Rafforzare i piedi con 8 esercizi

· 16 gennaio 2018
Nonostante possa sembrare superfluo o addirittura privo d'importanza, rafforzare i piedi è fondamentale per evitare problemi, come dolori notturni, stiramenti e crampi 

I piedi sostengono tutto il peso del corpo e ci servono per muoverci da una parte all’altra… Tuttavia, non vi dedichiamo le attenzioni che meritano. In questo articolo vi diciamo come rafforzare i piedi con 8 esercizi.

Le scarpe moderne li indeboliscono e, a volte, li rendono rigidi o deformi. I dolori sono all’ordine del giorno e spesso non sappiamo cosa fare.

Vi consigliamo di effettuare una routine di esercizi per rafforzare i vostri piedi. Potete allenarvi comodamente a casa vostra!

Piedi sani e forti

Ragazza che si massaggia i piedi

Nonostante abbiano funzioni molto importanti, i piedi sono la parte del corpo che più spesso tendiamo a dimenticare. Non facciamo molto oltre a tagliare le unghie o mettere lo smalto, togliere qualche volta i duroni o lavarli quando facciamo il bagno.

Se a questa scarsa cura sommiamo le scarpe e i calzini, il peso che devono sopportare ogni giorno e la mancanza di un allenamento specifico, non è difficile capire perché ci fanno tanto male, soprattutto di notte.

È importante, dunque, effettuare ogni giorno determinati movimenti per rafforzare i piedi ed evitare i dolori.

Visitate questo articolo: Escrescenze sui piedi: 4 rimedi naturali

Esercizi per rafforzare i piedi

Potete realizzarli a casa quando tornate dal lavoro, dopo cena mentre guardate la televisione, all’ora di pranzo o persino mentre siete seduti alla scrivania del vostro ufficio.

1. Stendere le dita

È un movimento semplice per “risvegliare” i piedi. Dovete farlo prima di tutti gli altri esercizi, come riscaldamento.

  • Mettetevi in una posizione comoda e toglietevi scarpe e calzini.
  • Sollevate e stendete le dita il più possibile e mantenete la posizione per circa 15 secondi.
  • Rilassateli e ripetete. Realizzate tre serie.

2. Premere verso il basso

Ragazza che fa pressione sui piedi

Quest’esercizio serve per rafforzare le dita, i muscoli del piede e gli archi plantari.

  • Sollevate lievemente il tallone, esercitate una leggera pressione sul pavimento con le dita (meglio se sopra un tappeto o un asciugamano) e mantenete la posizione per qualche secondo.
  • Riposate e fate pressione di nuovo. Ripetete 10 volte.

3. Raccogliere una penna

Questo esercizio vi sorprenderà perché all’inizio non è per niente semplice.

  • Sedetevi su una sedia con la schiena dritta.
  • Poggiate una penna o una matita sul pavimento e raccoglietela con le dita dei piedi.
  • Lasciatela a terra, aspettate qualche secondo e prendetela di nuovo. Realizzate 20 ripetizioni.
  • A poco a poco potete utilizzare penne sempre più grandi o di diversa consistenza.

4. Spingere verso il pavimento

Esercizio piedi con elastico

Potete usare un asciugamano o una fascia elastica.

  • Afferrate l’elemento dagli estremi.
  • Appoggiate un piede al centro (all’altezza delle dita e dei metatarsi).
  • Stirate le braccia e fate pressione verso il basso col piede.
  • Mantenete la posizione per 10 secondi, riposate e ripetete. Fate 10 ripetizioni.

5. Raccogliere e distendere un asciugamano

Questo è un altro modo per rafforzare i piedi.

  • Mettete un asciugamano sul pavimento.
  • Con le dita raccoglietene un bordo e portatelo indietro (affinché l’asciugamano si sgualcisca).
  • Dopo stiratelo com’era all’inizio. Realizzate questo esercizio 5 volte.

Visitate questo articolo: 6 rimedi alternativi per alleviare il dolore dell’artrite

6. Aprire le dita (aiutandosi con le mani)

Podologo

Questa tecnica permette di stirare e rafforzare le dita dei piedi. È molto facile.

  • Quando uscite dalla doccia e avete i piedi ben asciutti mettete le dita delle mani in mezzo a quelle dei piedi (intrecciandole).
  • Esercitate una leggera pressione e riposate. Fatelo 5 volte.

Potete usare anche i separatori per le dita che vengono utilizzati nei centri estetici per applicare lo smalto sulle unghie.

7. Stirare il piede con una palla

Potete utilizzare una pallina da tennis o da golf. L’importante è che non sia flessibile.

  • In piedi mettete la pallina sotto la pianta del piede.
  • Fate movimenti circolari, in avanti e indietro.
  • Poi passate all’altro piede.

Oltre che per stirare la zona, vi servirà per aumentare l’equilibrio.

8. Stirare le caviglie

Cura dei piedi

Dato che avete lavorato con le dita e con le piante, è il momento di muovere i polpacci e le caviglie.

  • Potete realizzare dei giri seguendo le lancette dell’orologio, o in senso contrario, per qualche secondo.
  • Potete anche afferrare le dita dei piedi col palmo della mano e tirarle indietro e di lato.
  • Muovete verso l’alto e verso il basso i piedi… vi sono molti modi per completare la routine.

Esercizi per rafforzare i piedi in palestra

Se vi allenate a scuola o in palestra, oltre che per i bicipiti e i tricipiti, potete includere nella routine anche degli esercizi per rafforzare i piedi.

Vi sono diversi esercizi che, per via dei loro movimenti o delle loro tecniche, fanno lavorare anche la pianta o le dita dei piedi:

1. Affondi indietro con salto

Dall’atterraggio alla spinta rafforzerete i muscoli laterali delle caviglie e acquisirete maggiore stabilità.

  • Spingete la gamba destra in avanti e spostate la gamba sinistra in diagonale (non strascicate il piede a terra).
  • Mantene dritta la schiena e le anche.
  • Alzate il piede sinistro e fate un affondo in avanti, portando la gamba destra indietro.

Volete saperne di più? Leggete: 7 consigli per migliorare la circolazione delle gambe

2. Squat con salto

Ragazza che fa ginnastica

Di sicuro conoscerete già i famosi squat, in questo caso, però, l’esercizio fa lavorare anche le piante dei piedi (e aumentare il ritmo cardiaco).

  • Mettetevi in piedi con la schiena dritta e le mani sulla cintura.
  • Aprite le gambe e flettete lievemente le ginocchia.
  • Portate i glutei indietro.
  • Poi chiudete le gambe per tornare alla posizione iniziale.

3. Salti su una sola gamba

  • Cominciate allo stesso modo dell’esercizio precedente ma, in questo caso, invece di aprire le gambe, portate il ginocchio destro verso l’addome (il più alto che potete).
  • Abbassate la gamba e fate lo stesso con la sinistra.
  • L’idea è che il piede che resta appoggiato realizzi un piccolo salto, accompagnando il movimento.
Guarda anche