I benefici di una passeggiata quotidiana

Uno studio pubblicato di recente afferma che per mantenersi in buona salute è necessario camminare ogni giorno, calcolando tra i mille e i diecimila passi. Ma…quali sono i benefici del camminare? Svolgere questa attività giornalmente aiuta a dimagrire, attiva la circolazione sanguigna liberandoci dalle varici e tonifica i muscoli delle gambe. Inoltre, diminuisce il rischio di ipertensione, previene il diabete e aiuta a combattere il colesterolo. In più, rilassa e libera la mente.

Cercate di non camminare con la schiena curva e lo sguardo a terra. Provate piuttosto ad osservarvi nella quotidianità per poter migliorare la vostra postura. In fin dei conti, il modo di camminare di una persona è la prima cosa che si nota da lontano, e può persino essere un tratto distintivo.

È davvero la cosa migliore camminare con le scarpe da ginnastica? Decisamente sì: le scarpe sportive sono l’ideale, specialmente se sono fatte con materiale antiscivolo e dispongono di una soletta comoda.

Se non avete tempo di farvi una camminata durante il giorno, o comunque di passeggiare tranquillamente, potete sempre andare al lavoro a piedi, senza fretta, prendendo le scale anziché l’ascensore.

Cercate di bere molta acqua per evitare la ritenzione idrica. Usate crema idratante ogni giorno se camminate sotto il sole e ricordate che d’estate, anche se c’è la nebbia o è nuvoloso, i raggi del sole scottano lo stesso; pertanto dovrete utilizzarla ugualmente.

Una passeggiata quotidiana migliorerà anche il vostro umore, renderà la vostra giornata più sopportabile, facendovi sentire più rilassati.

Allo stesso modo, il semplice fatto di camminare un po’ ogni giorno fortifica il cuore, riducendo considerevolmente il pericolo di essere colpiti da problemi cardiovascolari. È stato dimostrato che le infermiere (che per la loro professione camminano molto) hanno un 35% di complicazioni cardiache in meno rispetto a qualunque altra donna della stessa età che, però, conduce una vita sedentaria.

È stato scientificamente provato che questa attività aiuta in gran parte anche il cervello: le funzioni cognitive migliorano considerevolmente se si cammina giornalmente. In generale, le persone ormai entrate nella terza età possono ridurre in questo modo il rischio di complicazioni a livello cerebrale.

Vi sembrerà incredibile, ma camminare per circa 30 minuti al giorno aiuta a prevenire il diabete di tipo 2: è stato, infatti, dimostrato che il rischio diminuisce addirittura del 58%.

Inoltre, si migliora la resistenza cardiorespiratoria, perché si aumenta la resistenza polmonare: i polmoni, infatti, diventano più forti e sani, e resistono in maniera più efficace alle infezioni virali.

Persino le persone colpite da depressione traggono grandi benefici da una passeggiata al giorno, che riesce ad alleviare i sintomi di questo disturbo.

Infine, camminare riduce il rischio di tumore al colon, perché il movimento stimola e migliora la digestione, evitando che si accumulino alimenti non del tutto digeriti e materia fecale.

Categorie: Buone abitudini Tags:
Guarda anche