Rimedio naturale per regolare l'ipertensione

Se state seguendo qualche trattamento medico per la tensione, conviene consultare uno specialista prima di assumere questo rimedio, perché potrebbe interferire con il trattamento e causare reazioni avverse.
Rimedio naturale per regolare l'ipertensione

Ultimo aggiornamento: 24 aprile, 2021

L’ipertensione, conosciuta anche come pressione arteriosa alta, è un disturbo cardiovascolare molto comune che si verifica quando il flusso sanguigno esercita in maniera continua una notevole pressione sulle arterie.

Di solito non è dovuto a un’unica causa; di conseguenza, ci sono diversi fattori di cui bisogna tenere conto, come l’alimentazione, l’attività fisica, il consumo di sostanze nocive per la salute (come l’alcol e il tabacco), l’ereditarietà genetica, ecc.

Una volta che ai pazienti è stata diagnosticata questa malattia, per evitare di esporsi a rischi maggiori devono migliorare le proprie abitudini di vita. Allo stesso tempo, devono migliorare anche le loro abitudini alimentari. In caso, contrario, esiste il rischio di soffrire di un infarto al miocardio, di un’emorragia o di una trombosi cerebrale.

Gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità indicano che “più è alta la tensione arteriosa, maggiore è il rischio di subire un danno al cuore e ai vasi sanguigni di organi principali come il cervello e i reni”.

Secondo i medici, l’ipertensione non provoca sempre la comparsa di sintomi: per questa ragione ha ricevuto il nome di “assassino silenzioso”.

Rimedio naturale per regolare l’ipertensione

Anche se non esiste alcun rimedio naturale che, da solo, sia in grado di curare l’ipertensione, esistono però alcuni preparati (come quelli di cui parleremo nelle righe che seguono) che possono essere consumati nel contesto di uno stile di vita sano.

Questi preparati aiutano a evitare il consumo di bibite di produzione industriale, ricche di sodio e di zucchero, due ingredienti che bisogna evitare quando si soffre di pressione arteriosa alta.

Il seguente rimedio naturale consiste in un mix di foglie di pino, melagrana e cipolla, tre ingredienti ai quali sono attribuiti effetti antiossidanti e proprietà diuretiche che potrebbero contribuire ad alleviare il problema.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Alimenti da evitare per l’ipertensione

Benefici delle foglie di pino

Regolare l'ipertensione: foglie di pino.

Il pino marino francese contiene una sostanza chiamata procianidina, una sostanza antiossidante che può contribuire a migliorare la salute dell’intero organismo e aiutare a regolare la pressione arteriosa.

Si ritiene che gli antiossidanti possano contribuire a ridurre il danno cellulare ed evitare l’aggravamento dell’ipertensione. Inoltre, si pensa che le sue proprietà antinfiammatorie favoriscano il buon funzionamento dell’apparato renale e di quello cardiovascolare.

Di conseguenza, c’è chi giudica utile preparare bevande naturali a base di foglie di pino per integrare la propria dieta e condurre uno stile di vita sano.

Benefici della melagrana

Secondo gli esperti della Fondazione spagnola per la nutrizione (FEN), la melagrana è un frutto che, per quanto non possa essere definito una fonte ricca di nutrienti, contiene però una certa quantità di potassio e vitamina C.

Per questa ragione, c’è chi afferma che la melagrana sia uno dei frutti più salutari per i pazienti ipertesi o che presentano livelli di colesterolo alti.

Proprio come il tè verde, questo frutto contiene antiossidanti, tra i quali si segnalano i polifenoli. Inoltre, contengono anche tannini, che possono contribuire a ridurre la pressione arteriosa sistolica.

Il potassio è un minerale essenziale per migliorare il flusso sanguigno e ridurre la rigidità arteriosa.

Benefici della buccia di cipolla

 

Secondo gli esperti del FEN, la cipolla è un alimento che contiene proteine, potassio, vitamina C, flavonoidi e diversi composti solforosi. Inoltre, affermano quanto segue: “i processi culinari (frittura, cottura sul fuoco, ecc.) non provocano grandi perdite del contenuto complessivo della cipolla; di conseguenza, le ricette a base di cipolla offrono un buon apporto di questi componenti”.

