Ciclo mestruale irregolare: 4 sintomi

4 marzo 2018
Anche se può essere dovuto a questioni come lo stress, se il ciclo mestruale presenta delle irregolarità, è importante rivolgersi a un ginecologo affinché ci visiti e formuli una diagnosi opportuna.

Sin dalla prima mestruazione, la donna deve abituarsi a osservare il proprio ciclo mestruale e conoscerne nel dettaglio le condizioni abituali. Conoscere il comportamento del proprio corpo e delle mestruazioni aiuterà a identificare un ciclo mestruale irregolare.

In giovane età, quando si hanno le prime mestruazioni, è molto comune avere un ciclo mestruale irregolare. Quelli normali vanno dai 28 ai 30 giorni. Alcune donne possono avere un ciclo anche di 32 giorni.

Allo stesso modo, una mestruazione considerata normale dura dai 3 ai 7 giorni. Se dura più di 10 giorni, viene considerata anomala. Lo stesso avviene con i cicli mestruali che anticipano o ritardano più di 5 giorni.

Un ciclo mestruale anomalo può essere dovuto a diverse variabili. Alcune di esse possono essere di carattere patologico, ma nella maggior parte dei casi si deve a problemi ormonali. Ad esempio, in età adolescenziale comune presentare cicli mestruali irregolari. Ciò si deve principalmente ai cambiamenti ormonali dell’età. La stessa cosa avviene quando le donne si avvicinano alla menopausa.

Caratteristiche comuni di un ciclo mestruale irregolare

Dolori mestruali

Per individuare le irregolarità, la donna deve conoscere il proprio ciclo mestruale. Ad esempio, quanti giorni dura o la quantità di sangue che perde di solito.

Deve anche essere cosciente del proprio stato d’animo o dei cambiamenti di umore. La perdita di capelli o le unghie deboli possono suggerire dei problemi ormonali.

Esistono 6 sintomi che possono costituire un campanello d’allarme per qualche disturbo o patologia. In ogni caso si consiglia di consultare uno specialista.

Leggete anche: Mestruazioni abbondanti? Ridurle in modo naturale

1. Odore di pesce

La riproduzione batterica nella zona vaginale ha un caratteristico odore di pesce. In generale, tale odore è relazionato alle infezioni. Di conseguenza, è importante rivolgersi al medico il prima possibile.

Le infezioni possono essere la causa di un ciclo mestruale irregolare. Possono anche complicarsi trasformandosi in lesioni più gravi.

2. Ritardo o anticipo significativo del ciclo mestruale

Calendario ciclo mestruale irregolare

Un ciclo mestruale normale dura tra i 28 e i 32 giorni.

  • Viene considerato in anticipo quando si presenta ogni 24 giorni nelle donne adulte. Per le adolescenti, invece, viene considerato irregolare ogni 21 giorni.
  • Se, al contrario, il ciclo si verifica ogni 35 giorni o più nelle donne adulte, si tratta di un ritardo significativo. Nel caso delle adolescenti, viene considerato un ritardo importante se il ciclo dura 45 giorni o più.

Leggete anche Permesso di lavoro per mestruazioni dolorose: sareste d’accordo?

3. Durata prolungata del periodo

Anche il tempo di durata delle mestruazioni è una variabile importante da tenere in considerazione. La durata più comune va dai 3 ai 5 giorni. In alcuni casi, si estende fino ai 7 giorni.

Quando si supera la settimana, bisogna rivolgersi a uno specialista. Potrebbe essere dovuto a qualche disturbo.

4. Mestruazioni abbondanti

Mestruazione abbondante

È molto difficile calcolare una mestruazione abbondante. Tuttavia, ogni donna conosce il proprio corpo e sa qual è il flusso normale nel suo caso specifico. È importante prestare attenzione all’aumento del flusso della mestruazione.

  • Dover cambiare di continuo l’assorbente può essere considerato sintomo di un aumento del flusso.
  • Di norma ci si dovrebbe cambiare dalle 3 alle 4 volte al giorno.

Sintomi associali a un ciclo mestruale irregolare

In alcune donne i dolori addominali e il mal di testa sono comuni durante il ciclo mestruale. Tuttavia, se il mal di testa diventa un’emicrania acuta, può essere dovuto a un disturbo.

Avviene lo stesso con i dolori muscolari intensi o alla schiena. I cambiamenti di stati d’animo radicali sono parimenti importanti in questi casi.

Se la mestruazione è accompagnata da febbre e vomito, bisogna rivolgersi subito a un ginecologo.

Volete saperne di più Leggete: Che cosa mangiare e che cosa non mangiare durante le mestruazioni

Perdite tra i cicli

I cicli mestruali devono essere esatti. Tra i sintomi di un’irregolarità vi è un sanguinamento tra i vari cicli. Se tale sanguinamento è abbondante, bisogna prendere in considerazione la possibilità di un’infezione.

In tali circostanze, è importante scartare la possibilità di gravidanze non andate a buon fine o di lesioni più gravi come il cancro.

Possibili cause di un ciclo mestruale irregolare

Ciclo anomalo

  • I disordini ormonali sono la causa più comune. Sono associati anche alla sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) o a problemi di ovulazione.
  • Un altro motivo di ciclo mestruale irregolare possono essere i disordini alimentari. La perdita delle mestruazioni viene associata all’anoressia e alla bulimia.
  • Anche le atlete che gareggiano ad alti livelli presentano cicli irregolari. In alcuni casi si verifica un’assenza totale delle mestruazioni. Questo non solo viene associato all’attività fisica, ma anche allo stress.
  • Lo stress cronico e la depressione possono causare un ciclo mestruale irregolare.
  • Altri fattori scatenanti dei disturbi mestruali possono essere gli anticoncezionali e la gravidanza.
Guarda anche