Rash cutaneo: sintomi, cause e trattamento

14 Settembre 2020
Durante gli ultimi decenni, le patologie cutanee sono diventate un problema di salute sempre più diffuso nel mondo. Il rash cutaneo si manifesta mediante arrossamento e prurito in un'area localizzata.

Nel corso della vita quotidiana ci accade di toccare ogni genere di oggetto e, senza accorgercene, entriamo in contatto con una molteplicità di microbi che possono provocare piccole eruzioni. Questa colorazione rossastra della pelle che si manifesta come reazione alla presenza di allergeni è il rash cutaneo.

La pelle è la prima barriera di difesa di cui disponiamo contro qualunque agente esterno, motivo per cui è importante dedicarvi le giuste cure. Nelle righe che seguono vi spieghiamo cos’è il rash cutaneo, cosa lo provoca e come possiamo prevenirne la comparsa.

Che cos’è il rash cutaneo?

Viene definito rash cutaneo l’arrossamento di un’area circoscritta della pelle generalmente accompagnato da piccole lesioni, come eruzioni o papule. Esistono diversi fattori che possono provocarne la comparsa. In base alla causa, al colore e alla manifestazione, possiamo parlare di dermatite da contatto o seborroica.

Dermatite da contatto

Si tratta di un disturbo cutaneo che si manifesta quando la persona è allergica a un composto chimico oppure a un agente fisico. Qualunque prodotto di cui facciamo uso oggi può presentare componenti in grado di provocare alterazioni e danni alla pelle. Alcuni esempi sono:

  • Saponi.
  • Creme, cosmetici e profumi.
  • Prodotti per la pulizia.
  • Medicinali.

A sua volta, questo tipo di dermatite si suddivide in due categorie: da contatto e allergica. Le loro manifestazioni sono identiche, ma differiscono in quanto a decorso e fisiopatologia.

Il rash cutaneo è un arrossamento della pelle.
La dermatite è una forma di rash cutaneo che provoca un intenso prurito.

Dermatite seborroica

Come svela uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, la dermatite seborroica colpisce tra l’1 e il 3% della popolazione sana. Possiamo dunque affermare che è una malattia infiammatoria comune e ricorrente.

Le persone colpite da questa patologia presentano pelle grassa, che varia dal rosa al rosso, caratterizzata da desquamazione giallastra. L’attività delle ghiandole sebacee contribuisce allo sviluppo di questo disturbo.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Rimedi naturali contro la dermatite seborroica

Sintomi e cause

Il rash cutaneo si presenta sotto forma di eruzioni e bruciore in un punto specifico del corpo. Possono essere presenti prurito, chiazze eritematose, papule, vescicole e vesciche localizzate.

Nello specifico, la dermatite seborroica si presenta con pelle grassa e giallastra sulla zona delle labbra, le palpebre e le ciglia, il cuoio capelluto e il petto.

L’area interessata, l’età, il sesso e la predisposizione genetica rendono alcune persone più inclini di altre a soffrire di rash cutaneo. Questo disturbo può essere provocato da una varietà di cause. Le più comuni sono infezioni prodotte da microrganismi, reazioni a sostanze allergiche o chimiche presenti nei tessuti, prodotti per la pulizia e cosmetici.

La dermatite da contatto si manifesta a causa di una reazione di ipersensibilità che si presenta 48 ore dopo l’esposizione all’allergene. Alcuni prodotti che provocano arrossamento cutaneo in questo caso sono i corticosteroidi, gli antistaminici, gli antibiotici e le creme solari.

La dermatite seborroica, invece, sembra essere provocata dai funghi e da fattori genetici. È il caso del lievito Malassezia, un fungo commensale che produce alcuni metaboliti che irritano la pelle. Oltre a ciò, è stato dimostrato che chi soffre di altre patologie, come l’HIV, o ha subito un trapianto di organi è più a rischio.

Crema per calmare il rash cutaneo.
Il rash cutaneo può essere dovuto a batteri, funghi e perfino farmaci.

Vi consigliamo di leggere anche: Corticosteroidi per uso topico: applicazione

Trattamento del rash cutaneo

Conoscere i prodotti che causano allergia, e dunque evitarli, è il modo migliore per prevenire il rash cutaneo. Potrebbe comunque risultare difficile interpretare la terminologia con cui vengono indicati i componenti chimici sull’etichetta.

Per velocizzare la diagnosi, il dermatologo e l’allergologo devono conoscere gli allergeni più frequenti e presenti con maggiore frequenza nei prodotti per la cura personale e nei medicinali.

Infine, il tipo di rash cutaneo dipende dal prodotto, dal microrganismo o dall’agente fisico che lo provoca. Il trattamento da seguire dipenderà principalmente dall’agente responsabile.

  • Karakadze, M.A., Hirt, P.A. and Wikramanayake, T.C. The genetic basis of seborrhoeic dermatitis: a review. J. Eur. Acad. Dermatol. Venereol. (2018) 32(4):529-536.
  • Nguyen, H.L. and Yiannias, J.A. Contact dermatitis to medications and skin products. Clin. Rev. Allergy Immunol. (2019) 56(1):41-59.
  • Grice, Elizabeth A., and Thomas L. Dawson. “Host–microbe interactions: Malassezia and human skin.” Current opinion in microbiology 40 (2017): 81-87.