Progesterone basso: complicazioni e cause

· 8 Giugno 2018
In caso di bassi livelli di progesterone dovremmo consultare il ginecologo per sapere qual è il trattamento più appropriato al nostro caso

Il progesterone è un ormone sessuale femminile che viene secreto dalle ovaie dopo l’ovulazione. Ha un ruolo cruciale nel ciclo mestruale e nello sviluppo della gravidanza. In caso di progesterone basso, si possono presentare diversi disturbi.

La sua funzione principale, tuttavia, è quella di ispessire il rivestimento dell’utero e prepararlo per un ovulo fecondato. Se non viene fecondato nessun ovulo, i livelli di progesterone diminuiscono e le mestruazioni hanno inizio.

Il progesterone è essenziale per lo sviluppo del seno e l’allattamento. È complementare ad alcuni effetti dell’estrogeno. Insieme al testosterone, è il precursore ormonale degli ormoni surrenali.

Sebbene sia un ormone femminile, il corpo maschile lo usa in piccole dosi per lo sviluppo degli spermatozoi. Come potete vedere, dunque, è un ormone molto importante.

Progesterone basso: perché tenerlo d’occhio?

Gravidanza e progesterone basso

È importante durante gli anni riproduttivi. Bassi livelli di progesterone non facilitano la gravidanza.

Quando il rivestimento dell’utero non è abbastanza spesso, infatti, non può mantenere un uovo fecondato. I sintomi del progesterone basso nelle donne che non aspettano un bambino includono:

  • Mal di testa o emicrania
  • Cambiamenti dell’umore, con ansia o depressione
  • Basso desiderio sessuale
  • Vampate di calore
  • Ciclo mestruale non regolare

Durante la gravidanza, livelli bassi di questo ormone possono causare un aborto perché l’utero non è abbastanza forte. I sintomi di una carenza di questo ormone durante la gravidanza sono:

  • Dolore addominale localizzato
  • Sensibilità costante al seno
  • Continua stanchezza
  • Bassi livelli di zucchero nel sangue
  • Secchezza vaginale

Leggete anche: Che cosa mangiare e che cosa non mangiare durante le mestruazioni

Bassi livelli di progesterone potrebbero indicare l’esistenza di tossiemia o una gravidanza extrauterina, che causa la morte del feto o aborto spontaneo.

D’altra parte, quando questo ormone diminuisce, gli estrogeni possono causare diversi sintomi. Tra questi:

  • Aumento di peso
  • Calo del desiderio sessuale
  • Cicli irregolari e forti emorragie.
  • Fibromi, endometriosi.
  • Problemi alla cistifellea.
  • Disfunzione della tiroide

Quali sono i livelli corretti?

Coppia nel letto con problemi

Un test del progesterone può aiutare il ginecologo a determinare i livelli di progesterone nel corpo della paziente. È sufficiente un esame del sangue che non richiede alcuna preparazione speciale.

Lo stesso vale per monitorare le terapie ormonali sostitutive e determinare quanto è sana la gravidanza se è ad alto rischio.

I livelli di progesterone variano durante il ciclo e arrivano a picchi elevati a una settimana dalle mestruazioni. Possono variare nel corso di una giornata. La quantità di questo ormone di solito aumenta quando si aspetta un bambino.

Di solito uomini e donne in postmenopausa presentano livelli più bassi di progesterone rispetto alle donne giovani.

I livelli di progesterone che possono essere considerati “normali”, dunque, cambiano con l’età, il sesso e condizioni speciali, come la gravidanza o il ciclo.

Cosa fare in caso di progesterone basso?

Se desiderate avere un figlio, la terapia ormonale per aumentare il progesterone può aiutare a inspessire il rivestimento dell’utero. Ciò migliorerà le probabilità di una gravidanza sana e completa.

D’altra parte, le irregolarità mestruali possono anche essere risolte con terapie ormonali. Per i gravi sintomi della menopausa, si ricorre a una combinazione di estrogeni e progesterone.

I trattamenti più comuni sono:

  • Creme e gel, per via topica o vaginale.
  • Supposte, per i problemi di fertilità.
  • Anelli vaginali, più lenti rispetto ai farmaci orali.
  • Farmaci per via orale.

Le terapie ormonali possono aiutare a condurre una vita piena e più semplice. Queste terapie pongono fine a sintomi come vampate di calore, sudorazione notturna e secchezza vaginale.

Alcune donne notano anche miglioramenti a livello emotivo, si riduce anche il rischio di osteoporosi e diabete. L’opzione orale può fornire un effetto calmante, quindi induce a dormire.

Leggete questo articolo: 6 rimedi per ridurre le vampate della menopausa

Chiedete al medico la migliore terapia

Dottore e paziente

Ricordate che qualsiasi trattamento deve essere eseguito sotto la supervisione medica. In casi estremi, il trattamento degli ormoni può far salireil rischio di ictus, coaguli di sangue e problemi alla colecisti.

In caso di tumore al seno o dell’endometrio, è probabile che la terapia ormonale non sia l’opzione migliore. Solo il medico può indicare la terapia migliore a seconda del caso.

  • Maggio, L., & Rouse, D. J. (2014). Progesterone. In Clinical Obstetrics and Gynecology. https://doi.org/10.1097/GRF.0000000000000039
  • Dinny Graham, J., & Clarke, C. L. (1997). Physiological action of progesterone in target tissues. Endocrine Reviews. https://doi.org/10.1210/er.18.4.502