Rimedi naturali contro la lombalgia: 3 consigli di base

· 1 luglio 2016
Poiché la lombalgia passa dopo 3-6 settimane, bisogna impegnarsi per non fare sforzi durante questo periodo di tempo, ma non è nemmeno consigliato stare a riposo totale

La lombalgia di solito colpisce sempre persone in età molto attiva, tra i 30 e i 60 anni. Si tratta di un dolore molto comune causato da distensioni muscolari nella zona lombare che implica problemi di mobilità.

Bisogna ricordare anche che ogni persona è unica e, anche se la lombalgia di solito passa dopo 3-6 settimane, è necessario fare sempre affidamento all’opinione di un medico.

A volte il problema può dipendere da un’ernia o da alcune malattie e, per questo, è importante consultare un buon professionista.

Nonostante ciò, a casa potete seguire consigli molto semplici e del tutto naturali che vi aiuteranno a migliorare la qualità di vita e ad accelerare il processo di guarigione. Vi invitiamo a scoprirli insieme a noi.

Consigli per la lombalgia

1. Riposo, ma non totale

La prima cosa che si sente quando si soffre di lombalgia è un dolore intenso e “caldo” nella zona bassa della schiena. Molti pazienti lo descrivono come “sentirsi spezzati in due”. Per chi ne soffre, è molto difficile muoversi, girarsi o persino sedersi.

Leggete anche quali sono i 9 rilassanti muscolari naturali

La lombalgia, proprio come abbiamo già detto, di solito si cura del tutto in un periodo di tempo che va dalle 3 alle 6 settimane. Ciò significa rimanere in malattia per un mese. Vuol dire, quindi, che bisogna stare a riposo per tutto questo tempo? Assolutamente no.

La cosa migliore da fare è restare a riposo totale per i primi due o tre giorni. Il dolore è intenso e i nervi sono molto infiammati ed è per questo che è impossibile svolgere qualsiasi attività.

Dopo i primi giorni, però, rimanere immobili o sdraiati indebolisce i muscoli e muscoli deboli peggiorano la salute della colonna vertebrale.

È necessario fare esercizi leggeri, ovvero quelli che riuscite a fare senza sentire dolore o fastidi. Dopo le prime 48 ore, è necessario essere il più attivi possibile, altrimenti il dolore durerà di più.

Che tipo di esercizi potete fare?

Potete chiedere aiuto ad un professionista della salute vertebrale, come un fisioterapista, un chiropratico o un dottore specializzato nella medicina fisica e nella riabilitazione.

Tuttavia, a casa potete realizzare semplici esercizi di stretching leggero per rafforzare la zona lombare.

  • Potete camminare lentamente su un tapis-roulant.
  • Anche nuotare un po’ ogni giorno è uno dei migliori esercizi contro la lombalgia.

2. Antinfiammatori naturali contro la lombalgia

zenzero lombalgia

2.1 Antinfiammatorio orale: lo zenzero

Vi sarà molto utile preparare due tazze d’infuso di zenzero al giorno. È uno dei migliori antinfiammatori naturali che esistono e, inoltre, può sostituire gli analgesici industriali che si usano per trattare la lombalgia.

Basta mettere in infusione un cucchiaino di radice di zenzero (5 gr) in una tazza d’acqua bollente (250 ml). Bevetelo caldo dopo i pasti.

2.2 Antinfiammatori topici: olio essenziale di ruta, equiseto e rosmarino

Tra le piante maggiormente consigliate per donare sollievo dal dolore della lombalgia troviamo sia il rosmarino sia l’equiseto.

In questo caso, dovete portare a bollore un litro d’acqua e aggiungere un cucchiaio e mezzo di equiseto (15 gr) e la stessa quantità di rosmarino. Lasciate in infusione per 20 o 30 minuti e poi lasciate raffreddare un po’.

Volete saperne di più? Vi stressate troppo spesso? Mettete in pratica questa terapia giapponese per rilassarvi

Usate questa miscela medicinale per inumidire una garza ed applicatela sulla zona lombare, restando così a riposo per 30 minuti. Ripetendo lo stesso trattamento due volte al giorno, noterete un po’ di sollievo.

La ruta, invece, oltre ad essere un buon antinfiammatorio, è un ottimo rimedio naturale per ridurre il dolore e rilassare il corpo. Per questo motivo, vi consigliamo di procurarvi dell’olio essenziale di ruta nei negozi appositi e usarlo per fare dei massaggi.

Si tratta di una cura alternativa molto interessante.

3. Trattamento cognitivo-comportamentale contro la lombalgia

schiena con albero disegnato lombalgia

Anche se a prima vista quest’informazione sembra un po’ strana, si tratta di un rimedio efficace da prendere in considerazione. Sono in molti ad evitare di muoversi quando soffrono di lombalgia, il che riunisce una paura molto intensa del movimento perché viene associato al dolore. Ciò provoca ulteriore tensione e un sovraccarico muscolare.

Scoprite come alleviare il mal di schiena con una semplice tecnica di respirazione

È un circolo vizioso: il dolore scatena paura e la paura origina l’idea che non bisogna muoversi e, così, l’immobilità infiamma ancora di più i nervi e indebolisce i muscoli della zona lombare.

  • Bisogna essere coscienti del fatto che per la lombalgia ci vuole tempo. Deve passare almeno un mese prima di poter stare bene di nuovo.
  • Durante questo periodo, dovete abituarvi all’idea di armonizzare la mente e le emozioni con l’asse della schiena: più tensione provoca più dolore. Ciò significa che dovete mantenere la calma, rilassarvi e cercare di svolgere movimenti leggeri. Allontanate la paura dalla vostra mente e concentratevi sul fatto che, giorno dopo giorno, starete meglio.
  • Uscite a fare una passeggiata, adottate uno stile di vita rilassato con movimenti leggeri, con il quale distrarre la mente ed evitate soprattutto di restare fermi e di fare un uso eccessivo di antinfiammatori industriali.

Forse nella vostra città esistono le cosiddette “Back Schools” o “Scuole della schiena”. In queste strutture potrete imparare tutto quello che c’è da sapere sull’igiene posturale, l’ergonomia, come sollevare i pesi, quali sono gli esercizi più adatti per prevenire eventuali problemi e, in pratica, a preservare una migliore qualità di vita con la vostra colonna vertebrale.

Guarda anche