Anche se di solito tendiamo a gettare la buccia o la pelle delle cipolle, c’è, invece, chi la ritiene utilizzabile, perché potrebbe presentare una buona concentrazione di nutrienti.

Esiste l’ipotesi infatti, secondo la quale il consumo di cipolla potrebbe contribuire a regolare la pressione arteriosa. Tuttavia, in merito a questa questione sono necessarie ulteriori ricerche.

Per il momento, il consumo di cipolla rimane consigliabile, sempre, però, nel contesto di una dieta equilibrata. Non deve mai essere considerata come l’unica fonte alimentare o come un sostituto del trattamento prescritto dal medico (nel caso in cui si soffra di ipertensione di un’altra malattia).

Rimedio a base di foglie di pino, melagrana e buccia di cipolla

Ragazza che beve da una tazza.

 

Ingredienti

  • 1 litro d’acqua
  • 2 cucchiai di melagrana (20 gr)
  • 5 cucchiai di foglie di pino (50 gr)
  • 2 cucchiai di buccia di cipolla (15 gr)

Preparazione

  • Lavate bene le foglie di pino e la buccia della cipolla.
  • Nel frattempo collocate l’acqua in una pentola e fatela bollire.
  • Una volta giunta a ebollizione, aggiungete tutti gli ingredienti e abbassate il fuoco lasciando cuocere per circa 10 minuti.
  • Coprite la pentola e lasciate riposare per altri 20 minuti con il fuoco spento.
  • Filtrate, servite e consumate con moderazione.

Anche se la completa efficacia di questo rimedio non è stata dimostrata scientificamente, si ritiene che il suo consumo moderato, nel contesto di una dieta equilibrata, possa contribuire a mantenere uno stile di vita sano. In particolar modo, se viene consumato come sostituto bibite rinfrescanti o bevande alcoliche.

Potrebbe interessarti ...
Abbassare la pressione arteriosa con 5 rimedi alle erbe
Vivere più saniLeggilo in Vivere più sani
Abbassare la pressione arteriosa con 5 rimedi alle erbe

Abbassare la pressione arteriosa è un problema comune a molti. La pressione arteriosa alta infatti è uno dei problemi cardiovascolari più diffusi.



  • Benítez, V., Mollá, E., Martín-Cabrejas, M. A., Aguilera, Y., López-Andréu, F. J., Cools, K., … Esteban, R. M. (2011). Characterization of Industrial Onion Wastes (Allium cepa L.): Dietary Fibre and Bioactive Compounds. Plant Foods for Human Nutrition, 66(1), 48–57. doi.org/10.1007/s11130-011-0212-x
  • Plantas medicinales para el sistema respiratorio. (n.d.). Retrieved October 25, 2018.
  • Schoonees, A., Visser, J., Musekiwa, A., & Volmink, J. (2012). Pycnogenol® (extract of French maritime pine bark) for the treatment of chronic disorders. Cochrane Database of Systematic Reviews. doi.org/10.1002/14651858.CD008294.pub4
  • Weber, M. A., Schiffrin, E. L., White, W. B., Mann, S., Lindholm, L. H., Kenerson, J. G., … Harrap, S. B. (2014). Clinical practice guidelines for the management of hypertension in the community: a statement by the American Society of Hypertension and the International Society of Hypertension. Journal of Clinical Hypertension (Greenwich, Conn.), 16(1), 14–26. doi.org/10.1111/jch.12237
  • Xie, X., Atkins, E., Lv, J., Bennett, A., Neal, B., Ninomiya, T., … Rodgers, A. (2016). Effects of intensive blood pressure lowering on cardiovascular and renal outcomes: updated systematic review and meta-analysis. Lancet (London, England), 387(10017), 435–443. doi.org/10.1016/S0140-6736(15)00805-3