Pubalgia: cause, sintomi e trattamento

20 Marzo 2019
La pubalgia è un dolore intenso nella regione inguinale che è solito colpire gli sportivi. Oggi scopriremo in che modo possiamo trattare questo problema.

La pubalgia è un problema che interessa la regione inguinale e che è conosciuta con diversi nomi come osteopatia dinamica del pube, entesite pubica o ernia dello sportivo.

L’ultimo nome si deve al fatto che questa affezione è comune soprattutto tra gli atleti o gli sportivi, poiché realizzano un eccessivo sforzo fisico che rende questo problema più frequente.

In particolar modo, è tipico di chi realizza attività fisica che richiede diverse ripetizioni, cambiamenti di direzione o di ritmo.

Oggi scopriremo alcune cause della pubalgia, i sintomi che avvisano della sua comparsa e il modo migliore per trattarla.

Cause della pubalgia

Uomo con dolore nella regione inguinale
Uno sforzo eccessivo o un riscaldamento insufficiente possono favorire la comparsa di questi dolori.

La pubalgia è la conseguenza di un affaticamento muscolare che si produce dopo aver realizzato movimenti ripetuti e continuati. Per questo motivo, interessa soprattutto le persone che fanno sport a massimo rendimento.

Tuttavia, esistono altri motivi che possono favorirne la comparsa e di cui dobbiamo tenere conto per prevenirla per quanto possibile. Vediamone alcuni:

  • Insufficiente preparazione fisica: la pubalgia può presentarsi se iniziamo a fare sport, ma la nostra forma fisica non è delle migliori per via di uno stile di vita sedentario.
  • Riscaldamento inadeguato: un modo per prevenire la situazione precedentemente descritta è riscaldare in modo corretto i muscoli prima dell’allenamento. Farlo in fretta e male può favorire la comparsa della pubalgia. È importante dedicare il giusto tempo al riscaldamento.
  • Caratteristiche anatomiche: è possibile che a causa di un trauma nella regione inguinale o delle condizioni fisiche della persona si corra un rischio maggiore di soffrire di questa affezione.

Quando si sceglie uno sport, è importante controllare questi aspetti (soprattutto quello relativo alle caratteristiche anatomiche) per non immergerci in una pratica sportiva che ci farà soffrire e ci causerà molti sintomi della cosiddetta ernia dello sportivo.

Leggete anche: Fare sport dopo i 50 anni: alcuni consigli da seguire

Sintomi della entesite pubica

Donna con dolore all'inguine
La pubalgia si presenta con un dolore intenso che può limitare i movimenti dell’area interessata.

Soffrire di pubalgia non è affatto piacevole. Il suo sintomo principale, come indicano diversi studi, è “dolore nella regione inguinale e pubica che può irradiarsi alla regione degli adduttori e alla regione addominale bassa”.

Tuttavia, vediamo più in dettaglio come possono svilupparsi i sintomi di questa affezione per, poi, individuare il modo migliore per trattarla:

  • Dolore prima e dopo l’attività fisica: è il primo campanello di allarme che non dobbiamo confondere con affaticamento muscolare o una cattiva postura. Il dolore può essere lieve e di solito scompare dopo poco tempo.
  • Intenso malessere durante la pratica sportiva: dopo aver superato la fase anteriore e senza aver adottato le misure necessarie, il dolore si presenta durante l’allenamento obbligandoci a interromperlo, poiché è troppo intenso.
  • Limitazioni nei movimenti: infine si accuserà dolore persino stando a riposo. A questo punto si noteranno diverse limitazioni nei movimenti.

Come possiamo notare, il dolore avanza avvisando di uno scompenso nei muscoli della zona interessata. Per risolvere la situazione, bisogna iniziare un trattamento adeguato.

Trattamenti per la pubalgia

Esistono diversi trattamenti per la pubalgia in base alla fase della patologia, lieve o più acuta con limitazioni nei movimenti. Le opzioni saranno le seguenti:

  • Esercizi di potenziamento e stretching: aiuteranno a generare un corretto compenso nei muscoli affetti da pubalgia. Saranno inclusi nel programma di riabilitazione che prevederà fisioterapia, osteopatia ed elettrostimolazione.
  • Antinfiammatori: se il dolore è molto intenso e provoca interruzioni nella pratica sportiva, si ricorrerà ai farmaci antinfiammatori per calmare il dolore.

Potrebbe interessarvi anche: Alimenti antinfiammatori da includere nella dieta

  • Esercizi di riscaldamento specifico: le persone che soffrono di pubalgia devono svolgere specifici esercizi di riscaldamento per evitare che questo problema diventi cronico.
  • Chirurgia: nei casi più gravi, il medico può consigliare l’operazione chirurgica per ridurre la pressione della zona e, così, mitigare il dolore accusato dal paziente.

Come potete vedere, si tratta di un problema frequente tra gli sportivi. Se praticate uno sport, vi consigliamo di rivolgervi al medico in presenza di un qualsiasi dolore nella regione inguinale.

Una diagnosi precoce permetterà di porre fine a un problema che può causare un dolore acuto e invalidante.

  • Ahumada, L. A., Ashruf, S., Espinosa-de-los-Monteros, A., Long, J. N., Jorge, I., Garth, W. P., & Vasconez, L. O. (2005). Athletic pubalgia: definition and surgical treatment. Annals of plastic surgery55(4), 393-396.
  • Taylor, D. C., Meyers, W. C., Moylan, J. A., Lohnes, J., Bassett, F. H., & Garrett JR, W. E. (1991). Abdominal musculature abnormalities as a cause of groin pain in athletes: inguinal hernias and pubalgia. The American journal of sports medicine19(3), 239-242.
  • Zoga, A. C., Kavanagh, E. C., Omar, I. M., Morrison, W. B., Koulouris, G., Lopez, H., … & Meyers, W. C. (2008). Athletic pubalgia and the “sports hernia”: MR imaging findings. Radiology247(3), 797-807.