Rimedi per prurito e bruciore intimo

2 Dicembre 2019
Le infezioni vaginali, con i loro fastidiosi sintomi, sono frequenti nelle donne di qualsiasi età. Con l'articolo di oggi vi proponiamo alcuni rimedi per prurito e bruciore intimo.

Conoscete i rimedi per prurito e bruciore intimo, consigliati dalla tradizione popolare? Nel parliamo in questo articolo.

Data la sua anatomia, la donna è più propensa alle infezioni nell’area genitale. Tali infezioni di solito includono sintomi come infiammazione, irritazione, prurito e bruciore vaginale e anche cambiamenti nel flusso.

Questi possono verificarsi con maggiore intensità  tra i 15 e i 40 anni. Dobbiamo tenere a mente che tali sintomi possono rispondere a diverse cause:

  • Stress.
  • Eczema.
  • Psoriasi.
  • Vaginosi batterica.
  • Alterazioni ormonali.
  • Sistema immunitario indebolito
  • Cattiva o eccessiva igiene.
  • Infezioni batteriche o fungine.
  • Malattie sessualmente trasmissibili (MTS).

Rimedi per il prurito e bruciore intimo: funzionano?

Secondo la medicina alternativa, esistono alcuni rimedi naturali che possono essere usati per trattare la vaginosi batterica e il fastidio del prurito e bruciore vaginale. Tuttavia, la verità è che non dovrebbero nemmeno essere presi in considerazione come supporto al trattamento farmacologico prescritto dal medico.

I rimedi casalinghi che la medicina alternativa solitamente raccomanda, sono, per la maggior parte, alimenti con proprietà antimicrobiche (alquanto esagerate) che presumibilmente doperebbero contribuire all’eliminazione del focus del problema.

Facciamo un ripasso di ciò che di solitamente viene consigliato in caso d’infezione vaginale.

1. lo yogurt

Yogurt contro prurito e bruciore intimo

Una delle raccomandazioni più popolari per il trattamento delle infezioni e dei fastidi vaginali è l’uso topico dello yogurt. Si ritiene che l’acido lattico e i batteri presenti nei componenti dello yogurt possano lenire il prurito e il bruciore intimo e, a sua volta, eliminare eventuali infezioni presenti nella zona.

Spalmare dello yogurt all’interno della vagina non eliminerà l’infezione né è utile per la prevenzione. Nemmeno spalmandolo quotidianamente. Non esistono prove scientifiche a convalida dell’uso di questo rimedio.

2. Aceto di mele

È ormai diventata popolare la convinzione che l’aceto di mele possieda proprietà antibatteriche e antimicotiche che potrebbero non solo eliminare batteri e funghi, ma anche regolare il pH naturale della vulva. Tuttavia, i medici non raccomandano in nessun caso l’utilizzo di questo rimedio, neanche in forma coadiuvante a qualsiasi trattamento.

  • L’uso topico dell’aceto può causare reazioni cutanee avverse, soprattutto nell’area genitale.

3. L’aglio

Aglio contro prurito e bruciore intimo

Un’altra delle grandi bugie che circolano in rete è che l’aglio è un alimento dalle potenti proprietà antibatteriche e antibiotiche, in grado di eliminare i batteri e i lieviti che mettono a rischio la salute vaginale. Tuttavia, ad oggi non esistono prove sufficienti a validare tali affermazioni. Pertanto, non è consigliabile trattare alcun disturbo o patologia con l’aglio.

  • Strofinare uno spicchio d’aglio con una capsula di vitamina E, yogurt o qualsiasi altra sostanza, non eliminerà alcuna infezione né migliorerà la salute del sistema immunitario.

Può interessarvi anche: 5 curiosi impieghi dell’aceto di mele

Consigli per prevenire prurito e bruciore intimo

Cura intima

Leggete anche: 7 abitudini da evitare nel prendersi cura della zona vaginale

  • Pulire la vagina da davanti a dietro.
  • Dopo l’esercizio fisico, fare una doccia e asciugarsi bene.
  • Utilizzare biancheria intima di cotone e cambiarla due volte al giorno se si presenta il prurito.
  • Evitare di indossare abiti bagnati, in quanto l’eccesso di umidità può favorire l’intensificazione dei sintomi dell’infezione.
  • Se possibile, dormire senza biancheria intima fino a quando il prurito non sarà sparito.
  • Evitare i bagni con schiuma, assorbenti igienici profumati e lozioni vaginali. Usare piuttosto saponi con pH neutro per non alterare quello della vagina.

Prima di utilizzare qualsiasi rimedio, è meglio consultare il proprio medico e seguire le sue istruzioni. Ricordate che, al contrario di quanto si pensi, l’applicazione di alimenti (come yogurt o aglio) in un’area delicata come la vagina può innescare reazioni avverse e aggravare il problema. Quindi state attenti alle soluzioni naturali considerate “magiche” che promettono grandi risultati.

Tuttavia, se si è tentato quanto sopracitato senza notare miglioramenti, è molto importante andare dal ginecologo di fiducia perché possa visitarci e prescriverci le medicine necessarie.

  • Darvishi, Maryam et al. “The Comparison of vaginal cream of mixing yogurt, honey and clotrimazole on symptoms of vaginal candidiasis” Global journal of health science vol. 7,6 108-16. 3 Apr. 2015, doi:10.5539/gjhs.v7n6p108
  • Bitew, Adane et al. “Prevalence of Bacterial Vaginosis and Associated Risk Factors among Women Complaining of Genital Tract Infection” International journal of microbiology vol. 2017 (2017): 4919404.