Sane abitudini prima di mettersi a letto

7 Ottobre 2019
Il sonno influenza sia il benessere fisico che emotivo. Seguire delle corrette abitudini prima di andare a dormire, come evitare di guardare la televisione o usare il telefono, migliora la qualità del sonno. Scoprite le altre.

Benché gli si dia meno importanza di quanto meriti, il sonno è alla base della nostra efficienza. Gioca un ruolo fondamentale sia per la salute che per il benessere. Per tale ragione, riposare tra le sette o le otto ore a notte dovrebbe diventare l’obiettivo principale nel nostro stile di vita. A tale scopo, è utile adottare alcune sane abitudini prima di mettersi a letto.

La mancanza di sonno può influire sulla salute e sull’umore, per non parlare delle prestazioni al lavoro o nello studio. Ecco perché seguire alcune abitudini prima di andare a dormire può essere molto utile per il nostro benessere.

La qualità del riposo, se non ottimale, può indebolire il sistema immunitario rendendolo più vulnerabile alle malattie. Inoltre, influisce anche sulle abitudini alimentari. La mancanza di sonno può portare a un aumento dell’appetito e, quindi, ripercuotersi negativamente sul peso. Ciò avviene perché altera i gli ormoni che controllano l’appetito e la sazietà.

Al fine di migliorare la qualità del sonno, nelle prossime righe condivideremo con voi alcune sane abitudini da mettere in pratica prima di mettersi a letto. Riposando meglio, noterete un netto miglioramento in termini di memoria, prestazioni e persino umore.

Sane abitudini prima di mettersi a letto

Disturbi del sonno
Non vi sono prove scientifiche che stabiliscano quanto tempo dovremmo dormire. Tuttavia, si conoscono gli effetti negativi causati dalla mancanza di sonno.

Calcolare le ore di sonno

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e la National Sleep Foundation (USA) concordano sul fatto che un adulto dovrebbe dormire circa 7 -8 ore a notte. Tuttavia, ciò può variare da individuo a individuo. Ci sono persone che dormono solo 6 ore a notte e si sentono perfettamente riposate, mentre altre hanno bisogno di dormire almeno 10 ore.

La verità è che non esistono studi che affermino esattamente quanto dovremmo dormire. Gli scienziati, inoltre, sostengono che non è il corpo a doversi ricaricare di energie, bensì il cervello. Quando si dorme, il cervello si occupa di “ripulire” tutti i residui accumulati durante la giornata. È dunque necessaria una quantità sufficiente di riposo per essere efficienti.

Oltretutto, dormire meno di 7 ore può causare aumento di peso, diabete e ipertensione. Quando non si riposa abbastanza, si tende a provare uno stato di affaticamento costante.

Andare a letto sempre alla stessa ora

Stabilire un’ora fissa per andare a letto può aiutare a dormire meglio. Il corpo si abituerà presto alla nuova routine e inizierete ad avvertire la sonnolenza poco prima dell’ora stabilita. In questo modo, una volta a letto vi addormenterete più velocemente.

Leggete anche: Dormire con i capelli bagnati: 8 conseguenze

Rilassarsi prima di andare a letto

Prima di andare a dormire l’ideale sarebbe rilassarsi. Capita spesso, una volta a letto, di essere assaliti da mille preoccupazioni. Tuttavia, bisogna cercare di eliminare lo stress e l’ansia accumulati durante la giornata.

Una buona abitudine da mettere in pratica prima di mettersi a letto è quella di realizzare alcune tecniche di rilassamento. Potete iniziare con una serie di respiri profondi. Nel frattempo, provate a rilassare i muscoli stiracchiandovi delicatamente.

Per eliminare i pensieri che affollano la mente, potete scriverli su un diario o un foglio sul comodino. Poi cercate di evitarli. Concentratevi sul momento presente e immaginate delle situazioni piacevoli.

Può interessarvi anche: Come dormire quando siamo nervosi

Altre sane abitudini prima di mettersi a letto

Donna che dorme serenamente
Per una buona qualità del riposo è importante mettere in pratica alcune abitudini notturne che favoriscono il sonno.
  • Evitate di guardare la televisione o di usare lo smartphone a letto. Che ci crediate o meno, possono rendervi nervosi e interferire con il sonno.
  • Fate un bagno caldo.
  • Andate a letto solo quando siete stanchi. Se siete già a letto e non riuscite ad addormentarvi, alzatevi e andate in un’altra stanza. Tornerete a letto quando vi verrà voglia di dormire.
  • Usate il letto solo per dormire o per le effusioni amorose. Usarlo per altri scopi come studiare, guardare la TV, usare il computer induce il cervello ad associare il letto ad attività che non conciliano il sonno. E ciò non è positivo.
  • Evitate i pisolini troppo lunghi, in quanto possono alterare il ritmo del sonno.
  • Riducete il consumo di caffeina, bibite gassate o altre sostanze eccitanti.
  • Smettete di fumare, perché la nicotina contenuta nelle sigarette è un eccitante.
  • Rendete la vostra camera da letto un luogo tranquillo e piacevole. Se c’è troppo rumore, potete usare i tappi per le orecchie. Se il problema è la luce, provate a usare una mascherina o a oscurare le finestre. Potete anche provare a rendere il vostro letto più comodo con delle belle lenzuola o un comodo cuscino.

In conclusione

Mantenere alcune sane abitudini prima di mettersi a letto può aiutarci a migliorare la qualità del nostro riposo. Anche altre attività come l’esercizio fisico regolare o un’alimentazione equilibrata possono essere d’aiuto per riposare meglio. Non dimenticate che il sonno influenza quasi tutte le aree della vostra vita, dunque cercate di prendervene cura.

  • Cirelli C, Tononi G. The Sleeping Brain. Cerebrum. 2017;2017:cer-07-17. Published 2017 May 1.
  • Krause AJ, Simon EB, Mander BA, et al. The sleep-deprived human brain. Nat Rev Neurosci. 2017;18(7):404–418. doi:10.1038/nrn.2017.55
  • Fattinger S, de Beukelaar TT, Ruddy KL, et al. Deep sleep maintains learning efficiency of the human brain [published correction appears in Nat Commun. 2018 May 25;9:16182]. Nat Commun. 2017;8:15405. Published 2017 May 22. doi:10.1038/ncomms15405
  • Kang JH, Chen SC. Effects of an irregular bedtime schedule on sleep quality, daytime sleepiness, and fatigue among university students in Taiwan. BMC Public Health. 2009;9:248. Published 2009 Jul 19. doi:10.1186/1471-2458-9-248
  • Nisar M, Mohammad RM, Arshad A, Hashmi I, Yousuf SM, Baig S. Influence of Dietary Intake on Sleeping Patterns of Medical Students. Cureus. 2019;11(2):e4106. Published 2019 Feb 20. doi:10.7759/cureus.4106