Sciatica in gravidanza: cosa è e come controllarla

28 Aprile 2019
La sciatica è un disturbo comune durante la seconda fase di gestazione. Con le giuste precauzioni, però, è possibile tenerla sotto controllo affinché interferisca il meno possibile sulla vita quotidiana.

La sciatica è un dolore molto intenso che attraversa la parte posteriore della gamba giù fino al tallone; è dovuto alla compressione, irritazione o infiammazione del nervo sciatico. Sapete come placare la sciatica in gravidanza?

Questo dolore interessa più della metà delle donne in gravidanza e solitamente si manifesta a partire dal sesto mese. A seguire vedremo le cause scatenanti della sciatica in gravidanza, i sintomi che provoca e la giusta terapia per tenerla sotto controllo.

Sciatica in gravidanza

Cause

Le cause che scatenano la compressione del nervo sciatico in gravidanza sono molteplici, ma hanno tutte la stessa origine: i cambiamenti anatomici e ormonali che soffre la madre man mano che il feto cresce nell’utero.

Questo scatena una serie di problemi che hanno come risultato la comparsa di questa patologia:

  • La crescita dell’utero all’interno della cavità addominale provoca lo spostamento di alcuni organi interni che possono compromettere il nervo sciatico.
  • La posizione dell’utero e del feto fanno sì che la madre tenda a spingere il bacino in avanti, in modo da mantenere l’equilibrio, spostando in questo modo il suo baricentro. Ciò determina la tendenza a separare di più i piedi e a incurvare troppo la schiena, dando luogo a posture che possono compromettere il nervo sciatico.
  • Fino alla fine della gravidanza aumenta l’ormone relaxina, che favorisce il rilassamento dell’utero a mano a mano che i legamenti di tutto il corpo diventano più elastici. Di conseguenza, molte articolazioni sono più instabili e le contratture si fanno più frequenti.

Leggete anche: Ossa e articolazioni fragili: ecco la dieta giusta

Sintomi della sciatica in gravidanza

Sintomi della sciatica
Il dolore può variare di intensità, in base al nostro stato di salute, alla gravidanza e alla compressione del nervo.

Il dolore varia sensibilmente in base al livello di compressione a cui il nervo sciatico è sottoposto. Ci sono donne che accusano un dolore molto intenso e invalidante, mentre altre avvertono solo un leggero fastidio. I sintomi più comuni sono:

  • In caso di sciatica lieve, il dolore si propaga dalla parte inferiore della schiena fino a raggiungere il gluteo e solitamente colpisce punti localizzati.
  • Il dolore può intensificarsi tossendo o starnutendo, con una possibile sensazione di colpo di frusta nelle zone interessate.
  • Può presentarsi formicolio o debolezza muscolare.
  • Intorpidimento e mobilità ridotta nei casi più gravi.

Leggete di più: Dolori alle ossa: 6 rimedi naturali

Come tenere sotto controllo la sciatica in gravidanza

Curare la sciatica in gravidanza
Grazie agli esercizi e alla respirazione è possibile rafforzare il corpo ed evitare la sciatica in gravidanza.

Mettendo in pratica una serie di accorgimenti, è possibile trattare e tenere sotto controllo questa patologia, rendendola più sopportabile fino al parto, quando cioè verrà meno la causa scatenante del dolore al nervo sciatico.

  • Controllate il peso in gravidanza.
  • Praticate attività fisica moderata; escursionismo, nuoto, yoga o pilates contribuiscono a rinforzare i muscoli addominali.
  • Termoterapia: l’applicazione localizzata del calore sulla zona interessata attenua il dolore.
  • Se dormite di fianco, mettete un cuscino tra le gambe; sotto le gambe se dormite a pancia in giù.
  • Indossate una cintura pelvica che vi aiuti a distribuire meglio il peso del ventre e a mantenere la giusta postura.
  • Scegliete le calzature adatte e che seguano la curva naturale della schiena. È del tutto controindicato indossare tacchi alti.
  • Se siete solite rimanere sedute a lungo, fate una camminata ogni tanto e allungate le gambe ogni due ore.
  • Se il dolore è molto intenso, vi sarà di grande aiuto ricorrere a fisioterapia e massaggi localizzati per rilassare e sciogliere i muscoli.
  • È molto importante non automedicarsi con antinfiammatori e consultare il medico per sapere se è necessaria la somministrazione di farmaci.

Ricordate che il medico sarà sempre il professionista di fiducia cui rivolgersi in caso di disturbi. I cambiamenti del corpo dettati dalla gravidanza determinano specifiche conseguenze, ma gestirli nel modo migliore ci farà godere di una gravidanza serena e in salute.

  • Ostgaard, H. C., Andersson, G. B., & Karlsson, K. (1991). Prevalence of back pain in pregnancy. Spine. https://doi.org/10.1097/00007632-199105000-00011
  • L., T., A., R., & M., M. (1994). Autotraction treatment for low-back pain in pregnancy: A pilot study. Clinical Rehabilitation.
  • Valat, J. P., Genevay, S., Marty, M., Rozenberg, S., & Koes, B. (2010). Sciatica. Best Practice and Research: Clinical Rheumatology. https://doi.org/10.1016/j.berh.2009.11.005