Rottura della cuffia dei rotatori: cause e trattamenti

28 Ottobre 2019
La rottura della cuffia dei rotatori provoca dolore e limitazione nei movimenti della spalla. Vediamo in cosa consiste e perché si verifica.

La rottura della cuffia dei rotatori è un disturbo alquanto frequente e che colpisce soprattutto le persone di mezza età. Attualmente è una delle principali cause del dolore alla spalla.

La cuffia dei rotatori è il complesso muscolo-tendineo della spalla, responsabile della stabilità e del movimento di tale articolazione. Purtroppo, la spalla è una parte del corpo particolarmente esposta a svariati problemi. Un infortunio in quest’area risulta particolarmente invalidante e doloroso. A tal proposito, nell’articolo di oggi vi diciamo di tutto quello che c’è sapere sulla rottura della cuffia dei rotatori.

Rottura della cuffia dei rotatori, di cosa si tratta?

Dolore alla spalla

La rottura della cuffia dei rotatori è una patologia che colpisce circa 4 persone su 100.000 all’anno. È importante notare che la sua incidenza aumenta con l’avanzare dell’età. La maggior parte delle persone colpite ha tra i 50 e i 60 anni.

Le lesioni tipiche di questa articolazione sono legate al suo deterioramento. A differenza di altre patologie articolari, raramente sono causate da urti.

Nella maggior parte dei casi, la rottura della cuffia dei rotatori si verifica in soggetti che effettuano movimenti delle spalle continui e prolungati nel tempo. Per esempio, è tipica fra gli atleti, i muratori o gli imbianchini.

Cos’è la cuffia dei rotatori?

Come già accennato, la cuffia dei rotatori è un complesso di muscoli e tendini. Essi rivestono l’articolazione e mantengono stabile l’osso del braccio (omero).

Inoltre, permettono la corretta esecuzione dei movimenti del braccio, come la rotazione e l’elevazione. Questi muscoli sono piccoli, ma capaci di rendere i movimenti precisi e coordinati. Parliamo di:

  • Sovraspinato.
  • Sottoscapolare.
  • Sottospinato.
  • Piccolo rotondo.

Quello che tende a lesionarsi maggiormente è il tendine sovraspinato. Esso è responsabile dell’elevazione laterale del braccio, pertanto quando lesionato, il movimento corrispondente risulta doloroso e difficoltoso.

Rottura della cuffia dei rotatori: quali sono le cause?

Normalmente, la rottura della cuffia dei rotatori si verifica a causa dell’usura dei tendini esposti a un uso continuato, come sollevare oggetti pesanti o tenere il braccio alzato a lungo.

Ma può anche essere dovuta a un infortunio. Si tratta di una casistica meno frequente, ma a volte può essere causata da una caduta o un movimento brusco. Tuttavia, i fattori di rischio maggiormente coinvolti nella rottura della cuffia dei rotatori sono:

  • L’età. Come accennato in precedenza, questo disturbo colpisce principalmente i soggetti di età compresa tra i 50 e i 60 anni.
  • Alcune professioni, come quelle nell’ambito dell’edilizia; in quanto si tratta di professioni nelle quali i movimenti ripetitivi sono frequenti.
  • Alcuni sport come il tennis o il baseball.
  • Infortuni pregressi, sia personali che familiari.
Lussazione alla spalla

Leggete anche: Rafforzare le spalle con sette esercizi

Quali sono i sintomi della rottura della cuffia dei rotatori?

I sintomi, in genere, si manifestano in funzione della gravità della lesione. Tuttavia, il sintomo predominante è il dolore alla spalla. Per cui, tutti i movimenti di questa articolazione risultano limitati.

Alcuni soggetti accusano il problema quando vanno a letto, risultando quasi impossibile dormire sul lato colpito. Anche semplici attività come pettinarsi, vestirsi o lavarsi diventano complicate da svolgere.

Se la rottura della cuffia dei rotatori non viene curata in tempo, può causare gravi complicazioni. Non riuscendo a muovere correttamente il braccio, esso rischia di indebolirsi e di perdere la sua mobilità. Ciò rende il trattamento ancora più complicato, poiché se l’articolazione rimane immobilizzata troppo a lungo, si rischia il deterioramento cronico della spalla.

Può interessarvi anche: Diminuite il dolore alla spalla con questi rimedi fatti in casa

Come viene diagnosticata

Per effettuare la diagnosi, il medico eseguirà un esame fisico. Durante tale esame, valuterà la capacità di movimento, la forza e il dolore che si producono nell’articolazione.

Oltre a ciò, vengono spesso svolti esami complementari come gli ultrasuoni o la risonanza magnetica. L’ecografia permette di valutare lo stato dei tendini e dei muscoli durante l’esecuzione di un movimento. Si tratta inoltre di un esame economico e non invasivo.

Per concludere

La rottura della cuffia dei rotatori è un disturbo che colpisce spesso i soggetti di mezza età. È una lesione piuttosto invalidante, ed è quindi fondamentale in presenza dei sintomi rivolgersi al proprio medico il prima possibile.

  • Giangarra, C. E., & Manske, R. C. (n.d.). Clinical orthopaedic rehabilitation : a team approach.
  • Máximo, J., & Acevedo, G. (n.d.). El manguito de los rotadores (Vol. 10). Retrieved from www.medigraphic.org.mx
  • Desgarres del manguito de los rotadores (Rotator Cuff Tears) – OrthoInfo – AAOS. (n.d.). Retrieved September 3, 2019, from https://orthoinfo.aaos.org/es/diseases–conditions/desgarres-del-manguito-de-los-rotadores-rotator-cuff-tears/