Rimedi naturali contro la forfora

· 6 luglio 2014
Prendere il sole mezz'ora al giorno, ad un orario adeguato, può aiutare a ridurre l’infiammazione se il cuoio capelluto si sta desquamando a causa della forfora.

Senza ombra di dubbio, la forfora è un problema del cuoio capelluto tra i più comuni e più sgradevoli. Anche se molte persone associano la forfora ad una mancanza di igiene, in realtà può essere causata da diversi fattori: produzione di sebo in eccesso, stress, allergie o anche funghi. Per questo motivo, vogliamo indicarvi alcuni rimedi naturali per mettere fine al fastidioso problema della forfora.

È importante sottolineare che questi rimedi non funzionano in tutti i casi, la loro efficacia dipenderà dal tipo di forfora che avete. Se la forfora è il risultato di problemi nella produzione di sebo del cuoio capelluto, allora questi rimedi potranno esservi d’aiuto. Tuttavia, se si tratta di forfora causata da funghi, allora dovrete rivolgervi ad uno specialista che vi prescriverà uno shampoo o un prodotto farmaceutico specifico.

Che cos’è la forfora?

La forfora è una patologia del cuoio capelluto che si caratterizza per la formazione, più o meno eccessiva, di piccole scaglie o crosticine di pelle morta. Questo processo è comunemente conosciuto come desquamazione del cuoio capelluto. Come ben sapete, è normale che le cellule muoiano e che la pelle si rinnovi, ma le persone con problemi di forfora presentano una produzione anomala di questa pelle morta.

Oltre al distacco di piccole porzioni di pelle, la forfora è caratterizzata anche da arrossamento e prurito al cuoio capelluto. Normalmente, questo problema è causato da un fungo, chiamato Pityrosporum ovale, oppure da seborrea. Al contrario, la forfora nella maggior parte dei casi non è dovuta alla secchezza del cuoio capelluto come pensano erroneamente molte persone.

Il sedano

Sedano

Il sedano è uno dei prodotti naturali più efficaci per combattere la forfora. Per un rimedio a base di sedano è sufficiente far bollire un litro d’acqua e, appena raggiunge il bollore, aggiungere due o tre gambi di sedano, comprese le foglie. A questo punto lasciate bollire l’acqua per altri cinque minuti. Infine, dopo averla fatta raffreddare, applicatela sul cuoio capelluto prima di utilizzare lo shampoo per il consueto lavaggio dei capelli.

Il limone

Anche il limone è utile per contrastare la forfora. Per realizzare questo rimedio dovete applicare sul cuoio capelluto l’equivalente di un succo di limone fresco, lasciate agire circa due minuti prima di procedere con lo shampoo. In questo modo, il succo di limone, che ha un effetto astringente, evita la formazione della forfora e farà risplendere i vostri capelli.

La barbabietola

Barbabietola

Le radici della barbabietola, in particolare quella bianca, sono un’ottima opzione per combattere la forfora in maniera naturale. Bisogna farle bollire nell’acqua, seguendo la proporzione di tre a uno, vale a dire, occorre aggiungere acqua in tripla quantità rispetto alla barbabietola. Infine, applicate quest’acqua sul cuoio capelluto tutte le sere, effettuando un leggero massaggio con i polpastrelli delle dita.

L’aceto di mele

Per evitare o diminuire la forfora potete usare anche l’aceto di mele. Occorre solamente unire mezza tazza di aceto di mele con la stessa quantità di acqua. Applicatelo sul cuoio capelluto dopo aver usato lo shampoo ed il balsamo e lasciate agire per non più di tre minuti. Infine, risciacquate abbondantemente.

Il timo

Timo

Preparate un infuso con tre cucchiaini di timo essiccato in una tazza d’acqua dopo averla fatta bollire per dieci minuti. Lasciate poi raffreddare l’infuso e applicatelo sul cuoio capelluto pulito. È molto importante non risciacquare i capelli e applicare l’infuso ogni volta che li lavate.

Il sole

Per quanto possa sembrare incredibile, il sole aiuta ad evitare o combattere la forfora. Alcuni esperti suggeriscono di esporre il cuoio capelluto al sole per 30 o 40 minuti ogni giorno (non per forza consecutivi): il sole aiuterà a ridurre l’infiammazione se il cuoio capelluto si sta desquamando a causa della forfora. È importante evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde perché può essere molto pericoloso.

La cosa migliore è uscire la mattina presto oppure nel tardo pomeriggio, dopo le 16:00, quando l’intensità del sole è diminuita notevolmente. Vi consigliamo di fare una passeggiata così il sole non vi causerà alcun problema di grave entità.

Guarda anche