Proprietà della menta e i suoi utilizzi

· 3 aprile 2018
Oltre al suo utilizzo tradizionale per migliorare i dolori allo stomaco, la menta può anche essere applicata come trattamento topico per alleviare punture di insetto e dolori muscolari.

Si tratta di una pianta che cresce in qualsiasi parte del mondo, ma che è originaria dell’area mediterranea. La sua migliore qualità è che apporta molti benefici alla nostra salute. Possiamo inoltre assumerla sotto varie forme.

Vediamo insieme quali sono le proprietà della menta: non dimenticate di tenerne una piantina in casa, per sfruttarne i benefici in qualsiasi momento.

Curiosità sulla Menta

Infuso di menta

  • All’epoca dell’Impero Romano, questa pianta veniva utilizzata a scopi medici e per questo motivo è stata esportata in vari Paesi e città.
  • Cresce rapidamente in condizioni di umidità, si ramifica e può arrivare a formare un cespuglio alto fino a mezzo metro.
  • I fiori di menta possono essere di colore viola o bianco e compaiono con la crescita della pianta.
  • Esistono circa 25 specie di piante all’interno della stessa famiglia di Menta, come ad esempio il rosmarino, il Timo e l’origano. Sono tutte conosciute come piante aromatiche.
  • Le foglie di menta vengono impiegate nella preparazione di infusi, ma possiamo sfruttare i benefici dei suoi oli essenziali e applicarla anche a uso topico.
  • Questa meravigliosa pianta apporta nutrienti quali vitamine A e C, acidi grassi,  Omega 3 e minerali di qualunque tipo.
  • La menta cresce senza alcun problema in qualunque clima, che venga piantata in giardino o in un piccolo vaso in casa. Fate attenzione a non esporla troppo al sole e che non le manchi acqua. Le foglie possono essere raccolte durante tutto l’anno.
  • Il suo nome scientifico è “Mentha”e deriva dal nome della ninfa greca amata da Plutone. A causa della gelosia accecante di questa, Plutone la tramutò in pianta.

Benefici della menta sulla salute

L’uso interno di questa pianta apporta molti benefici alla nostra salute. Questa pianta ha numerose proprietà e può essere utilizzata nel trattamento di diversi tipi di dolori.

Per l’apparato digerente

Viene utilizzata dopo i pasti perché lo stomaco si distenda. Serve anche ad alleviare la flatulenza e a digerire meglio. Si raccomanda l’assunzione in caso di dolore allo stomaco per le sue proprietà antispastiche e antinausea (soprattutto dopo un pasto abbondante).

Aumenta la secrezione dei succhi gastrici e aiuta a ridurre la nausea. Nonostante ciò, si raccomanda di evitarne l’uso prolungato dato che può provocare gastrite e irritazione alle pareti dello stomaco.

Per il fegato e per l’intestino

Tè alla menta e teiera

La menta può essere utilizzata per stimolare la funzione epatica e per aumentare la secrezione della bile. Per esempio, viene impiegata nel trattamento della colite addominale e per alleviare l’indigestione nei casi in cui il fegato “è pigro”.

Può assere anche utilizzata contro diarrea, sindrome del colon irritabile e nei soggetti affetti dal morbo di Crohn. Questo perché aiuta a espellere i gas dell’intestino e a evitare che gli scarti del nostro organismo si accumulino o ristagnino.

Per l’apparato respiratorio

Dato che contiene mentolo, questa pianta apporta proprietà decongestionanti. Inoltre, aiuta a incrementare la sudorazione e quindi a eliminare la congestione del naso. Si usa per l’influenza e per il raffreddore e anche per ridurre la febbre.

Inoltre, le sue proprietà antivirali aiutano a guarire dalle malattie respiratorie di varia tipologia.

Alcune persone sfruttano le proprietà della menta nel trattamento della bronchite, la faringite e l’asma. Coloro che hanno smesso di fumare o che hanno molta tosse a causa del fumo, possono sfruttare i benefici sedanti della menta sul mal di gola.

Per l’apparato circolatorio

Infuso di menta in tazza

La menta agisce anche da anticoagulante grazie all’eugenolo e all’acido rosmarinico. Migliora la circolazione sanguigna ed è terapeutico in casi di problemi relazionati alla circolazione, quali, ad esempio, il mal di testa.

Può essere impiegato anche per ridurre i sintomi delle vertigini perché permette un maggior apporto di ossigeno alle cellule e allo stesso tempo una pulizia dalle tossine.

Utilizzi esterni della mente per la salute e la bellezza

Per i dolori reumatici

L’olio essenziale di menta ha la capacità di ridurre i dolori causati dal reumatismo grazie alle proprietà analgesiche dell’acido salicilico. Può essere impiegato anche per combattere l’emicrania quando colpisce un solo settore della testa.

Devono essere realizzate pressioni con un panno imbevuto di olio di menta. I dolori alla schiena, muscolari e cervicali, così come gli strappi muscolare, possono essere alleviati da questo rimedio casalingo.

Contro l’alito cattivo

Menta

Se soffrite di alitosi, la menta è una grande alleata. Solitamente può essere consumata sotto forma di caramelle, pastiglie e gomme da masticare.

Ha proprietà aromatiche che producono un sapore forte. Non solo è utile per eliminare l’alito cattivo, ma anche in caso di secchezza della bocca, carie o gengiviti.

Per la pelle

La menta contiene circa 30 proprietà antisettiche e all’incirca 40 antibatteriche. E’ perfetta per trattare diverse anomalie dermiche come ad esempio le ferite, il prurito o le punture di insetto.

Solitamente viene impiegata contro gli eczemi e nel trattamento delle emorroidi. Le donne possono realizzare lavande o bagni alla menta per trattare le frequenti infezioni batteriche femminili.

E per cucinare?

Tè alla menta

La menta ha anche molte proprietà di cui beneficiare in cucina. Il suo sapore peculiare piccante e l’aroma intenso e rinfrescante sono motivo di impiego a scopo gastronomico sin dall’antichità.

Possiamo utilizzarla per condire:

  • Verdure cotte
  • Zuppe
  • Insalate
  • Succhi
  • Legumi
  • Infusi
Guarda anche