare; in questa fase occorre aumentare l’apporto di proteine, oltre a ridurre i grassi saturi e i carboidrati provenienti dalle farine raffinate.
attività fisica contro i sintomi della menopausa

I cambiamenti che si producono nel corpo femminile nel corso della menopausa possono essere ridotti mediante l’assunzione di appositi farmaci, ad esempio gli ormoni naturali o di sintesi. In alternativa si può ricorrere ai prodotti naturali.

1. Isoflavoni di soia

Gli isoflavoni di soia sono tra gli integratori più noti e utilizzati dalle donne in menopausa. Hanno una struttura simile agli estrogeni naturali. Sono dunque ideali per sostituire questi ultimi quando, a causa della menopausa, il corpo smette di produrli.

Anche la soia è un alimento ideale per compensare la mancanza di ormoni naturali.

Controindicazioni

  • Quando, per qualsiasi motivo, non è possibile assumere ormoni naturali, sono allo stesso modo sconsigliati gli isoflavoni di soia o di qualsiasi altra pianta.
  • Non sono, per ovvi motivi, indicati a chi è allergico alla soia.
  • Uno dei maggiori problemi inerenti al loro utilizzo è la grande quantità di soia transgenica presente sul mercato.

Al momento dell’acquisto cercate sempre soia proveniente da agricoltura biologica. Potete trovare gli isoflavoni in capsule, crema, etc.

Lo sapevate? 5 alimenti anticancerogeni che non possono mai mancare

2. Rimedi a base di actaea racemosa contro i sintomi della menopausa

Conosciuta anche come cohosh nero o cimicifuga racemosa, questa pianta sta gradualmente sostituendo molti prodotti tradizionali a base di soia.

Uno dei vantaggi è l’assenza di rischio di allergia che invece può causare la soia o di transgenicità.

  • Questa interessante pianta, originaria del Nord America, è in grado di ridurre in poco tempo i sintomi della menopausa.
  • Contiene, inoltre, principi attivi che aiutano a combattere l’ansia, le vampate di calore e la tachicardia.
  • Possiamo trovare derivati di questa pianta in molti prodotti dimagranti e anti-caduta dei capelli.
donna sdraiata a terra

Scoprite il trattamento all’aloe e latte di cocco contro la caduta dei capelli

3. Il trifoglio rosso

Anche questa pianta selvatica appartenente alla famiglia delle leguminose contiene isoflavoni e aiuta a ridurre le vampate di calore notturne, l’ansia e la depressione.

I preparati a base di trifoglio rosso sono facilmente reperibili sul mercato. Oltre agli isoflavoni, contengono sali minerali (magnesio, potassio, calcio) e vitamine, tra cui la C.

4. La radice di maca

La radice di maca è di grande aiuto nell’alleviare i sintomi della menopausa, oltre a controllare l’ansia, la depressione e la perdita di libido.

In alcune aree del mondo, come Perù e Bolivia, è in uso fin dall’antichità per trattare disturbi di vario tipo.

radice di maca in polvere

5. Dong quai

Il dong quai o angelica cinese è considerato il “ginseng delle donne”. Può essere utilizzato per tenere sotto controllo non solo i sintomi della menopausa, ma anche la sindrome premestruale.

La medicina tradizionale cinese fa uso di questo principio attivo da molti anni.

  • La trovate in negozio sotto forma di preparati alimentari e integratori di vario tipo.
  • I suoi effetti sono simili a quelli forniti dagli estrogeni naturali.

6. Omega 3 contro i sintomi della menopausa

Gli acidi grassi essenziali omega 3 sono molto utili alla nostra salute per molti motivi. Oltre a proteggere il sistema immunitario e il cuore, hanno un effetto anti-infiammatorio, essenziale durante la menopausa.

Gli omega 3 sono una fonte naturale di vitamina E, veicolo della maggior parte degli ormoni; un loro consumo è dunque molto sano durante questa fase delicata.

Anche se non sono efficaci contro le vampate di calore, riducono l’infiammazione, proteggono le ossa e aiutano a tenere sotto controllo il tasso di colesterolo nel sangue.

  • Capote Bueno María Isabel, Segredo Pérez Alina María, Gómez Zayas Omar. Climaterio y menopausia. Rev Cubana Med Gen Integr  [Internet]. 2011  Dic [citado  2018  Nov  27] ;  27( 4 ): 543-557. Disponible en: http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0864-21252011000400013&lng=es.
  • Garrido G Argelia, de la Maza C María Pía, Valladares B Luis. Fitoestrógenos dietarios y sus potenciales beneficios en la salud del adulto humano. Rev. méd. Chile  [Internet]. 2003  Nov [citado  2018  Nov  27] ;  131( 11 ): 1321-1328. Disponible en: https://scielo.conicyt.cl/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0034-98872003001100015&lng=es.  http://dx.doi.org/10.4067/S0034-98872003001100015.
  • González Blanco Mireya, Pizzi Rita. Tratamiento de la menopausia: alternativas a la terapia farmacológica. Rev Obstet Ginecol Venez  [Internet]. 2016  Sep [citado  2018  Nov  27] ;  76( 3 ): 221-224. Disponible en: http://www.scielo.org.ve/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0048-77322016000400001&lng=es.
  • Jódar Gimeno E.. Recomendaciones sobre cómo administrar la vitamina D: guías internacionales y nacionales. Rev Osteoporos Metab Miner  [Internet]. 2014  Mar [citado  2018  Dic  17] ;  6( Suppl 1 ): 19-22. Disponible en: http://scielo.isciii.es/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S1889-836X2014000500004&lng=es.  http://dx.doi.org/10.4321/S1889-836X2014000500004.
  • Navarro Despaigne Daysi A. Fitoestrógenos Y su utilidad para el tratamiento del síndrome climatérico. Rev Cubana Endocrinol  [Internet]. 2001  Ago [citado  2018  Nov  27] ;  12( 2 ). Disponible en: http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S1561-29532001000200009&lng=es.
  • Ortega Anta Rosa María, González Rodríguez Liliana G., Navia Lombán Beatriz, Perea Sánchez José Miguel, Aparicio Vizuete Aránzazu, López Sobaler Ana María. Ingesta de calcio y vitamina D en una muestra representativa de mujeres españolas: problemática específica en menopausia. Nutr. Hosp.  [Internet]. 2013  Abr [citado  2018  Dic  17] ;  28( 2 ): 306-313. Disponible en: http://scielo.isciii.es/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0212-16112013000200006&lng=es.  http://dx.doi.org/10.3305/nh.2013.28.2.6286.
  • Yanes Calderón Margeris, Rigol Ricardo Orlando, Chio Naranjo Ileana, Pérez Felpeto Rodolfo. La medicina natural y tradicional en el climaterio: auriculoterapia. Rev Cubana Med Gen Integr  [Internet]. 2003  Oct [citado  2018  Nov  27] ;  19( 5 ). Disponible en: http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&;pid=S0864-21252003000500011&lng=es.