Salute della pelle: falsi miti e verità

5 Dicembre 2019
Esistono alcuni luoghi comuni sulla cura della pelle che possono compromettere la nostra salute. A ciò si aggiunge che spesso ignoriamo alcune abitudini determinanti per proteggerla. Volete saperne di più?

La salute della pelle è un argomento che non sempre riceve le attenzioni che merita. Nonostante si tratti di uno degli organi più importanti ed estesi del corpo, a volte tendiamo a dimenticarcene. La maggior parte di noi, inoltre, se ne prende cura per motivi puramente estetici.

Ma al di là di questo, la cute ha il compito di proteggere il corpo dagli agenti esterni. Funge da barriera di fronte ai cambiamenti di temperatura, all’aria, ai batteri, e così via. Le condizioni della pelle possono anche essere un riflesso di anomalie che colpiscono altre parti del corpo.

Sapevate che specifici tumori – come quelli che colpiscono i polmoni – possono scatenare episodi di orticaria?  Molti disturbi sistemici, in effetti, si manifestano nelle prime fasi attraverso questo sintomo.

Oltretutto, la pelle ci permette di sperimentare il senso del tatto, influisce sul nostro aspetto, sulla sessualità e sull’autostima. Per questo motivo, in questo articolo vi spieghiamo quali sono i luoghi comuni e quali le verità sulla salute della pelle.

L’idratazione influisce sulla salute della pelle?

Questa è una realtà. Bere acqua è necessario per garantire il funzionamento di tutto il nostro organismo, ma anche per mantenere la pelle idratata e soda.

Tuttavia, non è vero che bisogna bere 2 litri di acqua al giorno per mantenere in salute la pelle. Sebbene si consigli di bere tra 1,5 e 2 litri di acqua al giorno, questa è una media. L’acqua di cui si ha bisogno varia in base a diversi fattori.

L’attività fisica, la temperatura ambientale o il tipo di dieta possono aumentare il nostro fabbisogno di acqua. Inoltre, l’acqua che beviamo non influisce direttamente sullo stato della pelle.

Donna che beve acqua
Bere acqua è necessario per mantenere in salute la pelle. Eppure, non è vero che bisogna bere assolutamente 2 litri di acqua.

Il sole cura l’acne?

Questo luogo comune è molto diffuso. La maggior parte delle persone pensa che prendere il sole migliori l’acne. Tuttavia, non è così. Per prima cosa, dovete sapere che la maggior parte dei trattamenti medici che vengono applicati in caso di acne presentano fotosensibilizzazione.

Questo vuol dire che se si sta assumendo un medicinale per l’acne, esporsi al sole può dare origine a una reazione cutanea. Se per di più lo fate senza protezione solare, potreste scottarvi. Questo peggiorerà ulteriormente l’acne.

D’altro canto,in presenza di cicatrici recenti di brufoli, prendere il sole renderà i segni ancora più visibili. Evitate le ore di sole più forti e applicate una protezione solare adeguata.

Potrebbe interessarvi: Pelle giovane con 9 fantastici consigli

La pelle si rinnova regolarmente?

Questo è vero. La pelle è un organo con un proprio ciclo di rinnovamento. Le cellule dello strato più profondo si rigenerano di continuo. Da lì, si spostano verso l’epidermide (lo strato più superficiale della pelle) e sostituiscono le cellule vecchie.

La pelle impiega circa 28 giorni per rinnovarsi. Tuttavia, con l’età questo ritmo rallenta. Influiscono su questo anche l’esposizione solare, l’insonnia e la cattiva alimentazione.

Donna in salute
La pelle presenta un personale ciclo di rinnovamento. Tuttavia, questo cambia con l’età e con le abitudini di vita.

La salute della pelle e l’esfoliazione

Molte donne pensano che esfoliare le gambe o i glutei possa aiutare a eliminare la cellulite. La cellulite è un accumulo di grasso negli strati più profondi della pelle.

Con l’esfoliazione, stimoliamo semplicemente lo strato più superficiale. Per questo motivo, pensare che esfoliando i glutei o le cosce sarà possibile eliminare la cellulite è solo un falso mito.

Per poterla attenuare, bisogna mantenere una dieta bilanciata e fare  regolare attività fisica. Rivolgetevi al vostro medico o a un personal trainer se volete raggiungere questo obiettivo.

Potrebbe interessarvi: Pelle a buccia d’arancia: 3 menù per ridurla

Lo stress influisce sulla salute della pelle?

Questo è vero. Come spiegato in uno studio pubblicato sul Clinical and Experimental Dermatology, la continua esposizione allo stress danneggia sia la salute della pelle che il benessere generale del corpo. Si è osservato che alcune alterazioni e malattie dermatologiche sono influenzate da questo fattore.

La psoriasi, ad esempio, è una malattia cronica della pelle, caratterizzata dalla comparsa di macchie rosse con squame biancastre. Può manifestarsi con dolore e prurito sulle aree interessate. Inoltre, peggiora notevolmente con lo stress.

Un altro esempio è l’alopecia areata. Si tratta di una malattia autoimmune a causa della quale il sistema immunitario provoca la caduta dei capelli in determinate aree. Inoltre, è associata ad ansia e stress.

Stress e salute della pelle
La continua esposizione a condizioni di stress può interferire con la salute della pelle. Lo stress è infatti associato a diversi disturbi cutanei.

Conclusioni sulla salute della pelle

Questi sono alcuni esempi per dimostrare che non tutto quello che sentiamo dire o che pensiamo sulla pelle è vero. Di conseguenza, si consiglia di rivolgersi al medico di fiducia in caso di dubbi e problemi.

È inoltre possibile prendersi cura non solo della salute della pelle, ma di tutto l’organismo, con alcuni semplici accorgimenti. Mantenersi idratati e riposare adeguatamente migliora il funzionamento del nostro organismo.

Infine, sappiamo già che l’esposizione al sole tra le 12 e le 14 può essere dannosa per la nostra cute e può rappresentare un rischio per la nostra salute. L’ideale è applicare sempre il filtro solare adatto al proprio tipo di pelle. Non dimenticatelo!

  • Hunter, H. J. A., Momen, S. E., & Kleyn, C. E. (2015). The impact of psychosocial stress on healthy skin. Clinical and Experimental Dermatology, 40(5), 540–546. https://doi.org/10.1111/ced.12582
  • ¿Cómo hidratar la piel? – Parc de Salut Mar. (n.d.). Retrieved July 30, 2019, from https://www.parcdesalutmar.cat/es/dermatologia/consells-practics/hidratar-pell/
  • Haluza D, Simic S, Moshammer H. Sun Exposure Prevalence and Associated Skin Health Habits: Results from the Austrian Population-Based UVSkinRisk Survey. Int J Environ Res Public Health. 2016;13(1):141. Published 2016 Jan 19. doi:10.3390/ijerph13010141
  • Basavaraj, K. H., Navya, M. A., & Rashmi, R. (2011, July). Stress and quality of life in psoriasis: An update. International Journal of Dermatology. https://doi.org/10.1111/j.1365-4632.2010.04844.x
  • Rousset, L., & Halioua, B. (2018, October 1). Stress and psoriasis. International Journal of Dermatology. Blackwell Publishing Ltd. https://doi.org/10.1111/ijd.14032
  • Gupta, M. A., Gupta, A. K., & Watteel, G. N. (1997). Stress and alopecia areata: A psychodermatologic study. Acta Dermato-Venereologica77(4), 296–298.
  • Hosoi, J. (2006, August). Stress and the skin. International Journal of Cosmetic Science. https://doi.org/10.1111/j.1467-2494.2006.00330.x