Russare di meno: 4 trattamenti alternativi

23 Luglio 2019
Russare può essere dovuto a un problema di salute o a determinate abitudini di vita. Tuttavia, esistono alcuni trattamenti alternativi che possono aiutarci a tenere sotto controllo le cause.

Russare di meno è l’obiettivo principale non solo di chi soffre di questo problema, ma anche di chi dorme accanto. Russare tutte le notti, inoltre, è associato a diversi problemi di salute, tra i quali disturbi cardiovascolari e respiratori.

In questo articolo condividiamo 4 trattamenti le cui proprietà sono state largamente studiate, sebbene l’uso pratico risponda spesso a dati puramente aneddotici. Tuttavia, rappresentano una valida opzione per riuscire a russare di meno ed evitare, così, alternative più invasive.

Russare di meno grazie ad alcuni trattamenti

Russare è il risultato di una resistenza al passaggio dell’aria ai polmoni ed è anche un sintomo di problemi respiratori. Quando è di grave entità, viene considerato un disturbo del sonno.

Per anni, l’intervento chirurgico è stato considerato il trattamento definitivo. Esso consisteva nella stimolazione elettrica dei muscoli dilatatori delle vie respiratorie superiori.

Russare di meno con il CPAC

Russare di meno con il CPAC
Il CPAC è indicato nei casi di apnea ostruttiva del sonno, in quanto promuove un’adeguata ventilazione durante il riposo notturno.

Il CPAC è un dispositivo a pressione positiva continua delle vie aeree. Tale apparecchio viene prescritto dal medico per il trattamento dell’apnea del sonno, di conseguenza ha effetto anche sul russare.

Il dispositivo utilizza la pressione dell’aria per premere sulla lingua e aprire la gola, affinché l’aria passi più facilmente. Tuttavia, detto sistema può anche avere degli effetti collaterali.

Leggete anche: Apnea notturna: sintomi e trattamento

Trattamenti alternativi per russare di meno

1. Dieta povera di sodio

Sebbene non ancora supportata da studi specifici, viene proposta una dieta a basso contenuto di sodio e ricca di alimenti diuretici. Ciò potrebbe rivelarsi utile se si russa in quanto favorirebbe la riduzione dei fluidi corporei, spesso associati al peggioramento dell’apnea notturna.

Quando ci sdraiamo, tali liquidi si spostano dalle gambe al collo. Contrastare la ritenzione idrica può quindi rappresentare un valido sollievo. In tal senso, vengono proposte le seguenti linee guida:

  • Eliminare il sale dalla dieta.
  • Condire con spezie, erbe aromatiche, aglio, cipolla, limone, ecc.
  • Non consumare cibi processati, come salse, zuppe, affettati, scatolame, salsa di soia, formaggi, ecc.
  • Aumentare il consumo di frutta, insalata e verdura in generale.

2. Zenzero, curcuma e aglio

Radice di zenzero
L’uso di sostanze naturali dagli effetti antinfiammatori può aiutare a ridurre l’infiammazione delle vie respiratorie e, pertanto, anche a russare di meno.

Vi proponiamo tre piante medicinali note per le proprietà antinfiammatorie: zenzero, curcuma e aglio. Consumate regolarmente, aiutano a ridurre l’infiammazione delle vie aeree, che produce come effetto secondario il russare.

E possibile includere questi alimenti direttamente nella propria dieta o assumerli come integratori. Sono, inoltre, dei potenti rimedi antiossidanti e depurativi che aiutano a migliorare la salute generale.

3. Magnesio

Il terzo trattamento alternativo per russare di meno è il magnesio. Questo minerale ha dimostrato la sua efficacia nell’equilibrare il sistema nervoso, riducendo inoltre l’infiammazione e migliorando la qualità del sonno.

Tuttavia, per notare dei miglioramenti di rilievo, l’assunzione del magnesio dovrà essere accompagnata da una dieta e uno stile di vita adeguati. Inoltre, raccomandiamo di assumere tutti gli integratori sempre sotto controllo medico.

Può interessarvi anche: Il magnesio, un minerale completo

4. Ipnoterapia

Donna in terapia
Terapie come l’ipnosi, sono state studiate come alternative possibili per russare di meno e trattare le cause sottostanti.

L’ipnoterapia è un tipo di psicoterapia che utilizza metodi guidati di rilassamento e di concentrazione intensa. Fino a poco tempo fa veniva impiegata come trattamento alternativo per l’alcolismo e per il dimagrimento.

Tuttavia, una ricerca ha mostrato che l’ipnosi può aiutare il soggetto a girarsi quando inizia a russare. Ciò si otterrebbe attraverso la pratica dell’autoipnosi e, nel tempo, favorirebbe la riduzione dell’intensità e della durata del problema.

I trattamenti che non funzionano affatto

Al giorno d’oggi sono disponibili svariati dispositivi e prodotti che ci aiutano a russare di meno in modo semplice e naturale. Sono richiami allettanti perché promettono risultati rapidi e, in genere, a buon prezzo. Tuttavia, nella maggior parte dei casi la loro efficacia non è dimostrata.

Tra questi prodotti troviamo:

  • Braccialetti antirussamento con elettrodi.
  • Spray per eliminare i fluidi nasali in eccesso, che possono funzionare solo in caso di russamento dovuto a congestione nasale.
  • Strisce adesive per aprire le fosse nasali, che agiscono solo superficialmente e non sul palato molle, quindi sono anch’esse associate ai casi di congestione nasale.

Ora conoscete alcuni dei trattamenti naturali per tenere sotto controllo questo fastidioso problema. Apportare dei cambiamenti alla propria dieta può essere di grande aiuto, così come il ricorso all’ipnoterapia o all’assunzione di magnesio come integratore. In ultimo, non dobbiamo sottovalutare l’importanza di combattere il sovrappeso e il fumo.

  • Kraft, T. (2003). Treatment options for snoring [5]. Journal of the Royal Society of Medicine. https://doi.org/10.1258/jrsm.96.9.473
  • Fiori, C. Z., Martinez, D., Gonçalves, S. C., Montanari, C. C., & Fuchs, F. D. (2015). Effect of diuretics and sodium-restricted diet on sleep apnea severity: Study protocol for a randomized controlled trial. Trials. https://doi.org/10.1186/s13063-015-0699-9
  • Gala, T. R., & Seaman, D. R. (2011). Lifestyle modifications and the resolution of obstructive sleep apnea syndrome: A case report. Journal of Chiropractic Medicine. https://doi.org/10.1016/j.jcm.2010.12.003