Quanti anni di vita toglie il fumo?

28 luglio 2015

Molte persone continuano a pensare che l’abitudine di fumare sia inoffensiva e, fino a quando non soffrono di gravi problemi, non si rendono conto di quanto sia nocivo il fumo per la salute. Le sigarette sono composte da un gran numero di sostanze tossiche che colpiscono molti organi del nostro corpo e che, a lungo andare, possono provocare malattie come il cancro.

Fumare riduce le aspettative di vita e, infatti, questa è una delle cattive abitudini che causa più morti in tutto il mondo. Oltre a ridurre l’aspettativa di vita, l’abitudine di fumare fa invecchiare prima. Un recente studio ha rivelato che fumare può togliere quasi dieci anni di vita, poiché colpisce gran parte degli organi del corpo e accelera l’invecchiamento della pelle.

In accordo con quanto rivelato dall’Organizzazione Mondiale della Salute, ogni anno muoiono 6 milioni di persone per colpa delle sigarette; tra queste, 5 milioni corrispondono a fumatori attivi e 1 milione a fumatori passivi. Il tabagismo è un’abitudine che deteriora la salute in generale e, d’accordo con i dati reali a livello mondiale, produce più morti che il virus di immunodeficienza umana (VIH), l’uso di alcool e droghe illegali.

Cosa succede quando si fuma?

Fumare aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiache, incidenti cerebrovascolari, enfisema o malattia polmonare ostruttiva cronica, bronchite, cancro ai polmoni, cancro all’esofago, cancro allo stomaco, al pancreas e alla pelle.

In uno studio realizzato da alcuni studiosi statunitensi, canadesi e britannici, si verificò che una persona può perdere fino a 10 anni di vita per colpa del fumo. Questo studio fu realizzato con l’obbiettivo di determinare i pericoli del consumo di tabacco e dei benefici dello smettere di fumare e fu pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine.

Per portare avanti questo studio, gli studiosi riunirono i dati di circa 217,ooo persone adulte degli Stati Uniti, tra il 1997 e il 2004. Da questi dati emergeva che il tasso di mortalità di una persona fumatrice era tre volte maggiore rispetto a quello di una persona che non fumava. Gran parte di queste morti si verificavano per malattie relazionate alle sigarette.

Lo studio rivelò inoltre che le persone che non fumavano avevano il doppio di probabilità di arrivare agli 80 anni rispetto a quelle che fumavano. Vale a dire, il tabacco non solo danneggiava le persone durante la vecchiaia, ma anche quelle di mezza età. La buona notizia è le persone che smettono di fumare in tempo possono vivere fino a 10 anni in più. Quelle che smettono di fumare tra i 25 e i 34 anni, tra i 35 e i 44 anni e tra i 45 e i 54 anni guadagnarono, rispettivamente, all’incirca 10, 9 e 6 anni di vita.

È possibile smettere di fumare?

polmoni 1

È difficile smettere di fumare, molto difficile, ma non impossibile. Quando smettono di fumare, le persone solitamente soffrono d’ansia e di altri sintomi da astinenza che faranno credere loro che sia impossibile smettere di fumare, ma non lo è. Tuttavia, con fermezza e intenzioni positive è possibile smettere di fumare anche se questo richiede uno sforzo continuo e anche se sarà necessario fare vari tentativi. Se siete disposti ad abbandonare questo vizio adesso, prendete in considerazione i seguenti metodi:

  • Smettere di fumare subito: è senza dubbio il metodo più difficile da applicare, ma il migliore. Smettere di fumare immediatamente da ottimi risultati e il grande vantaggio di bloccare gli effetti negativi una volta per tutte.
  • Smettere di fumare poco a poco: se non siete capaci di smettere da un giorno all’altro, provate a diminuire il numero di sigarette che fumate ogni giorno fino  a quando non ne fumerete più nemmeno una. Iniziate col fumare la metà delle sigarette che fumavate solitamente e, giorno dopo giorno, diminuitele.
  • Alternative alla nicotina: I metodi alternativi alla nicotina consistono nell’utilizzare una serie di prodotti che sostituiscono le alte quantità di nicotina delle sigarette con quantità minori. I prodotti alternativi possono essere cerotti, gomma da masticare, pastiglie o sigarette elettroniche. Questi metodi sono buoni per ridurre l’ansia da sigaretta fino a riuscire a smettere di fumare.
  • Agopuntura: questa tecnica tradizionale della medicina cinese può aiutarvi a controllare l’ansia da fumo. È rilassante e può essere di grande aiuto per le persone che vorrebbero smettere di fumare.
Guarda anche