Recuperare un rapporto che non è finito

· 12 novembre 2018
Sentite di aver lasciato andare la persona che faceva per voi? Siete sicuri che ci sia ancora amore da entrame le parti e di aver chiuso questo rapporto senza esserne davvero convinti? Leggete questi consigli per recuperare un rapporto già chiuso, ma che aveva un futuro.

Recuperare un rapporto che avevate chiuso ma in cui siete sicuri ci sia ancora amore, non è affatto semplice. Tuttavia, vale la pena fare uno sforzo se siete convinti che riallacciare i rapporti sia la cosa giusta.

L’importante è essere certi che si tratti di vero amore e non si possesso.

Incollare i cocci di un legame che si è spezzato è un lavoro che richiede pianificazione e non solo sentimenti.

Significa tornare indietro per imparare dagli errori del passato e essere in grado di agire in modo diverso. Al contrario, il rischio è dover affrontare nuovamente la rottura anziché recuperare un rapporto.

Cosa fare per recuperare un rapporto senza commettere gli stessi errori?

Ragazza al mare

In alcuni casi la separazione provoca in noi la necessità imminente di recuperare il rapporto appena chiuso, tentando in qualunque modo.

E così iniziano i comportamenti folli che in realtà non fanno altro che deteriorare del tutto il rapporto. Di conseguenza, è bene seguire alcuni consigli per non cadere negli errori più comuni.

1. Concedersi e concedere del tempo per recuperare un rapporto

Perdersi di vista per qualche tempo è il modo migliore per sapere se ci manchiamo. Tutto questo senza incontri causali, contatti telefonici e senza visitare il suo profilo sui social.

È difficile per coloro che vivono i rapporti in modo intenso, ma questa fase è necessaria e utile.

Non sapere più nulla del vostro ex partner, vi permetterà di vedere la situazione da un altro punto di vista e di valutare se davvero avete bisogno dell’altra persona nella vostra vita, o se invece non è più così.

Lo stesso succede all’altra parte. Inoltre, spesso tendiamo a dare a un’assenza più valore di quanto in effetti non abbia; una situazione che forse non è comprensibile se non la si vive in prima persona.

Leggete anche: Disturbo d’ansia da separazione: cause e rimedi

2. L’attitudine positiva genera risposte positive

Donna felice

Svegliarsi al mattino pieni di energie e convinti che tutto possa migliorare, è utile. Bisogna vedere il lato positivo in ogni situazione e, soprattutto, bisogna capire perché questo succede.

Di sicuro i motivi della rottura sono ancora vivi, però anziché vederli come un ostacolo, dovreste analizzarli.

Questo significa trasformare qualcosa che vi ha causato dolore, nel suo opposto: in qualcosa di buono che arricchirà la vostra vita.

Proprio questo è il momento di dare a voi stessi una nuova occasione di cambiare quello che non andava nella coppia.

Leggete anche: In che modo una coppia sopravvive al tradimento?

Se riuscite a mantenere un’attitudine positiva, alla prossima occasione di incontro, non ci saranno discussioni bensì un dialogo costruttivo.

Senza recriminazioni e senza colpevolizzare l’altro. L’idea è quella di trasformarsi in una persona con nuovi punti fermi e più felice.

L’amore non è finito, ma la coppia si è trovata in situazioni avverse che possono cambiare solo se entrambi lo vogliono.

3. Conoscere meglio se stessi per acquisire un nuovo punto di vista

Per recuperare un rapporto bisogna essere consapevoli di ciò che l’uno ha dato all’altro e di ciò che può ancora dare. Allora, questo periodo in solitudine può trasformarsi anche in un momento per analizzare se stessi in veste di partner.

Un’occasione per rispondere sinceramente su come vi siete comportati durante questa relazione che si è conclusa con una separazione.

Ci sono stati episodi gelosia? Di dipendenza emotiva? Mancanza di spazi propri? Malumori? Vi siete lasciati guidare dagli eventi, senza fare nulla per uscire dalla crisi?

Prima di pensare ai litigi e all’atteggiamento del vostro ex partner, è necessario che vi concentriate su voi stessi; proprio come se si trattasse di un film su voi stessi, di cui siete spettatori.

Dovreste cambiare, insomma, la prospettiva e osservare voi stessi dall’esterno.

4. Andate avanti con la vostra vita sociale

In questa nuova fase da single, bisogna andare avanti con la propria vita personale e sociale. Uscire per partecipare a eventi, divertirsi con gli amici e svolgere le attività che preferiamo. Mantenersi attivi fa bene all’umore e il buonumore diventa contagioso.

Se vi capita, poi, di incontrare il vostro ex, quale momento migliore per salutarlo e mostrarvi predisposti a trascorrere dei momenti sereni?

Avere fiducia in se stessi conta molto nel rapporto con gli altri, a volte più di quanto pensiamo.

5. Ristabilite un contatto

Quando vi sentirete forti, positivi e sicuri di voler recuperare un rapporto che avevate chiuso, potrete ristabilire un contatto.

Iniziate con una telefonata o con un sms e aspettate di ricevere una risposta (senza mostrarvi impazienti).

L’ex deve potersi trovare di fronte la stessa persona di cui si era innamorato/a, con la quale si divertiva ed era felice. Allora, le conversazioni non devono focalizzarsi sul problema della separazione. Quello fa parte del passato, che sia chiaro.

Adesso l’obiettivo è ricominciare da capo, dando valore a tutto quello che vi univa e mostrandosi propositivi sui cambiamenti da fare per evitare gli stessi problemi.

La proposta è trovare in due una soluzione; trovare un nuovo “accordo” in cui entrambi i membri della coppia si sentano a proprio agio.

Consigli extra

Per recuperare una relazione che si è rotta, non dovreste mai:

  • Insistere con l’ex
  • Credere che una trasformazione fisica possa risolvere il problema
  • Inventare storie per attirare l’attenzione.
Guarda anche