6 rimedi per alleviare i fischi nelle orecchie

· 26 settembre 2017
Sebbene questi rimedi siano molto efficaci contro i fischi nelle orecchie, è importante non provarli tutti allo stesso tempo perché potrebbero avere effetti indesiderati

I fischi nelle orecchie, conosciuti anche come acufeni o tinniti, sono fastidiosi disturbi che possono presentarsi con frequenza o a intervalli di tempo.

Si tratta di un suono lieve o rumoroso (in uno o in entrambe le orecchie) che può essere accompagnato da mal di testa, insonnia e problemi nell’apprendimento.

Di solito è relazionato a infezioni e perdita dell’udito a causa dell’età, sebbene possa presentarsi anche in seguito all’accumulo di cerume o lesioni dell’orecchio.

Sebbene inizialmente potrebbe sembrare una cosa innocua, in realtà, la mancanza di un trattamento adeguato potrebbe condurre a difficoltà maggiori e, con il passare del tempo, risulterà sempre più difficile sentire e concentrarsi nelle mansioni quotidiane.
È di vitale importanza, dunque, prendere dei provvedimenti il prima possibile, evitando l’esposizione a suoni molto forti e tenendo in considerazione alcuni rimedi che è possibile preparare in casa.

Scopriamoli insieme!

Rimedi naturali per i fischi nelle orecchie

1. Ginkgo Biloba

Il consumo di ginkgo biloba è una delle soluzioni naturali per combattere le infiammazioni o i fischi nelle orecchie.

Questa pianta possiede proprietà anticoagulanti e antinfiammatorie che migliorano la circolazione riducendo questa fastidiosa sensazione al timpano.

Aiuta anche a trattare le infezioni sottostanti a questo problema grazie al suo effetto antimicotico e antibatterico.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di ginkgo biloba (10 g)

Come utilizzarlo

  • Aggiungete un cucchiaio di ginkgo biloba ad una tazza d’acqua molto calda e bevete l’infuso due volte al giorno.
  • Potete anche trovarla in compresse o estratto e assumerne dai 120 e 240 mg alla settimana.

Leggete anche: Tè antinfiammatorio per iniziare bene la giornata

2. Basilico

Le proprietà antibatteriche del basilico possono essere sfruttate per trattare il mal d’orecchie e i fischi.

I suoi principi attivi naturali combattono gli agenti che provocano infezioni e, poco a poco, facilitano l’eliminazione del cerume in eccesso.

Come utilizzarlo

  • Frullate alcune foglie di basilico fino ad ottenere una specie di crema.
  • In seguito, con l’aiuto di un colino, pressatela e cercate di ricavarne il succo.
  • Il succo ottenuto sarà molto caldo, dunque aspettate che si raffreddi e applicatene 2 o 3 gocce nell’orecchio interessato.
  • Ripetete il trattamento 2 volte al giorno per 3 volte alla settimana.

3. Aceto di mele

Aceto di mele per trattare il fischi nelle orecchie

Grazie ai suoi acidi naturali dai poteri antimicotici e antinfiammatori, l’aceto di mele è un’altra efficace soluzione contro le infezioni che causano gli acufeni.

Le sue proprietà equilibrano il livello alcalino del corpo e ne migliorano la risposta contro gli agenti esterni che causano le malattie.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di aceto di mele (10 ml)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Come utilizzarlo

  • Versate un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d’acqua tiepida e bevetelo 2 volte al giorno.
  • Come seconda opzione, potete anche diluire 2 parti uguali di aceto e acqua e applicarne tre gocce nell’orecchio interessato.

4. Aglio

L’aglio è un rimedio naturale che può combattere i fischi nelle orecchie quando sono causati dall’abbassamento delle temperature o da bruschi cambiamenti di altitudine.

Grazie alle sue qualità, riduce l’infiammazione e, a poco a poco, migliora la circolazione sanguigna che confluisce in queste zone.

Possiede anche proprietà antibiotiche che prevengono le infezioni e facilitano la pulizia del canale uditivo. 

Ingredienti

  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo (15 g)

Come utilizzarlo

  • Soffriggete 2 spicchi d’aglio triturato in una padella con un cucchiaio di olio di sesamo e, una volta filtrato, lasciate che si raffreddi.
  • Introducete due gocce d’olio nel canale uditivo ed inclinate la testa per alcuni minuti affinché faccia effetto.
  • Ripetete l’applicazione tutti i giorni per una settimana.

5. Zenzero

Zenzero per trattare i fischi nelle orecchie

Le proprietà medicinali dello zenzero aiutano a combattere gli acufeni in quanto sono capaci di migliorare la circolazione e combattere gli agenti patogeni che causano le infezioni. 

I suoi composti antinfiammatori riducono l’infiammazione dell’orecchio riducendo la sensazione di dolore.

Ingredienti

  • ½ cucchiaio di zenzero in polvere (5 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Come utilizzarlo

  • Versate mezzo cucchiaio di zenzero in polvere in una tazza d’acqua calda e bevetela 2 o 3 volte al giorno.
  • Come seconda opzione, potete tagliare una fetta di zenzero crudo e masticarla per alcuni minuti. Questo esercizio controllerà la pressione dell’orecchio e ridurrà in maniera considerevole i fischi.

Leggete anche: 5 ricette a base di zenzero per perdere peso

6. Olio di senape

Le proprietà antimicotiche ed antinfiammatorie dell’olio di senape possono essere sfruttate per controllare gli acufeni e le infezioni.

La sua applicazione aiuta ad eliminare il cerume in eccesso e crea una barriera protettiva nel canale uditivo prevenendo, così, le infiammazioni e gli attacchi dei batteri.

Come utilizzarlo

  • Riscaldate un po’ di olio di senape nel microonde e poi versatene 3 gocce nell’orecchio infettato.
  • Inclinate la testa e pulite l’orecchio dai resti di cerume.
  • Applicatelo 3 volte a settimana.

I fischi nelle orecchie vi tormentano? Allora, non esitate a provare uno dei rimedi menzionati e scoprirete che vi saranno di grande aiuto per risolvere questo problema.

Cercate solo di evitare di provarli tutti allo stesso tempo e, se il fastidio persiste, consultate il medico.

Guarda anche