Salute dei capelli: liberatevi di queste 8 abitudini

· 16 novembre 2018
Legare i capelli quando sono ancora bagnati potrebbe indebolire le radici, favorendo la caduta o la comparsa di micosi del cuoio capelluto.

Per avere una chioma forte e lucente è importante tenere conto di alcune regole d’oro che vanno al di là della scelta dei prodotti. Un buon trattamento aiuta sicuramente a rivitalizzarli, ma non bisogna trascurare l’importanza del nostro stile di vita sulla salute dei capelli.

In questo senso, è noto che alcune abitudini possono rovinarli notevolmente; ciò avviene soprattutto quando questi gesti causano disidratazione, perdita di nutrienti e li sottopongono a una serie di aggressioni non sempre risolvibili.

Il problema quindi, non è tanto trascurare i capelli, quanto ignorare o sottovalutare il motivo che ci porta ad avere una chioma opaca e spenta.

Per aiutarvi a identificare le possibili cause, abbiamo raccolto le 8 abitudini che più danneggiano la salute dei capelli. Le conoscete?

1. Il fumo

Mano femminile con sigaretta

Fumare non fa male unicamente alla salute di bronchi e polmoni. Aumenta la quantità di tossine in circolo, con un impatto negativo anche sulla pelle e sui capelli.

  • Le sostanze tossiche, presenti in grande quantità  nelle sigarette, entrano nel sangue e ostacolano il buono funzionamento dei follicoli piliferi.

Leggete anche: Motivi per smettere di fumare e strategie per riuscirci

2. Lo stress influisce sulla salute dei capelli

Lo stress condiziona la nostra salute emotiva e causa, alla lunga, squilibri nella sfera psicologica e fisica. Una delle conseguenze è la debolezza dei capelli.

  • Le persone stressate possono andare incontro a una caduta abbondante, forfora o comparsa precoce dei capelli bianchi.

3. Legare i capelli quando sono bagnati

Ragazza bionda raccoglie sulla testa i capelli bagnati

Chi ha i capelli lunghi spesso segue l’abitudine di legarli quando ancora sono bagnati o umidi. Malgrado sembri un gesto innocuo, alla lunga può causare una serie di problemi nella salute dei capelli.

  • In alcuni casi questo gesto potrebbe indebolire le radici e intensificare la caduta.

4. Lavare i capelli con acqua calda

Non tutti sopportano l’acqua fredda durante lo shampoo e in inverno è inevitabile usare l’acqua calda. Tuttavia, se diventa un’abitudine regolare, si cominciano a notare i danni.

  • La temperatura calda dell’acqua apre i pori del cuoio capelluto, minacciando la salute dei follicoli.
  • Con il tempo, altera la produzione naturale di sebo e, allo stesso tempo, produce secchezza.

5. Esposizione eccessiva al sole

Ragazza con i capelli biondi e lunghi

Così come la pelle, anche i capelli hanno bisogno di essere protetti dagli effetti del sole. Forse i danni non si notano subito, tuttavia i raggi UV possono alterare l’aspetto e la velocità di crescita dei capelli.

  • Esporli al sole in modo eccessivo, senza un’adeguata protezione, fa perdere ai capelli forza ed elasticità.
  • Indossate un cappello: aiuta a ridurre l’impatto negativo.

6. Asciugacapelli e piastra

Non si può negare che l’asciugacapelli caldo e la piastra aiutino a ottenere pettinature impeccabili. Un uso eccessivo resta, tuttavia, tra le principali cause di deterioramento dei capelli.

  • La piastra, l’arricciacapelli e il phon danneggiano le cuticole a protezione del capello, alterandone  la struttura.
  • Usati regolarmente seccano i capelli, portano alla rottura delle punte e altri problemi che lasciano i capelli spenti e privi di vita.

Leggete anche: Riparare le doppie punte senza tagliare i capelli

7. Troppe decolorazioni

Decolorazione dei capelli biondi

Decolorare permette un cambiamento radicale di look. Certo, appena fatta i capelli sono uno spettacolo ma, conviene farla sempre?

  • La decolorazione è un processo chimico estremamente aggressivo, in grado di schiarire i capelli fino a sette toni. Con il tempo, però, causa danni permanenti.
  • Non sottoponetevi a questo trattamento più di 4 volte l’anno e, sempre, affidandovi alle mani di una professionista.

8. L’abitudine di grattare la testa

Per un motivo o l’altro, alcune persone hanno l’abitudine di grattarsi il cuoio capelluto con forza, quasi senza accorgersene. A volte il responsabile è lo stress, in altri casi il prurito legato ad alterazioni del pH. 

  • Grattare la testa in modo eccessivo mina la salute delle cellule vive presenti alla radice del capello.
  • Se la causa è il prurito, la forfora o una malattia della pelle, ricorrete quanto prima a un dermatologo.

Vi riconoscete in una o più di queste abitudini? Correggetele quanto prima, affinché i vostri capelli non ne paghino le conseguenze.

Guarda anche