Fattori di rischio di un cancro all’utero

· 15 novembre 2014
Se nella famiglia ci sono antecedenti di cancro, è molto importante che facciate dei controlli periodici, tanto per scartare qualsiasi problema che per ottenere una diagnosi precoce.

Qualsiasi tipo di cancro è estremamente pericoloso e deve essere individuato il prima possibile per poterlo trattare in modo adeguato e rigoroso. In questo articolo vi parleremo nello specifico del cancro al collo dell’utero.

Bisogna sempre stare in allerta rispetto al cancro al collo dell’utero ed eseguire i controlli medici pertinenti, facendo molta attenzione ai sintomi che si possono presentare. A seguire vi parleremo più in dettaglio di questo tipo di cancro e di che cosa implica.

Segnali di allarme di un cancro

Vari gruppi di ricerca contro il cancro concordano su una serie di segnali di allarme che tutti dovrebbero conoscere, così che al minimo presentimento possano rivolgersi il prima possibile a un medico. I segnali sono sette e di norma sono i primi a comparire per qualsiasi tipo di cancro. I sette segnali di allarme per individuare un cancro sono:

  • abitudini intestinali e urinarie irregolari
  • ulcere sulla pelle che non cicatrizzano
  • emorragie o secrezioni senza causa apparente
  • presenza di noduli
  • tosse o raucedine persistenti
  • indigestione o difficoltà nel deglutire
  • cambiamenti o alterazioni di un neo

Principali fattori di rischio del cancro al collo dell’utero

sintomi cancro utero

Tutti dobbiamo sapere che un fattore di rischio è tutto ciò che di solito aumenta le probabilità di soffrire di una malattia, in questo caso il cancro al collo dell’utero. I fattori di rischio sono solitamente variabili a seconda del tipo di tumore, come ad esempio un tumore della pelle.

Una volta individuati i fattori di rischio, bisogna concentrarsi su quelli che possono essere cambiati o evitati; normalmente sono il fumare sigarette o aver contratto il virus del papilloma umano, mentre non bisogna concentrarsi sui fattori che purtroppo non possiamo cambiare, come l’età o i precedenti in famiglia. A seguire vi presentiamo alcuni dei fattori di rischio che influiscono sullo sviluppo del cancro all’utero.

Virus del papilloma umano o HPV

Viene considerato il fattore di rischio più grave per arrivare a contrarre il cancro al collo dell’utero. I medici sostengono che una donna debba essere contagiata dall’HPV prima di sviluppare il cancro al collo dell’utero, sebbene quest’ultimo possa scaturire da un qualsiasi tipi di infezione ad alto rischio. Circa due terzi di tutti i casi di cancro al collo dell’utero sono causati dall’HPV 16 e 18.

Tabagismo

tabagismo

Le donne che fumano hanno probabilità molto alte di soffrire di cancro al collo dell’utero, addirittura il doppio rispetto a donne non fumatrici; fumare, infatti, espone il corpo a numerose sostanze chimiche cancerogene che possono arrivare a danneggiare diversi organi oltre ai polmoni. Sfortunatamente queste sostanze arrivano fino al flusso sanguigno grazie al ricambio di ossigeno. Fumare, inoltre, fa sì che il sistema immunitario sia meno efficace nel combattere l’HPV.

Immunosoppressione

Il virus che causa l’AIDS o HIV provoca gravi danni al sistema immunitario e fa sì che le donne siano maggiormente esposte al rischio di contrarre l’HPV. Ciò potrebbe aiutare a capire perché il rischio di sviluppare un cancro al collo dell’utero sia maggiore nelle donne che soffrono di AIDS.

Infezione della clamidia

Viene catalogata come una specie di batterio che può infettare l’apparato riproduttore e che può essere contratto attraverso rapporti sessuali. Degli studi affermano che le donne che hanno avuto o che presentano un’infezione da clamidia corrono un rischio maggiore di contrarre il cancro al collo dell’utero.

Alimentazione

cibi grassi

Le donne con errate abitudini alimentari, che non hanno un apporto sufficiente di frutta, verdura e insalata, presentano un rischio maggiore di sviluppare il cancro all’utero.

Pillola anticoncezionale

Molti studi riguardo questo tema sostengono che le donne che fanno uso della pillola anticoncezionale sono più propense a sviluppare il cancro al collo dell’utero, soprattutto se l’utilizzo è per un periodo prolungato, sebbene il rischio si riduca appena viene sospesa l’assunzione. Il rischio è più alto quando l’uso di questa pillola è di cinque o più anni.

Segnali e sintomi del cancro al collo dell’utero

In generale i sintomi non si presentano fino a che un primo sviluppo di cancro non diventi un vero e proprio tumore invasivo che tende a espandersi verso i tessuti adiacenti. Quando ciò accade, i sintomi più comuni sono:

  • perdite di sangue vaginali anormali
  • secrezioni vaginali inusuali
  • dolore durante i rapporti sessuali

Tuttavia questi sintomi sono complessi poiché possono essere causati anche da altri tipi di patologie.

Guarda anche