Proteggere i reni: consigli e rimedi

· 27 Maggio 2014
L'acqua di mare contiene tutti i minerali di cui ha bisogno il nostro organismo nella giusta proporzione e inoltre regola i liquidi del corpo.

I reni sono organi vitali, vale a dire fondamentali per la vita. Tra le loro varie funzioni, ricordiamo quella di mantenere il sangue pulito ed equilibrato. Da qui l’importanza di proteggere i reni a tavola e con sane abitudini.

Alcuni sintomi potrebbero indicare che i nostri reni non stanno funzionando come dovrebbero. Tra questi: mancanza di energia, ritenzione idrica, occhiaie o palpebre gonfie, dolore nella zona lombare, capelli non in salute, alcuni tipi di sordità o dolore alle ginocchia.

Consigli e rimedi per proteggere i reni e mantenerli in buona salute

Alimenti sconsigliati

Alcuni alimenti debilitano la funzione dei reni e andrebbero evitati:

  • il latte e i suoi derivati
  • lo zucchero
  • il sale
  • alcuni farmaci

Anche la quantità di proteine che assumiamo deve essere limitata, soprattutto quelle di origine animale perché sottopongono i reni a uno sforzo eccessivo.

cubetti di zucchero

Bere acqua

Bevete durante l’arco della giornata, tra un pasto e l’altro, in base al periodo dell’anno, secondo le vostre necessità e i vostri ritmi. Per proteggere i reni è fondamentale mantenere il corpo ben idratato; tuttavia, in alcuni casi non bisogna abusare dell’acqua. Se, per esempio, i reni sono infiammati e non andate al bagno con la solita frequenza, è meglio non esagerare con i liquidi fino a quando non starete meglio.

È particolarmente utile bere acqua tiepida a digiuno per mettere in funzione l’organismo.

Vi consigliamo di leggere anche: 9 benefici dell’acqua tiepida con limone al mattino

Sudare

Si dice che il sudore funzioni come un terzo rene perché aiuta a eliminare i liquidi evitando ai reni uno sforzo eccessivo. Per sudare, l’ideale è svolgere regolarmente attività fisica. Se, invece, avete delle difficoltà a sudare in maniera naturale, potete ricorrere a degli infusi caldi di zenzero.

radici di zenzero

Calore

Assieme al fegato, i reni sono gli organi del corpo che hanno più bisogno di calore, soprattutto durante l’inverno perché tendono a raffreddarsi. Coprite bene la zona dei reni, magari di notte utilizzate una coperta elettrica, una borsa dell’acqua calda, etc.

Potete anche massaggiare la zona con olio essenziale di ginepro, dopo averlo mescolato con un po’ di olio vegetale o gel di aloe. L’olio essenziale di ginepro, oltre a proteggere i reni e dare calore, è energizzante, migliora la circolazione e contrasta le infezioni intestinali.

Piante medicinali amiche dei reni

Vi consigliamo di assumere regolarmente infusi delle seguenti piante medicinali:

  • Equiseto o coda cavallina: oltre a essere ricca di minerali come il silicio, questa pianta aiuta a eliminare i liquidi e, allo stesso tempo, contribuisce a ridurre l’infiammazione dei reni.
  • Uva ursina: è la pianta più usata per la prevenzione e la cura delle infezioni urinarie frequenti.
  • Bardana: contribuisce a depurare i reni, oltre ad aiutare il fegato e la cistifellea. Le foglie di questa pianta hanno proprietà antibiotiche.
  • Arenaria: come suggerisce il nome, questa pianta aiuta a eliminare i dolorosi calcoli renali.

Brodo di cipolla

Ogni volta che volete, potete consumare brodo di cipolla per trarre beneficio delle meravigliose proprietà medicinali di questo alimento. La cipolla è in grado di pulire e ridurre l’infiammazione dei reni. Per preparare il brodo è sufficiente far bollire delle cipolle in acqua e poi bere l’acqua di cottura a piccoli sorsi durante l’arco della giornata.

zuppa di cipolla per proteggere i reni

Anguria

Anche l’anguria aiuta a proteggere i reni, grazie al suo grande contenuto di acqua. Contribuisce a pulire il sangue e a eliminare i liquidi in eccesso. Potete mangiarla a fette oppure frullarla con i semi in modo da ottenere una bevanda rinfrescante.

Sedano

Il sedano è un alimento dalle grandi proprietà depurative e alcalinizzanti, e aiuta a eliminare i calcoli renali. Potete utilizzarlo nella preparazione di brodi e minestre oppure anche crudo, nei centrifugati di verdura e nell’insalata.

Leggete anche: Dieta del sedano per 20 giorni

Acqua di mare

L’acqua di mare è un integratore naturale riequilibrante. Anche se è salata contiene, nella giusta proporzione, tutti i minerali di cui il nostro organismo ha bisogno.

Inoltre l’acqua di mare regola i liquidi del nostro corpo. Se ci sono liquidi in eccesso, funziona come diuretico naturale; al contrario, se i liquidi mancano, allora idrata il nostro corpo. Potete trovarla in tutte le erboristerie o  nei negozi di prodotti naturali. La dose consigliata è un cucchiaio prima di ogni pasto.

Impacchi per i reni

Per realizzare questa tecnica, avrete bisogno dell’aiuto di un’altra persona.

  • Stendetevi sul letto o su un lettino coperto da un asciugamano.
  • Fatevi mettere su tutto il corpo degli asciugamani asciutti, poi un secondo strato di asciugamani bagnati con acqua calda e, per finire, un terzo strato di di asciugamani asciutti.
  • Tutte le zone del corpo dovranno essere ben calde e coperte. Non possono rimanere delle zone fredde o esposte all’aria.
  • Restate distesi per 45 minuti in modo da sudare e liberare i reni.

Tenete sotto controllo la pressione arteriosa

Chi soffre di pressione alta corre il rischio di danneggiare i piccoli vasi sanguigni presenti nei reni. In questo caso, i vasi danneggiati potrebbero non filtrare correttamente il sangue.

Immagini per gentile concessione di Uwe Hermann, robbplusjessie e lablascovegmenu.