Relazione tra ormoni e peso corporeo

20 gennaio 2018
Per stimolare la produzione degli ormoni della crescita e favorire la trasformazione dei grassi in energia, è molto importante dormire 8 ore a notte, oltre a fare sport

È vero che le abitudini alimentari sono basilari per tenere sotto controllo il peso, ma non sono le uniche responsabili del suo aumento o della sua diminuzione. Scopriamo la relazione tra ormoni e peso.

Alcuni ormoni partecipano al processo che realizza l’organismo per disfarsi del grasso in eccesso o, al contrario, per accumularlo.

Essi hanno il compito di regolare varie funzioni importanti, inclusi metabolismo, appetito, digestione e molte altre che influiscono sul nostro peso.

Per questo motivo, uno squilibrio degli stessi potrebbe causare obesità, e proprio il sovrappeso potrebbe essere la causa di tale squilibrio.

Tenendo in considerazione quanto siano essenziali per la salute, di seguito parliamo della relazione tra ormoni e peso ed elenchiamo gli ormoni più importanti in questo senso.

Relazione tra ormoni e peso

Leptina

Perdere peso

Questo ormone viene secreto dalle cellule grasse e ha il compito di indicare al cervello che abbiamo immagazzinato energia a sufficienza e che non abbiamo bisogno di ingerire altre calorie.

Per questo motivo, è conosciuto anche come “soppressore dell’appetito” e il suo equilibrio è determinante per godere di un peso sano.

Il problema è che l’eccesso di grassi lo fa innalzare troppo, cosa che porta il cervello a non rispondere più ai suoi segnali.

Per evitare che ciò avvenga, aumentate il consumo di frutta, verdura e altri alimenti ricchi di antiossidanti.

Leggete anche: Frullato disintossicante di pomodoro, aglio e curcuma

Insulina

L’insulina è forse uno degli ormoni più conosciuti a causa del ruolo che svolge nel controllo degli zuccheri nel sangue.

Tuttavia, oltre a svolgere questa importante funzione, interviene anche nell’ottimizzazione metabolica dei principi nutritivi, incrementando il consumo energetico.

In caso di alterazione o squilibrio di questo ormone, gli zuccheri si immagazzinino sotto forma di grassi rendendo difficile la perdita di peso.

Cortisolo

Perdere peso

Parlando della relazione tra ormoni e peso, non possiamo dimenticare il cortisolo. Noto come l’ormone dello stress, il cortisolo è stato spesso relazionato all’incremento del grasso addominale.

La sua funzione è quella di mantenere sotto controllo il metabolismo lipidico, proteico e dei carboidrati oltre a intervenire nella pressione arteriosa.

Le sue reazioni negative si producono quando viene secreto in quantità eccessive a causa dello stress o di altri fattori stimolanti.

Estrogeni e androgeni

Gli estrogeni sono un gruppo di ormoni principalmente femminili, mentre gli androgeni sono tipicamente maschili.

Entrambi regolano la distribuzione del grasso nel corpo, fattore che spiega perché la massa corporea varia a seconda della loro attività nelle varie fasi vitali.

Ad esempio le donne, durante la loro fase riproduttiva, tendono a immagazzinare più grassi nella parte inferiore del corpo, mentre nella fase della menopausa si può notare una maggiore tendenza ad accumularli nell’addome.

Ormone della crescita

Ragazza corre sulle scale

Per perdere peso con maggiore facilità, i livelli di questo ormone devono essere più alti. La sua attività interagisce con le cellule di grasso e favorisce la loro trasformazione in energia.

Per stimolarlo, si consiglia di realizzare attività fisica intensa e di dormire almeno 8 ore al giorno.

Epinefrina

Più conosciuta come adrenalina, questo ormone influisce sulla trasformazione dei grassi in energia.

La sua attività sopprime l’appetito, previene l’accumulo del grasso addominale ed è importantissima per evitare l’obesità.

Il miglior modo per stimolarla e mantenerla stabile è la pratica giornaliera di attività fisica.

Vi consigliamo di leggere: I 6 esercizi che consentono di bruciare più calorie

Adiponectina

Continuando l’analisi della relazione tra ormoni e peso, ricordiamo la adiponectina, un ormone sintetizzato dal tessuto adiposo che partecipa al metabolismo del glucosio e degli acidi grassi.

La sua attività migliora la capacità dei muscoli di ottenere energia attraverso i carboidrati. Aumenta il ritmo mediante il quale il corpo scompone i grassi e mantiene sotto controllo l’appetito.

L’attività fisica e il consumo di grassi monoinsaturi sono alcuni dei modi di mantenere i suoi livelli equilibrati.

Irisina

Esercizi con la palla

L’irisina è un ormone che viene secreto in seguito all’attività fisica e il suo compito è quello di aiutare a bruciare calorie più efficacemente, anche dopo aver finito di fare sport.

Giunge attraverso il sangue al tessuto adiposo bianco (“grasso cattivo”) e lo trasforma in tessuto adiposo bruno (“grasso buono”).

Colecistochinina

Questo ormone intestinale ha il compito di mantenere sotto controllo l’appetito tramite la riduzione dell’ingestione di calorie.

Quando viene secreto, riduce il volume del cibo ingerito e prolunga la sensazione di sazietà che si ottiene da ogni pasto. 

Per concludere, possiamo affermare che la relazione tra ormoni e peso è fondamentale. La pratica costante di buone abitudini e i controlli medici periodici sono importanti per evitare uno squilibrio ormonale.

Guarda anche